lunedì 11 aprile 2011

Pane tipo Panda e Vincita Contest!!!



Visto che il periodo pulula di clonazioni, mi sono voluto cimentare a mia volta in una che premeditavo da tempo: il Pane tipo Panda.

Per chi non conoscesse l'originale si tratta di un pane molto particolare, la cui miscela viene prodotta e venduta direttamente con le istruzioni a panettieri e supermercati che a loro volta lo impastano, formano, cuociono e mettono in vendita esclusivamente nelle relative buste col marchio del WWF.

Il pane è in vendita ad un prezzo un po' più alto degli altri, principalmente per due ragioni: le materie prime sono originate da coltivazioni biologiche e parte dei proventi della vendita pare vengano utilizzati per iniziative di promozione del WWF, ente che come saprete è nato con lo scopo di promuovere la salvaguardia ambientale.

Con questa mia clonazione non credo in alcun modo di danneggiare il produttore, anzi credo che gliene venga fuori un bel po' di pubblicità gratutita che faccio volentieri, primo perché il prodotto originale per la mia personale opinione è un pane che vale molto qualitativamente, secondo perché promuovere la salvaguardia ambientale di questi tempi è quanto mai un urgenza e una necessità.

E poi, questo mio modesto tentativo in fondo in fondo permette di ottenere un prodotto che è in qualche modo diverso seppur ispirato all'originale.

Per elaborare questa ricetta sono partito praticamente dalla lista degli ingredienti che si legge sul fianco della busta verde (ed è quindi di pubblico dominio) nella quale viene incartato questo pane particolarissimo.

Si legge infatti:

Farina tipo "0", Acqua, Semi di girasole (12%), Semi di lino, Lievito (che ho interpretato come LDB), Sale, Fiocchi d'avena, Glutine di frumento, Madre in polvere, Malto
Emulsionante: lecitina
Decorazione in superficie: granella di frumento


Visti gli ingredienti che ci sono scritti ho considerato di farne praticamente un normale pane a lievitazione naturale condito con i semi di girasole e di lino e con la crosta cosparsa di fiocchi d'avena e frumento.

Di tutti gli ingredienti però non sono riuscito a procurarmi:

- la lecitina, che ho quindi omesso e perciò il pane ha sviluppato meno volume e tenderà a raffermare prima

- la granella di frumento, che ho però sostituito con dell'ottimo germe di grano

- la madre in polvere, problema che ho aggirato eseguendo un tipo di lievitazione mista, ovvero lievito madre combinato con pochissimo lievito di birra

- Glutine di frumento (evidentemente aggiunto) e quì credo che la scelta di una farina di media forza (per intendersi quella da pizza) abbia compensato sufficientemente, ragion per cui l'idratazione complessiva è arrivata al 60%.

Siccome la pezzatura standard di questo pane è intorno ai 400 gr eccovi la ricetta per la singola pagnotta... a voi le moltiplicazioni per produzioni più massicce! ;-)

Il procedimento che ho seguito ha previsto una puntata corta per ragioni di tempo mio che non avevo, sicuramente con la classica notte in frigo tra impasto e formatura, il pane ne guadagna eccome e mi sento come sempre di consigliarvela spassionatamente.

Basandomi sulla mia memoria gustativa ho confrontato il sapore che secondo me ci somiglia parecchio (complice il mix dei semini) se non fosse per una puntina di acidità in più di questa mia versione casalinga.


Ingredienti per una pagnotta da 400 gr poco più

Farina 0 200 gr (del tipo da pizza - almeno 10% di proteine)
Acqua 125 gr
Lievito madre 50 gr
Malto 1/2 cucchiaino
Lievito di birra 2 gr
Sale 5 gr
Semi di girasole 50 gr
Semi di lino 20 gr
Fiocchi d'avena
Frumento macinato a granella (io ci ho messo del germe di grano)
Semola rimacinata per lo spolvero


Procedimento
Sciogliere il lievito madre in 100 gr di acqua, aggiungere 130 gr di farina ed impastare brevemente con una spatola o in planetaria fino ad ottenere un composto omogeneo.

Coprire la ciotola con pellicola e lasciar riposare 20-30' (metodo dell'autolisi)

Nel frattempo intiepidire la rimanente acqua (25 gr) e dividerla in due parti uguali: in una sciogliere il malto ed il LDB, nell'altra sciogliere il sale.

Gettare 1/4 della farina rimanente sulla ciotola ed impastare fino ad assorbimento (se in planetaria usare il gancio), dopodiché versare a filo l'acqua col lievito ed il malto disciolti assieme al secondo quarto di farina.

