lunedì 18 luglio 2011

Gelato al Cognac


Questa ricetta viene pubblicata con l'intento di partecipare ad un singolare ed informale confronto a 3 lanciato dall'ottimo Gambetto, amico carissimo nonché riconosciuto "Mago do macchiamento e Maestro di Kebab&Pita" sul tema "Gelato con Alcoolico"... ecco quì intanto una sua eccellente proposta.

Ma voi invece volete sapere chi è il terzo vero??

Non è difficile immaginarlo, anche se credo che al momento non lo sappia neppure lui di essere stato tirato in mezzo!! eheheheheheheh ;-PPP

Vabbé intanto noi abbiamo cominciato, ma conoscendo l'uomo credo che aderirà con molto entusiasmo!! ;-))


In realtà avrei voluto presentare un altra ricetta, di mia ideazione, ma i tentativi fatti fino ad ora non mi hanno convinto al 100% per cui, per andare sul sicuro, ho usato la ricetta di riserva presa in prestito da un vecchio numero de "La Cucina Italiana" ... ;-)

Questo gelato è sfizioso assai e si potrebbe chiamarlo più propriamente gelato al caramello e cognac.
Il modo col quale il cognac è introdotto nella ricetta infatti ne armonizza perfettamente l'aroma facendo tuttavia sentire appena il sapore alcoolico.

La base già da fredda è sufficientemente densa da garantire una volta mantecata, una ottima cremosità pur senza l'aggiunta di addensanti e anticristallizzanti.

Questo gelato è ottimo già per essere mangiato così, ma può essere la base di dessert più articolati, nella rivista ad esempio veniva presentato in cestini croccanti alle mandorle, abbinato a spicchi di mela cotti in una salsetta al burro e decorato con fili di caramello, insomma una cosuccia da niente...

Purtroppo la mia foto* non rende giustizia alla bontà di questo gelato (la peggiore o quasi della mia carriera... e capirai... in queste condizioni: fuori solo nuvole nere, in casa invece 30°...)

Piuttosto provatela e poi mi dite... ;-)

-----------------------------------------------------------------------------------

*Aggiornamento del 19/07: ho rifatto la porzionatura e la foto un po' più "a modino", quella precedente proprio non la si poteva guardare...
Per i nostalgici la ripropongo giusto giusto quà sotto... eheheheh ;-PPP



Ingredienti
Latte 350 gr
Panna 200 gr
Zucchero 180 gr
Cognac 100 gr (io ho usato il Remy Martin)
Burro 50 gr
Tuorli 5

Procedimento
In un pentolino senza doppio fondo far caramellare lo zucchero col burro, versarvi quindi 80 gr di cognac e lasciar evaporare (attenzione alle fiamme che potrebbero generarsi, non scherzo!), lo zucchero che bolle per effetto dell'aggiunta del cognac si raffredderà un po' e tenderà a cristallizzare ed ammassarsi, alzare quindi un po' la fiamma finché non riprende a bollire forte e mescolando appena col cucchiaio verificare che i cristalli formatisi si risciolgano.

Nel frattempo sul fornello accanto avrete messo a scaldare latte e panna mescolati assieme mantenendoli appena sotto l'ebollizione.

Quando il caramello è ritornato fluido versare quindi il latte/panna caldo (attenzione agli schizzi!) ed amalgamare brevemente con un cucchiaio; siccome il latte viene aggiunto bollente lo zucchero stavolta non si ammassa.
Lasciar cuocere per un paio di minuti e nel frattempo montare i tuorli con lo zucchero rimanente.

Versare infine a filo il composto caldo sui tuorli montati continuando a sbattere con la frusta.

Con un po' di fortuna la crema si sarà già addensata e velerà il cucchiaio, in caso contrario rimetterla nel pentolino del latte caldo e riportarla sul fuoco finché addensa ed appunto "vela" il cucchiaio.

Se avete un termometro verificate (come per la crema inglese classica) che cuocendo non superi gli 84°, pena l'impazzimento!

Lasciar raffreddare ed infine aggiungere il rimanente cognac, sempre se si ha il termometro si può verificare che la crema sia scesa sotto i 50° prima di fare l'aggiunta.

Mettere in frigo nella parte bassa per 4 ore almeno (io tutta la notte), dopodiché passare in gelatiera.

Se non avete la gelatiera questa miscela non dovrebbe darvi alcun problema nel procedere manualmente: mettere il composto in una vaschetta d'acciaio, coprirla di pellicola e metterela nel congelatore.
Ogni 2 ore rompere e rimescolare il composto con un cucchiaio, ricoprire e rimettere in freezer.
Dopo 2-3 passaggi il gelato dovrebbe essere pronto.

Tenere le coppette di servizio 30' nel congelatore a raffreddare dopodiché porzionare con l'attrezzo per le palline o col cucchiaio.

Buona settimana!

19 commenti:

  1. Qui sono davvero combattuto...dirti GRAZIE è poco....pensare che sia stato anche l'alcool in eccesso (del gelato) è un pensiero che va fatto visto che io ai fornelli non sarei degno nemmeno di starti accanto...ma va de sa che sei un amico e tale ti dimostri sempre :)))
    Ho letto molto attentamente la tua ricetta...e già mi sono visto con un estintore vicino perchè in circostanze analoghe sono stato un veo pericolo vagante :P ahahahhahaha
    Ottimo questo gelato e la sua riproposizione in queste coppe che tanto fanno gelateria di qualche tempo fa...è davvero un sorriso lo stesso che mi è venuto pensando...ma tuo figlio quanto ne ha mangiato?! :P hihihihihihhi
    PS
    Grazie davvero...

