giovedì 14 luglio 2011

Gelato Yogurt e Miele di Castagno


Rifacendo un po' di ordine tra le vecchie foto mi è saltata fuori questa dello scorso anno (è stata scattata il 19/07/2010 !), che col relativo testo e ricetta doveva essere pubblicata e che rimase invece dimenticata...

La ragione della mancata pubblicazione fu sicuramente che a quel tempo ero convinto che ad ogni post si dovesse per forza stupire e variare in continuazione genere e questo gelatino (sebbene a me piacesse molto) a confronto con gli altri mi sembrava un po' banale...

Fortunatamente col tempo ho cambiato idea e ho cominciato a pubblicare un po' meno e cose forse anche più scontate ed anche se forse per questo ho dovuto pagarne il prezzo in termini di cancellazione da un paio di blog-roll che erano per me molto gratificanti, vivo molto più serenamente, convinto che per cercare di stupire sono sempre in tempo ;-)))

Ecco dunque quello che scrissi un anno fa e che per quel che mi riguarda è ancora molto attuale... ;-)


Oggi una ricettina semplice tanto per salutarsi prima del fine settimana.

Dovete sapere che al mattino, la mia colazione prevede tra le variabili del momento (ovvero i dolci che faccio via via) una sola "portata" fissa: mezza tazza di yogurt intero con un cucchiaino di miele.

D'inverno poi la posso ulteriormente arricchire col muessli o semplicemente con fiocchi d'avena e nocciole tritate, ma la base resta assolutamente quella.

Anche quando vado in gelateria mi capita spesso di scegliere questo gusto come base per abbinarci poi a turno gli altri.

Nel gelato, come molti di voi già sanno, è funzionale mettere del glucosio per evitare il formarsi di sgradevoli cristalli di ghiaccio nella massa.
La stessa funzione può svolgerla anche il miele, che però a differenza del glucosio ha un sapore marcato.

In questo caso però, l'abbinamento del sapore mi era congeniale e perciò ho fatto un primo tentativo di gelato di yogurt molto semplice dolcificato col miele.

Anche il miele che ho scelto è volutamente uno di quelli dal sapore più forte ovvero il miele di castagno.
Nonostante sia un miele amarognolo non ho aggiunto zuccheri di altro tipo, per me anche il latte è già troppo dolce di suo.

A me è piaciuto ma si sa, "ogni scarrafone è bello a mamma sua", probabilmente a molti il gusto potrebbe apparire lontano dall'idea degli yogurt gelato arabescati con topping sciropposi e granelle variegate e colorate, come si vedono somministrati nelle tante yogurterie.

La ricetta è semplicissima e veloce che più veloce non si può:


Ingredienti
Yogurt bianco intero 200 gr
Latte 200 gr
Miele di castagno 70 gr

Per guarnire
Fiocchi d'avena
Miele un cucchiaino

Procedimento
Sciogliere il miele nel latte intiepidito, lasciar raffreddare ed aggiungere allo yogurt mescolando.

Far raffreddare in frigo per qualche ora, poi versare nella gelatiera già accesa portando a mantecatura nel tempo necessario, nel mio caso 15-20' circa.

Con il caldo di questi giorni può essere utile qualche accorgimento in più nel servire il gelato: curate ad esempio che le coppette siano ben fredde quando ci sporzionate le palline o le cucchiaiate di gelato.

La consistenza migliore comunque probabilmente l'avrete se trasferite il gelato appena fatto dalla gelatiera in un contenitore chiuso che terrete 2 ore nel congelatore prima di porzionarlo.

Una volta fatte le palline con l'apposito attrezzo bagnato in acqua calda e sitemate nelle coppette ci ho colato sopra un cucchiaino di miele e messa una manciata di fiocchi d'avena.

Buona giornata e buon fine settimana!

27 commenti:

  1. Sono acnh'io di quelle che ha lo yogurt come gusto fisso in gelateria, a cui abbianre di volta in volta il jolly d'occasione.
    Resto sempre dell'idea che niente è mai banale come potrebbe sembrare. La prova? Il miele di castagno che rende molto particolare questo gelato solo all'apparenza "scontato"! Ma senza gelatiera...combino un pastrocchio? Un bacio, buona giornata

    RispondiElimina
  2. Non ho mai fatto il gelato usando lo yogurt è da provare se viene fuori questa meraviglia!

    RispondiElimina
  3. Nanni, questa ricetta nella sua semplicità è deliziosa e se qualcuno non capisce che, beh, in cucina si vive soprattutto di cose semplici, allora mi sa che non merita neanche di averti tra i link della sua blogroll!
    Tu sei bravissimo!!!!!!!!!!!!!!!