Ad assorbimento aggiungere a filo l'acqua col sale (anche quello che non si fosse disciolto) e farlo incorporare all'impasto col terzo quarto di farina.

Infine aggiungere l'ultimo quarto di farina e lavorare l'impasto a lungo, ovvero finché non prende una buona elasticità, ribaltando più volte.

Se in planetaria, diminuire la velocità per aggiungere i semi di girasole e di lino, ribaltare un paio di volte per distribuirli uniformemente nell'impasto.

Raccogliere l'impasto in una ciotola e lasciarlo puntare 30' circa (altrimenti una notte in frigo e due ore a temperatura ambiente prima di rilavorarlo) dopodichè rovesciarlo sulla spianatoia spolverata di semola rimacinata e sulla quale avrete anche cosparso una manciata di fiocchi d'avena, dare due giri di pieghe di tipo 2.

Coprire a campana e dopo 15' avvolgere a palla con la chiusura sotto.

Attendere altri 10'e ripetere l'avvolgimento, posare su una teglia coperta di carta forno e spolverizzare di granella di frumento (o come nel mio caso di germe di grano).

Se la superficie fosse troppo asciutta, per far aderire granella e fiocchi, bagnatela leggermente con un pennello e dell'acqua e poi decorare.

Coprire con un panno e mettere a lievitare in luogo caldo fino al raddoppio.

A raddoppio avvenuto praticare tre tagli longitudinali profondi 1cm circa (nell'originale simboleggiano l'impronta del panda).

Spennellare con acqua l'interno dei tagli stessi.

Cuocere in forno già caldo a 230° per 10' circa possibilmente con vapore (mettere una teglia con acqua bollente sul fondo e toglierla poi passati i 10'), abbassare la temperatura a 180° e terminare la cottura per altri 15-20' (gli ultimi 5 meglio se in fessura).

Spegnere il forno, aprirne lo sportello e lasciarci il pane ad asciugare messo a taglio sulla griglia per altri 30-60'.

Trasferire poi su una griglia e lasciar raffreddare completamente.



-o-

Per concludere vi comunico che.... ho vinto il contest Cook the Book!!!


... con la mia ricetta degli éclair al cioccolato abbinata al libro Jacques Séguéla: "Non dite a mia madre che faccio il pubblicitario... lei mi crede pianista in un bordello".

Non vi dico come sono contento!! :-DDDD ...quello era un contest al quale ho desiderato partecipare fin dal primo momento, l'idea che il tema ed anche il premio stesso fossero i libri (escluso quelli propriamente di ricette) mi sembrava un idea davvero meritevole ed originale.

In un paese come il nostro nel quale l'informazione viene subìta passivamente col metodo audiovisivo e l'importanza della formazione viene volutamente relegata in secondo piano, leggere libri diventa uno strumento prezioso per "nutrire la mente" e mantenere quindi un sano spirito critico.

Ringrazio Federica e Coco "Giudichesse" e solerti organizzatrici del contest che abbraccio fortissimo!!

A voi un buon inizio settimana e l'esortazione....: leggete, leggete, leggete!!!

33 commenti:

  1. ...e quegli eclair sono ancora impressi nella mia retina ^-^

    complimenti per la vincita e per il pane

    RispondiElimina
  2. Complimenti per la vincita -meritatissima- e per il pane, che dà sempre soddisfazione...

    RispondiElimina
  3. Giuro ero convinta che fosse un pane tipo integrale o cereali con quel bel color nocciola! Di sicuro non ha nulla da invidiare al Panda originale (che non ho mai comprato!).
    Complimenti per il contest, buona settimana

    P.S. la lecitina di soia in granuli si trova anche al super, in barattoli giganti mentre la pasta madre essiccata l'ho vista in bustine al NaturaSì (anche di farro e di kamut)

    RispondiElimina
  4. Complimenti per la meritata vincita e per lo stupendo pane!!
    Ciao e buona settimana!

    RispondiElimina
  5. che spettacolo, questa pagnotta è davvero mooolto invitante!!! Anche io ho panificato nel week end... e ho fatto anche altri casini.
    mail in arrivo :o)

    RispondiElimina
  6. @Valetork: grazie per i complimenti, un éclair te lo offrirei volentieri!
    Ciao

    @Francesca: detto da una che lavora coi libri e che ha la passione per i dolci è un gran bel complimento, grazie!
    Buona giornata!

