giovedì 8 luglio 2010

Macedonia all'Aleatico


So che mi perdonerete: anche questa settimana vi abbandono con un post programmato e per di più con una ricetta che non è una ricetta.

Nel momento che mi leggerete sarò probabilmente su una spiaggia dell'Isola d'Elba a scavare nella sabbia col piccolo chef che per l'occasione si trasformerà nel "piccolo costruttore di castelli" (ed io nel suo manovale).

Mi prendo infatti 5 giorni di ferie per portare la famiglia al mare e senza portarmi dietro uno straccio di computer, faccio insomma un'anteprima di vacanza che non guasta... :-D

Laggiù non avrò modo di cucinare alcunché, siamo infatti ospiti di mia suocera che regna sovrana incontrastata ed indiscussa nella sua cucina.

Non invidiatemi troppo, che lunedì faccio rientro nella torrida piana fiorentina e torno al lavoro per qualche settimana :-(((

In questi giorni a causa dei preparativi non ho fatto in tempo a preparar molto, anche se la voglia di cucinare è tanta e le idee anche di più! ...volete sapere di più? eh eh eh, vedrete tutto al mio rientro, ok?


Anni fa quando da scapolo con gli amici facevo le vacanze in campeggio all'isola d'Elba, in un ristorante di Capoliveri dopo un pranzo luculliano a base di pesce, ebbi modo di assaggiare una macedonia alla quale avevano aggiunto l'Aleatico e la trovai sorprendentemente buona!

Poi la settimana scorsa Stefania alias Arabafelice ha pubblicato una ricetta di fragole con una gelatina di vino e lì mi è venuta in mente la vacanza a Capoliveri e l'ispirazione: una macedonia di frutta mista con cubetti di gelatina d'Aleatico!

A differenza di Araba io però ho usato la gelatina di Agar e non ho scaldato il vino.

Per la macedonia ho usato alcuni degli ottimi frutti che ci regala questa stagione: mela, albicocca, pesca gialla, ciliegie, banana e melone alla quale ho aggiunto due cucchiai di zucchero ed il succo di un limone, per drenare un po' di succhi dalla frutta (dopo 3-4 ore di frigo).
Ci sarebbe stata bene anche l'uva e le pere coscie, per averne di decenti però bisogna ancora aspettare qualche settimana...

Ho aggiunto poi una manciata di uvetta (messa prima a rinvenire nell'Aleatico), una manciatina di pinoli e qualche mandorla tagliata grossolanamente... uhm... mi sembra che non manchi niente... ah già!! la gelatina!!!

In un pentolino ho portato ad ebollizione un dito d'acqua, ci ho aggiunto un cucchiaino di agar in polvere e ho lasciato bollire una trentina di secondi, poi ho tolto dal fuoco e lasciato raffreddare.

In un'altro pentolino ho versato un bicchiere di aleatico, quando la gelatina era tiepida l'ho versata nel vino e mescolata con un cucchiaio.

Ho rivestito un contenitore d'alluminio di pellicola, ci ho versato il vino ancora liquido, ho coperto e messo in frigo per solidificare più rapidamente.
Non so dirvi quanto ci mette a solidificare normalmente perchè l'ho fatta il giorno prima, calcolate comunque qualche ora come minimo.

Al momento di servire ho messo la gelatina su un piatto l'ho tagliata a cubetti che avessero più o meno la grandezza dei pezzi di frutta e l'ho aggiunta al resto mescolando.


Per chi non lo conoscesse, l'Aleatico dell'Elba è il vino di passito tipico della bella isola toscana, (se volete saperne di più cliccate quì).

Per chi avesse difficoltà a reperirlo, in questa ricetta può essere degnamente sostituito con un Barolo chinato od un Porto invecchiato ed infatti come questi ultimi due si abbina divinamente al cioccolato fondente.


8 commenti:

  1. Per me questa è la ricetta più bella per questo periodo!!
    Cosa c'è di meglio di una buona macedonia con sto caldo???
    Mi piace proprio questo tocco di gelatina al vino!
    Ora sono proprio curiosa di assaggiare l'Aleatico... :))

    Buone vacanzeeeeeeeee!!!!
    Però non lasciarci troppo con la curiostità delle nuove ricette!! ;)

    RispondiElimina
  2. Da astemia (lo so...perdono!!!) la gelatina di vino non mi attira granchè, ma di macedonia vivrei in questo periodo ^_^
    Buona vacanza...

    RispondiElimina
  3. Buon divertimento all'Elba!

    Questa gelatina farebbe molto felice mio marito, unico punto negativo è che non sono simpatica all'agar agar...forse bisogna gli dia un'altra chance ;-)

    RispondiElimina
  4. Una macedonia gourmet, la provero' con il malamado di queste parti. Buone vacanze...

    RispondiElimina
  5. Mi basta leggere macedonia per essere già completamente conquistata....viva la frutta meravigiosa di questa stagione!!!
    L'idea di unirla ad una gelatina di vino è veramente molto originale. proprio bravo!

    RispondiElimina
  6. Bella l'idea, Nanni.
    Buone vacanze, anzi buon rientro, visto che leggerai solo alla fine.
    ;-)

    RispondiElimina
  7. un po' di vacanza ci vuole! riposati, così ti verranno sempre idee come questa! mitico...

    RispondiElimina
  8. Pant pant... eccomi appena tornato (mooolto a malincuore) dalla mini vacanza :-(
    Mi fa molto piacere vedere che siete passati ed avete lasciato un commento in mia assenza :-D

    @Tery: grazie!!... non è più bello creare un po' di aspettativa? ;-)

    @Federica: anch'io mangerei solo frutta e verdura adesso.
    Grazie per il commento!

    @Stefania: grazie! La ricetta ovviamente vale anche per l'aggiunta del vino al naturale ;-)

    @Simonetta: da quelllo che leggo al riguardo credo che vada benissimo anche il Malamado. Ciao!

    @Elena: grazie! la frutta di questa stagione poi è la migliore dell'anno. A presto!

    @ZioPiero: grazie... il rientro è stato ottimo!
    A presto!

    @Francesca: Grazie! Ora come ora ci vorrebbe altro che 5 giorni per riposarmi... ;-)
    comunque mi sono un po' ricaricato!
    Ciao

    RispondiElimina

Lettori fissi

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001