venerdì 23 luglio 2010

Sorbetto al pompelmo rosa


Ricordo che questo profumatissimo sorbetto lo assaggiai la prima volta anni fa ad un pranzo di matrimonio di quelli luculliani e ne rimasi conquistato.

E' consuetudine infatti che in pranzi importanti ove siano previste più portate miste, come intermezzo tra le portate di pesce e quelle di carne, venga servito un sorbetto agli agrumi, che avrebbe la funzione di ripulire la bocca dalla persistenza dei sapori della portata precedente e prepararla quindi alla successiva e non ultimo di stimolare la digestione.

Tale sorbetto deve essere quindi qualcosa di ben freddo e "leggero".

Quello fu anche il modo per farmi far pace con un frutto del quale avevo sempre diffidato, perché a differenza di tutti gli altri agrumi, limone compreso, non riuscivo a berne il succo puro perché troppo amaro.

Adesso credo di non poterne più fare a meno e credetemi non esagero!... cerco sempre infatti di averne almeno uno nella fruttiera di casa anche soltanto per il profumo che emanano.

Ora, siccome nell'ultimo post vi avevo proposto un piatto di pesce, oggi segue a ruota questo sorbetto che poi da lunedì tornano i dolci, quelli grossi e grassi!

Questo è uno dei miei primissimi esperimenti con la gelatiera appena acquistata, ho fatto una versione di sorbetto molto basilare, se a voi piace, potete divertirvi ad aggiungere altri sapori al pompelmo, ottimi abbinamenti possono essere un moscato, il Campari o addirittura la Tequila.

Tra le ricette trovate in giro ho prediletto questa perché non aveva neanche l'albume ed a me, come detto sopra, bastava un sorbetto che fosse leggero e dissetante.

Il procedimento per ottenere i sorbetti prevede infatti come base la meringa all'italiana.


Ingredienti
Succo di pompelmo rosa 300 ml
Zucchero 100 gr
Acqua 180 ml
Glucosio 30 gr

Procedimento
Spremere i pompelmi per ottenerne il succo, filtrarlo con un colino e pesarlo: quella è la quantità di riferimento della ricetta, che metterete in un pentolino.

Da ogni frutto ho ricavato poco più di 100 ml, di succo quindi 3 pompelmi dovrebbero essere più che sufficienti.

Mettere in un polsonetto zucchero acqua e glucosio, formare uno sciroppo di zucchero portando il tutto a 120°.

Versare lo sciroppo sul succo di pompelmo e mescolare per scioglierlo.

Naturalmente lo sciroppo a contatto col succo freddo tenderà a solidificare e diventare un ammasso gommoso, mettete quindi il pentolino su fuoco lento e mescolate pazientemente fino a scioglimento.

Lasciar raffreddare e porre almeno un ora in frigo prima di metterlo in gelatiera.

Avviare la gelatiera e colarci dentro la preparazione ottenuta (che sia fredda, mi raccomando!).

Secondo la quantità e la gelatiera che avete dovrebbe venir pronto in 15-20'

Purtroppo non ho esperienza di gelato senza la gelatiera quindi non so consigliarvi assolutamente in tal senso.

Mettere subito nelle coppette o se non lo consumate subito, in un contenitore ermetico da conservare in freezer.

Io ho scelto una presentazione alternativa alle palline nella coppetta da gelato ed ho preferito dosare il sorbetto con un sac-a-poche con bocchetta a stella in un bicchieretto conico.

Se poi come me dovete fare anche la foto e nella stanza ci sono 29-30°... beh, correte che si squaglia tutto a vista d'occhio!!

Su invito di Aurore con questa ricetta partecipo al suo contest/raccolta che ha per tema la pink attitude ... che dici Aurore c'è n'è abbastanza di rosa secondo te? ;-D

Powered by BannerFans.com


Buon fine settimana a tutti.

17 commenti:

  1. il sorbetto di pompelmo rosè è uno dei pochissimi che apprezzo.
    guarda nanni, siamo troppo sintonizzati noi due!
    buon we!
    b

    RispondiElimina
  2. mmm...dev'essere buonissimo. Io amo il pompelmo.
    Peccato che non possiedo una gelatiera (per ora!!!). :-(
    Aspetterò la tua prossima ricetta di dolce :oP

    RispondiElimina
  3. Ecco, arrivo io, a me il pompelmo non piace :( Però proverei a farlo con tutti gli altri agrumi!
    E lo presenterei proprio come te, è troppo carino! Bellissima idea, complimenti!!