    @Federica: il colore lo danno il malto e la presenza dei semini. La lecitina in granuli ce l'ho, però non riesco a scioglierla, tu conosci qualche trucco per farlo?
    Grazie e buona settimana a te!

    @Renza: grazie carissima! Buona settimana ate!

    RispondiElimina
  7. @Crysania: ok, mi preparo psicologicamente per l'email ;-PPP eheheheheh
    Ciao!!

    RispondiElimina
  8. COMPLIMENTI NANNI! ma nn avevamo dubbi :)
    e per questo pane..... gnammy!
    un bacione
    b

    RispondiElimina
  9. 1. Complimenti per la vittoria!!!!!

    2. Sai che non conoscevo proprio questo pane? Direi che è un'ottima pubblicità al WWF! Poi solo il nome, oltre all'aspetto, fa amare ancora di più questa pagnotta :-)
    E' bellissimo con quel colore ambrato e tutti i semini!

    RispondiElimina
  10. Per la lecitina, puoi poverizzarla con il mixer e aggiungerla alla farina. Oppure potresti aggiungere un cucchiaio di olio e fare un’emulsione con un 1-2 cucchiai di acqua. Scioglierla nella sola base acquosa credo sia problematico per le dosi da usare (circa 1,5%rispetto al peso della farina). Dovresti ammollare circa 3gr di lecitina in 6 gr di acqua e poi frullare il tutto in modo da farla schiumeggiare, filtrare e usare!

    RispondiElimina
  11. @Babs: ma grazie carissima, un bacione a te!

    @Tery:
    1: grazie! :-D
    2: davvero non lo conoscevi?? E' anche molto buono e sano!
    Buona giornata!

    @Federica: ho capito, magari provo con un quantitivo lavorabile e poi prendo quello che mi serve per la ricetta. Grazie mille per la dritta!

    RispondiElimina
  12. Ma sai che non ho mai visto e neanche mai sentito parlare di questo pane panda? però a vedersi sembra proprio buono!!
    Complimenti per il contest, i tuoi eclair erano davvero bellissimi!

    RispondiElimina
  13. non ho mai assaggiato il pane panda però a vederlo direi che e molto saporito ma devo sbrigarmi però a farlo e assaggiarlo perchè tra pochi giorni mi parte il mio fioretto cioè di non mangiare pane e pastai perchè looro sono come dei dolci per me ^_*
    complimenti per il contest ...
    baci Nanni
    lia

    RispondiElimina
  14. Supercomplimenti Nanni! Sono contenta che abbia vinto tu!!! Un bacione

    RispondiElimina
  15. inanzitutto complimenti per la vittoria.secodno grazie di avermi fatto conoscere qualcosa di nuovo.deve essere squisito questo pane!

    RispondiElimina
  16. complimenti per la vittoria al contest!
    e per il pane, bellissimo! anche a me piacciono quelli con i semi ma non conoscevo quello panda. ciao!

    RispondiElimina
  17. Complimenti sinceri per la vincita, meritatissima
    il pane poi mi incuriosisce proprio, lo proverò sicuramente

    ciao salutoni
    Manu

    RispondiElimina
  18. ciao nanni dal dolce al aslato tu nn ti smentisci mai sei sempres strepitoso come questo pane che mi attira particolarmente e sai nanni finalemnte mi sono lanciata con il temperaggio, un lavorone ma l'uvo che ho realizzato mi soddisfa abbastanza per essere il primo tentativo e devo ringraziare anche te per i consigli dati!!
    baci Imma

    RispondiElimina
  19. @Elena: neanche tu! Io a Firenze lo vedo da un pezzo un po' in tutti i supermercati, ma altrove pare proprio sia roba esotica! ;-)))
    Grazie mille per i complimenti! Ciao

    @Lia: grazie! Mangiare senza pane per me sarebbe dura davvero! Mi auguro ti piaccia quando lo fai ;-)
    Baci a te!

    @Martina: Supergrazie carissima! Un bacione a te! :-D

    @Lucy: Grazie dei complimenti! A noi questo pane piace un sacco davvero!! Ciao

    @Francesca: Grazie!!! Ed io che credevo lo conoscessero tutti! A presto

    @Manu: tu che sei bravissima a panificare non puoi fartelo scappare!! ;-)
    Grazie dei complimenti!
    Ciao

    @Imma: grazie! Sono contento di esserti potuto essere d'aiuto! :-) Baci a te!