    E poi trovi semplice questo gelato? Non avrei mai pensato al miele di castagno come ingrediente!!!!

    RispondiElimina
  4. @Federica: il gelato io l'ho fatto sempre con la gelatiera, però posso dirti che anche per questa ricetta il procedimento è il medesimo che si consiglia per i gelati in genere, ovvero tenere la miscela in una vaschetta nel congelatore ed ogni 2 ore circa (+o- secondo la quantità) si rompe e si rimescola col cucchiaio, questo per 2-3 volte mi pare.
    Grazie ed un bacio a te!

    @Mary: se ti piace lo yogurt devi provarlo!
    Grazie mille e a presto :-)

    @Tery: l'abbinamento me lo insegnò una ragazza greca... credo da quelle parti sia abbastanza un classico!
    Chissà come verrebbe il gelato con lo yogurt greco, è così compatto... ;-)))
    Ciao!
    P.S.: Grazie per l'amicizia e la stima (reciproci come sai!) che mi corrispondi :-DDD

    RispondiElimina
  5. Ho fatto lo stesso gelato domenica, ma con dosi diverse che non mi hanno soddisfatta affatto perchè il risultato è stato un po' troppo "ghiacciato". Proverò con le tue dosi.
    Non credevo che fare un gelato fosse tanto difficile se non ci si accontenta!

    RispondiElimina
  6. Il miele da un importante contributo anticristallizzante, se lo fai senza usa altrettanto glucosio.
    Mi auguro tu trovi presto la ricetta che ti soddisfa! ;-)
    Buona giornata

    RispondiElimina
  7. Anche io sono una "yogurtara" convinta...per me non è colazione senza lo yogurt. Sono purista e mi piace bianco senza aggiunta di niente, non metto zucchero o altro...però al miele di castagno non avevo pensato. Lo trovo ottimo, il suo gusto amaro si abbina perfettamente ai formaggi, ma non ho mai provato con lo yogurt. Credo che proverò presto :))

    A parte il fatto che questa ricetta non è affatto banale, è nelle cose semplici che si vede la vera maestria dell'"artefice". Sono daccordo con Tery, non meritavano di averti tra i link del loro blogroll.

    RispondiElimina
  8. Caro amico, e questo lo posso dire pubblicamente senza fraintendimenti di alcun tipo, quando ho conosciuto il tuo blog per me è stato uno di quelli che ho subito scelto a riferimento e non mi riferisco solo alla cucina ma anche (e soprattutto) allo stile mai prevaricante, una linea tracciata professionale ma non saccente, tecnico quanto basta per essere comprensibile da tutti senza usare ne cattedra ne lavagna pur potendo invece far valere un background di tutto rispetto che la stragande maggioranza si sogna.
    Poi il caso ha anche voluto che ci incrociassimo e mettendo a frutto quel poco che la mia età mi ha insegnato...ho consolidato a tutto tondo l'idea che mi ero fatto, quella cioè di una bella persona (con i difetti che abbiamo tutti) che nella vità ha posto delle priorità che condivido in pieno.
    Questo post ne è la conferma e almeno fino a quando non deciderai di cambiare mestiere (nel qual caso l'approccio necessariamente dovrà essere diverso...) sono contento di averti come orizzonte di confronto per quel che riguarda il mio 'aspetto' pubblico.
    In modo contorto...ma spero sia comprensibile il grado di stima nonchè affetto che ho per il tuo lavoro ed ovviamente per l'autore.
    Passiamo quindi al gelato. Solitamente bevo il caffè amaro, non uso aggiungere un granello di zucchero nel latte e mi piacciono gli yogurt aciduli bianchi addizionati di marmellata come-dico-io a colazione (quotidianamente consumo 500gr di yogurt al giorno...), ragion per cui il gusto yogurt solitamente non lo scelgo mai in gelateria proprio perchè affondato sotto troppo saccarioso.
    Poi arrivi tu e spolveri una gran bella ricetta, che io definirei un modello 'nudo', naked direbbero gli americani, un punto di raffronto per qualsiasi altro gelato similare.
    Magari avessi io nel dimenticatoio simili chicche :) ehehhehehehe
    Altro che fuochi d'artificio, si stupisce anche e soprattutto con le cose semplici quando fatte con grande maestria.
    Vedi, e qui vado in un campo che conosco un pò meglio...per assaporare un formaggio più complesso ed apprezzarlo in tutta la sua classe devi conoscere bene le basi altrimenti non si hanno raffronti ne per capire la qualità ne intuire quanto invece possa essere una schifezza. Chi ti esclude per questa tua condotta fondamentalmente evita un confronto costruttivo con chi potrebbe essergli utile come riferimento...è implicita la sterile supponenza che mi piacerebbe poi tanto verificare sul campo.
    Per me, sei uno bravo davvero che se e quando deciderà potrà farci quello che vuole del proprio talento.