    RispondiElimina
  2. Il mio italiano pessimo è dovuto al fatto che scrivo con un pc non mio con tastiera "leggermente" diversa spero si capisca lo stesso...e non si imputi la cosa all'alcool anche per me! :P ahahhaahhaah

    RispondiElimina
  3. Grazie di che? Per me fare questi post è divertimento puro!

    Ora però bisogna trovare il modo di tirare in mezzo anche lo Zio Piero!!

    La ricetta, non spaventino le necessarie prescrizioni sulle opportune cautele, l'ho proposta perché tutto sommato la ritengo alla portata di tutti.

    Le coppe le ho prese in prestito da mia madre, fanno parte di un servito anni '80

    Il piccolo purtroppo non ne ha potuto assaggiare perché è al mare da una settimana con sua madre ed io li potrò riabbracciare soltanto ad Agosto... e poi c'è l'uovo che per lui è tabù!

    Casomai io ringrazio te per avermi fatto la proposta ludica! :-)

    P.S.: ma davvero si notano così tanto gli effetti dell'alcool???
    ahahahahahah ;-PPP

    RispondiElimina
  4. Gelato al cognac....sai che me lo vedrei benissimo in una torta gelato? una base di pan di spagna (magari con una bella bagna alcolica) e poi anche un intermezzo croccante... magari sfoglie di cioccolato fondente stile viennetta.... uhmmmmm
    Sto viaggiando troppo con la fantasia! aahhaha
    intanto però, una cucchiaiata da quella coppetta te la rubo volentieri :-)

    RispondiElimina
  5. WOW!! Una cosuccia insomma... eheheheh ;-)
    Prendine pure quanto ne vuoi!
    Grazie e buona giornata!

    RispondiElimina
  6. anche questo come gli altri gelati che hai postato dev'essere fantastico. Complimenti
    Concetta

    RispondiElimina
  7. Caspita che chic e tutto adulto , strepitosa!

    RispondiElimina
  8. mi tocca comprare la gelatiera...
    il procedimento a mano è più faticoso delle lunghe lievitazioni..
    Ma dove la metto?!!?

    baci

    RispondiElimina
  9. con un bel croccantino alle nocciole è la morte sua!si mi piace!!!

    RispondiElimina
  10. @Concetta: grazie dei complimenti!
    Questo invece secondo me ha una marcia in più... ;-)
    Ciao!

    @Mary: da gustare con moderazione... ;-)
    Ciao!

    @Gaia: se prendi una di quelle da uso casalingo, metà sta fissa nel congelatore e l'altra metà in un cassetto! E questo solo nella stagione calda... ;-)
    Baci a te!

    @Lucy: ottima idea, piace anche a me!! :-DDD
    Buon pomeriggio!

    @apiedinudisuldivano: ed io ti esorto! ;-)))
    Ciao!

    RispondiElimina
  11. Ah...bene, bene!

    Dunque: i partecipanti ci sono, le ricette pure, lo spirito alcolico/goliardico è perfetto ma...manca il giudice!!!

    Per non mandare a monte la competizione mi sacrificherò come giurato/assaggiatore: lo so, è uno sporco lavoro, ma qualcuno deve pur farlo!

    RispondiElimina
  12. Come si dice in questi casi, il tuo spirito di sacrificio è davvero ammirevole! ahahahahah ;-PPP

    RispondiElimina
  13. Lo so...sono davvero buona d'animo ed agli amici (ed in particolare a quelli produttori di gelato!) non so dire di no!

    Fatemi sapere dove, come e quando e ci sarò: al vincitore un meraviglioso set di cucchiaini da gelato che si sposano un amore con le coppette anni '80 di tua mamma...

    RispondiElimina
  14. io non ho la gelatieraaaaaaaaaa
    :(
    mi sà che se vorrò un gelato fatto a regola d ate verrò da te se non ti dispiace ^__^
    baci da lia

    RispondiElimina
  15. @Virò addirittura una competizione dal vivo "live"!!
    Di tutti i personaggi ed interpreti del gioco io però sono quello veramente fuori zona... senti un po' cosa ne pensano gli altri.
    A presto

    P.S.: hai provato il biscotto per il gelato poi?

    @Lia: troppo buona con me!
    Nelle nostre zone ci sono tanti bravissimi artigiani del gelato!
    Grazie e buona giornata!

    RispondiElimina
  16. Ancora no, ma appena lo provo ti faccio sapere...

    RispondiElimina
  17. Hai un blog carinissimo e ti seguo volentieri!
    Se ti va di dare un'occhiata al mio piccolo mondo,sei il benvenuto!Lo trovi qui!

    RispondiElimina
  18. @Virò: a presto allora!

    @Polveredistelle: grazie mille! Appena ho un minuto passo a trovarti :-)
    Buona giornata!

    RispondiElimina

Se ti va puoi lasciare un commento.

Prima di pormi domande tecniche assicurati che:
- quello che chiedi non sia già scritto nel post e non lo hai letto per la fretta
- vuoi realmente riprodurre la ricetta e non domandi tanto per fare, perché io non rispondo così tanto per fare.

I commenti pretenziosi e/o anonimi verranno automaticamente cestinati.

Grazie

Lettori fissi

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001