    RispondiElimina
  20. complimenti vivissimi per il pane (che avevo già avuto modo di apprezzare in foto .. ;-)) e per il contest...
    sei un 'asso pigliatutto!'
    ;-)

    RispondiElimina
  21. Grazie per le belle parole Nanni, è stato un piacere averti tra i partecipanti!E complimenti per questo pane, non avevo mai sentito parlare di questa iniziativa del wwf..grazie per avermela fatta scoprire!

    RispondiElimina
  22. complimenti per il premio, meritatissimo .
    buona giornata

    RispondiElimina
  23. @Gaia: finalmente qualcuno che quel pane lo conosce e lo apprezza già! ;-)
    Grazie mille!!
    Ciao

    @Federica: piacere tutto mio! Grazie ancora per tutto!! :-DDD

    @antonella: grazie! Buona giornata a te!!

    RispondiElimina
  24. Io non conosco il pane Panda, inutile dire che ora sarei curiosissima, ma non l'ho proprio mai visto. Terrò gli occhi aperti....
    Complimenti per il contest, eclaires assolutamente divini ;)
    Baci

    RispondiElimina
  25. Bravo Nanni: complimenti per il contest e ammirazione totale per la clonazione...!!
    Quello era il pane che mangiavo prima della diagnosi di celiachia, per cui ci sono affezionata...Adesso cercheró di clonarlo da queste parti per i miei..Un abbraccio

    RispondiElimina
  26. Complimenti per il contest ma come sempre...l'ennesima ed ulteriore vittoria meritevole te la sei ritagliata con la forma di PanePanda clonata.
    Io adoro i dolci e lo sai bene, ma la soddisfazione di fare il pane in casa è davvero insostituibile :)
    Come sempre, il tuo post è trasparente come la tua professionalità accenni alla punta acidula ed a qualche dettaglio per migliorarlo...meglio di così!
    Sei decisamente una persona di riferimento in questo variopinto ' manicomio' di appassionati! :D

    RispondiElimina
  27. @Viola: grazie per i complimenti!
    Ti dico solo che quello è il pane che compriamo più spesso quando non ho tempo di panificare...
    Ciao!

    @Simonetta: finalmente un altra estimatrice e consapevole della bontà di questo pane! ;-)))
    Grazie mille e un abbraccio a te!

    @Gambetto: ma grazie carissimo! Detto da un esperto panificatore del LM come sei tu è veramente un complimentone!!
    Concordo in pieno sull'aspetto maniacale di noi appassionati del food ;-))) Ahahahahahahah
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  28. complimenti nanni! ultimamente i contest li vinci tutti te... certo che con i tuoi dolci, hai gioco facile!

    grazie ancora per sabato, ero cotta ma è stato un pomeriggio delizioso!

    RispondiElimina
  29. Grazie dei complimenti, ma credo di avere avuto anche c... ehm... fortuna ;-)

    Comunque grazie a te per esserci stata nonostante i casini vari... sono stato contentissimo di rivederti in questo frangente :-)))

    Sabato ero un po' cotto anch'io a dire il vero..... senti, un altra volta però ci portiamo un thermos col caffè, che ne dici?!? ;-)))
    Ciao!

    RispondiElimina
  30. Mi piace davvero tanto il tuo blog!! Non sono una che gironzolo tanto, ma il tuo mi è capitato sott'occhio ed è davvero interessante soffermarcisi :-)

    Se ti va, potresti passare a dare un'occhiata al mio 1° contest...è un pò complicato :-) ma forse per questo mi piace tanto!! Mi farebbe piacere se tu partecipassi ;-)

    http://leleccorniedidanita.blogspot.com/2011/03/il-mio-1-contest.html

    RispondiElimina
  31. Ciao Danita, grazie! Verrò a dare un occhiata per il tuo contest ma per ora non ti posso promettere niente...
    A presto!

    RispondiElimina
  32. fantastica ricetta! l'ho testata con successo raddoppiando le dosi, ma utilizzando mezza farina integrale. è venuto più "denso" della foto, ma strepitoso. grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per avermelo comunicato!
      Guarda, a rivederlo mi hai fatto venir voglia di rifarlo... ;-)
      Buona giornata e a presto!

      Elimina

Se ti va puoi lasciare un commento.

Prima di pormi domande tecniche assicurati che:
- quello che chiedi non sia già scritto nel post e non lo hai letto per la fretta
- vuoi realmente riprodurre la ricetta e non domandi tanto per fare, perché io non rispondo così tanto per fare.

I commenti pretenziosi e/o anonimi verranno automaticamente cestinati.

Grazie

Lettori fissi

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001