    PS
    Mi dai cortesemente l'indirizzo di quel paio di blog-roll...che se è come penso...ci butto giù qualche riflessione al vetriolo...:P hihihihihhihi

    RispondiElimina
  9. Il miele ce lo avevo già messo, ma solo un cucchiaio, proverò a metterne 70 g come dici tu. Grazie mille!

    RispondiElimina
  10. eccoti finalmente ...ma dove eri finito...?!!
    non puoi non pubblicare meno te devi pubblicare sempre perche sei un artista e i tuoi post lo confermano a pieno voto quindi se ci sono state cancellazione dal blog-roll non ha importanza perchè te sei cosi e nulla devi cambiare o modificare la tua e una passione e una arte quindi anche cose banali vanno pubblicate perchè non bisogna pubblicare solo per far stupire o variare come dici tu ma far oltrepassare la passione altrui oltre uno schermo freddo e coinvolgere in ogni occasione di goduria ... quindi non cambiare idea continua a essere tu.. perchè stupisci sempre ..
    e anche il gelato stupisce perchè alla base di qualcosa di buono ce sempre lo yogurto...
    un abbraccio forte Nanni
    lia

    RispondiElimina
  11. Il tuo blog presenta ricette di qualità. Dove sta scritto che la qualità deve essere elaborata e stupefacente?
    A me il tuo blog piace così, e anche se non mi fermo sempre a commentare, ti seguo sempre con piacere e ammirazione. E chissenefrega del resto ...
    Stefania Profumi&Sapori

    RispondiElimina
  12. ciao, non conoscevo il tuo blog e devo dire che mi piace proprio un sacco!
    Ti ho trovato perchè sto cercando ricette per questa raccolta promossa da Giallo Zafferano e questa ricetta mi sembra molto adatta, se ti va e senza alcun obbligo ti lascio il link, se hai bisogno di delucidazioni chiedi pure a me :)
    Gelati e sorbetti per tutti
    a presto! Martina

    RispondiElimina
  13. Anch'io pubblico ricette conosciute che la maggior parte delle volte sono state già fatte da tutti!Ma non mi interessa!Anzi ti dirò, quando pubblico qualcosa di diverso a volte non viene neanche commentato, perchè a dire la verità siamo sempre di fretta e quello che cerchiamo sono ricette riproducibili!
    baciiii

    RispondiElimina
  14. @Elena: ed io ti dirò di più, anche sul pane ormai metto solo i mieli amari come il castagno ed il cardo!
    Grazie anche a te per la stima ed il conforto! :-D

    @Gambetto: no, il tuo modo non è affatto contorto bensì accurato ed io non mi stancherò mai di esprimerti la mia gratitudine per l'impegno ed il tempo che spendi sempre nel commentare con tanta sensibilità... :-)))

    P.S.: si dice il peccato ma non il peccatore... (almeno pubblicamente...) ahahahahahahah ;-PPP
    Se mi han cancellato avranno avuto le loro buone ragioni, magari anche diverse da quelle che penso io... :-)

    @a piedi nudi...: grazie a te! :-)

    @Lia: grazie mille! Anzitutto voglio che questa passione sia anche un divertimento!
    Se poi si fanno delle belle amicizie... anche meglio! :-D
    Grazie ed un abbraccio a te!

    @Stefania: infatti, era un ossessione mia... ;-)))
    Grazie per il sostegno (più o meno silenzioso... eheheh ;-)))

    @Martina: ah si? A me pareva che un annetto fa tu mi avessi già contattato per un contest con delle verrine...
    Grazie mille per l'invito, appena posso vengo a dare un occhiata :-)

    @Angelica: mi hai dato un ottimo spunto di riflessione... grazie!
    Baciiii a te!