    RispondiElimina
  4. Il pompelmo rosa lo amo, ma l'unica volta volta che ho assaggiato un sorbetto in gelateria...delusione totale; sembrava solo acqua zuccherata! Con il tuo credo che la delusione sarebbe arrivare a vedere la coppetta vuota! Complimenti, buon week end

    RispondiElimina
  5. nanni solo a vederlo mi disseta questo sorbetto....assaggiarlo con quesat afa un vero momento paradisiaco!!sei unico nanni caro,baci imma

    RispondiElimina
  6. Ma questa evanescente nuvola fresca e rosa è una visione! Sì sì... quelle tipo oasi nel deserto. Il tono alcolico non lo disdegnerei, ma questo colore è fantastico!

    RispondiElimina
  7. @Babbs: questa sintonia mi sembra proprio una gran bella cosa! ;-)
    Buon WE a te!

    @Crysania: grazie! Nell'attesa puoi guardare i vecchi post col tag "dolci" :-)

    @Tery: neanche a me piaceva il pompelmo, poi ho assaggiato il sorbetto...
    Grazie e buon WE!

    @Federica: grazie, sei carinissima!
    Il problema secondo me stà nel trovare la gelateria buona che lavora bene.
    Sai quante coppette ho buttato direttamente nel cestino in vita mia? Troppe.
    Buon week-end a te!

    @Imma: Grazie dei complimenti, te ne offrirei volentieri una bella coppa, è un ottimo dissetante.
    Baci a te e a presto!

    @Tizzi (giusto?): se provi con l'alcoolico fai attenzione che la temperatura di congelamento si abbassa. Il colore è merito della natura :-)
    Grazie e buon fine settimana

    RispondiElimina
  8. Allora mi sa che devo provare :))

    Domandina.... come lo vedi un sorbetto senza zucchero???

    RispondiElimina
  9. Vedi un po' tu se rischiare... ;-)

    Senza zucchero? Mmmh... io ho fatto anche il sorbetto con lo yogurt ed ho usato il miele...
    Se non metti lo sciroppo di zucchero, metti almeno il glucosio che evita la cristallizzazione eccessiva sennò fai una granita! Poi ci sono dei frutti che cristallizzano meno come il melone, le more, forse anche l'anguria e qualche altro che non mi viene sul momento...
    Sperimenta sperimenta... ;-D

    RispondiElimina
  10. Bellissimo, si direi che è decisamente rosa....

    RispondiElimina
  11. Nanni nanni quella foto sarà la mia "madeleine di Proust" per molto tempo!!! sembra così fresco e dissetante....quanto ne vorrei una coppa adesso ;)
    ahhhhhh a non avere la gelatiera :-/

    RispondiElimina
  12. Grazie mille per le indicazioni!!
    Questo week end sperimenterò! :)

    RispondiElimina
  13. Questo sì che deve essere buono! all'ultimo matrimonio a cui sono stata il sorbetto proposto era alla pesca...sapeva di bagno schiuma alla pesca. e non aggiungo altro. Il tuo invece è da provare di sicuro!
    Ciao e grazie della visita ;)

    RispondiElimina
  14. @Aurore: grazie! Contento che ti sia piaciuto :-)
    Buon fine settimana!

    @Elena: anch'io e l'ho già finito!!!
    Tocca rifarlo :-)
    Ah, la gelatiera è un acquisto che ti consiglio... se ti piace il gelato ;-)

    @tery: buon lavoro allora! Sono sicuro che farai cose strepitose!
    Ciao

    @Meg: meno male che i bagnoschiuma non li fanno anche al pompelmo rosa... oppure si?
    Buon WE e grazie a te!

    RispondiElimina
  15. Confermo e' un sorbetto squisito..grazie per averlo proposto cosi' stupiro' da queste parte con questo tocco pink...! besos

    RispondiElimina
  16. classico, gustosissimo, bello a vedersi, facile da fare! un dolce tipicamente estivo dal sicuro successo.hai ottenuto poi una colorazione perfetta!

    RispondiElimina
  17. @Somnetta: Grazie a te per la visita! Un buon sorbetto va bene anche per l'estate australe... o si dice inverno australe?
    Ciao

    @Lucy: il colore è tutto merito del frutto ;-)
    Grazie e buon fine settimana!

    RispondiElimina

Se ti va puoi lasciare un commento.

Prima di pormi domande tecniche assicurati che:
- quello che chiedi non sia già scritto nel post e non lo hai letto per la fretta
- vuoi realmente riprodurre la ricetta e non domandi tanto per fare, perché io non rispondo così tanto per fare.

I commenti pretenziosi e/o anonimi verranno automaticamente cestinati.

Grazie

Lettori fissi

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001