    RispondiElimina
  15. Ciao Nanni
    il gelato è goloso e poi con il miele di castagno deve essere ottimo, ha un gusto sicuramente deciso ma affascinante (se si può dire di un gusto) io l'avevo abbinato addirittura ad un dolce al gorgonzola con gran successo
    ma non ti ho scritto per questo
    ci tenevo a dirti che non è importante stupire, l'importante è essere se stessi perchè chi segue un blog (almeno per me è così) sa che se anche passa poche volte o lascia pochi commenti sa però che se in quel blog cerca una ricetta e la prova riuscirà sicuramente perchè chi l'ha proposta l'ha fatta per passione e non per stupire, o per avere qualche lettore in più
    sono molti i post che si leggono in giro e si capisce che sono fatti solo per aver più lettori, o dove fai un commento e non ricevi mai risposta perchè a loro non interessa ........... ecco perchè il tuo blog è diverso ed ecco perchè non devi preoccuparti i lettori affezionati ti seguiranno sempre e se qualcuno ti ha cancellato hanno fatto male perchè non hanno capito che è meglio essere veri piuttosto che falsi

    un abbraccio e buona estate
    Manu

    Ps: scusa il discorso contorto

    RispondiElimina
  16. o nanni, ma chi è quel cog@@one che ti ha cancellato dal blogroll?!?!?!

    mi rendo conto che non è un parlar forbito, ma scoprire il tuo blog, sempre così ricco di spunti e, soprattutto, competente, lo può fare solo un... insomma, quello che ho scritto sopra.

    e poi i tuoi gelatini (ma toglierei proprio il diminutivi) sono una risorsa preziosa per me.

    anzi, ne approfitto, tu il neutro non lo usi, vedo. io volevo provare, che mi dici al proposito?

    RispondiElimina
  17. Miele di cardo?!?? ma non l'ho mai visto ne sentito...com'è? bello amaro?

    RispondiElimina
  18. @Manu: ti ringrazio tantissimo per il bel commento, è bello avere amicizie (anche se geograficamente distanti) sulle quali poter contare :-)))
    Ciao!

    @Gaia: il neutro o anche solo la farina di semi di carrube danno una migliore spatolabilità al gelato, se si esagera però diventa gommoso.
    Credo sia tutto sommato roba sana... ma tu dove lo trovi?

    P.S.: forse le ragioni dell'ostracismo al blog sono altre...

    @Elena: si è abbastanza amaro, io lo compro all'Elba quando vado ad Agosto. Faccio scorta?? ;-)

    RispondiElimina
  19. ufffff.io non ho la gelatiera :-( Però dalla foto riesco a vedere che è cremoso e sarà sicuramente delizioso!!!

    RispondiElimina
  20. le belle amicizie nascono virtualmente e realmente ...volevo dirti una cosa magari potrai anche dirmi allora a te non interessa niente .. io non guardo se mi hanno o non cancellato dal blog-roll ma semplicemente per il fatto che ho iniziato per gioco questa avventura quindi per me e sempre solo un gioco e non altro se poi a qualcuno non piace piu seguirmi o cancellarmi lo faccia pure con piacere perche credo che nessuno di noi ha stipato un contratto con chi ci segue e chi seguiamo...
    quindi carissimo mio vai tranquillo ....
    un abbraccio forte
    lia

    RispondiElimina
  21. Ho la gelatiera nuova nuova, ha girato solo una volta per fare il gelato alla crema, domani provo il tuo deve essere fa-vo-lo-so!!
    Complimenti

    RispondiElimina
  22. ....... e poi non ti demoralizzare per uno che ti toglie dal blog roll ce n'è un'altra che ti ci mette!!

    RispondiElimina
  23. @Deborah: a me è piaciuto... ed anche se è passato un anno me lo ricordo! ;-)
    Grazie e a presto!

    @Lia: si, non preoccuparti che non ne faccio un dramma, ne ho continuato a parlare solo per rispondere ai singoli commenti, come faccio sempre.
    Grazie ancora e buona giornata!

    @Ilaria: ma grazie! Se ti interessa all'etichetta "Gelati" trovi qualche altra ricetta.
    Buona giornata :-)

    RispondiElimina
  24. Ci ho già fatto una capatina e credo che proverò le ricette.

    RispondiElimina
  25. Benone, poi fammi sapere se ti sono piaciute! ;-)
    Ciao

    RispondiElimina
  26. Ieri sera ho finalmente rifatto il gelato.
    Ho rispettato le tue proporzioni usando però yogurt greco. E' uscito bene. Grazie!

    RispondiElimina
  27. Ma grazie a te per avermelo riferito!
    Buon fine settimana! :-)))

    RispondiElimina

Se ti va puoi lasciare un commento.

Prima di pormi domande tecniche assicurati che:
- quello che chiedi non sia già scritto nel post e non lo hai letto per la fretta
- vuoi realmente riprodurre la ricetta e non domandi tanto per fare, perché io non rispondo così tanto per fare.

I commenti pretenziosi e/o anonimi verranno automaticamente cestinati.

Grazie

Lettori fissi

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001