mercoledì 23 giugno 2010

Plum-cake al limone



Me mi conoscete no? Sapete che pur di mettermi alla prova, farei tutti i giorni i dolci più complessi e strani che si possono concepire.

Una volta fatti e poi fotografati non ho nessun imbarazzo a riservarli alla colazione, siano pure cheese-cake o torte alla panna... beh, esclusi ovviamente i dolci con bagne alcooliche...

La colazione è infatti l'unico pasto nel quale mi concedo molte calorie e devo dire che per ora, per tenere sotto controllo il peso, la strategia funziona.

Però non è che tutto quello che faccio sia destinato a mio esclusivo uso e consumo, in casa c'è anche la signora che è incontentabile ed il piccolo che per certi versi è anche peggio.

Fosse per lei, (dice) farei solo torte casalinghe come questa... curiosamente però, se faccio qualcosa di diverso e lo porto a qualcun altro (parenti, colleghi etc...) guai se non rimane un assaggino a casa!

Insomma per buona pace coniugale, ogni tanto devo cercare di accontentare anche lei ma comunque credo che anche a chi legge questo blog non dispiaccia trovare di tanto in tanto qualche semplice torta casalinga.

Naturalmente poi rischio comunque di non soddisfarla perché da buon foodie cerco sempre ricette nuove e stimolanti.

Questo dolce comunque si fa veramente in un baleno, insomma ci vuole molto più a cuocerlo che a fare tutto il resto.

Se volete farlo ancora più velocemente mettete il burro intero anziché chiarificato.

Il burro chiarificato altro non è che un burro con una più alta concentrazione di materia grassa, ovvero un burro al quale è stata tolta la maggior parte della caseina e dell'acqua presenti.

Normalmente il suo utilizzo è indicato per un uso del burro ad alte temperature, per esempio per friggere.

Il burro comune infatti ha il punto di fumo intorno ai 130°, temperatura alla quale acquista un color nocciola e delle note aromatiche gradevoli, di contro nel processo di trasformazione si generano sostanze potenzialmente nocive che è meglio evitare di assumere.

Per ottenere il burro chiarificato, lasciarlo sciogliere a bagnomaria, senza mescolare.

Una volta sciolto, la caseina si coagulerà in una schiuma biancastra sulla superficie.
Schiumare e tenere da parte il burro limpido che rimane nel mezzo.


Ingredienti
Uova 5 (250 gr) ovvero 5 piccole o 4 grandi
Zucchero 350 gr
Sale una presa
Panna fresca liquida 150 gr
Farina 00 270 gr
Lievito per dolci 8 gr
Limoni 2 non trattati (le scorze grattugiate)
Burro chiarificato 100 gr

Glassa di zucchero (facoltativo)
Acqua 10 gr
Zucchero a velo 75 gr


Procedimento
Mescolare uova, zucchero, sale e panna, aggiungere poi la farina setacciata assieme al lievito, le scorze grattugiate dei limoni ed il burro chiarificato.

Riempire uno stampo da plum-cake lungo 30 cm oppure 2 da 20 cm imburrati ed infarinati.

Cuocere a 180° per 45-50' circa (fare la prova stecchino al centro, con uno spaghetto, solo dopo i canonici 35')

Solito discorso sul forno: ognuno conosce il suo, se vedete che a metà del tempo di cottura stimato il dolce è già bello scurito e la spaccatura formatasi è ancora cruda, conviene coprirlo rapidamente con un foglio di alluminio.

Togliere dal forno, sformare e mettere a raffreddare su una griglia.

Facoltativamente potete lucidarlo spennellandolo con una glassa ottenuta mescolando 10 gr di acqua con 75 gr di zucchero a velo, io per esempio non l'ho fatto :-)


Ma... mi chiederete: è buono questo dolce?
Non saprei, non l'ho ancora assaggiato... ancora devo finire lo strudel pubblicato lunedì ;-)

Per togliervi la curiosità non vi resta che farvelo!

30 commenti:

  1. Avessi più tempo e coraggio farei anch'io dolci di tutti i tipi, ma prima di lanciarmi nelle decorazioni credo proprio che mi vi vorrebbe un bel corso! Questo delicato plum cake potrebbe essere invece alla mia portata e sono sicura sparirebbe anche molto velocemente ^_^ Secondo te è possibile ridurre la dose di zucchero e a quanto? Mi sembra un po' dolce per i gusti di famiglia. Grazie e buona giornata

    RispondiElimina
  2. @Federica: mmh... io ne toglierei 75-100 gr al massimo.
    Grazie e buona giornata a te!

    RispondiElimina
  3. Interessante la faccensa del burro chiarificato... proverò anche io. Ho visto che l'hai aggiunto alla fine, anche dopo il lievito. L'impasto sembra bello soffice e dalla tipica consistenza del plum cake. Visto che sei così tecnico ti chiedo: che ne pensi degli stampi in silicone?

    RispondiElimina
  4. @parentesi: non li amo particolarmente, anche se hanno il vantaggio di sformarsi facilmente, secondo me non distribuiscono bene il calore come quelli in metallo.
    Li vedo però ideali per le bavaresi per esempio.
    Grazie della visita e a presto!

    RispondiElimina
  5. ..Locopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopiolocopio!!!! : ) : ) : )
    Flavia!!

    RispondiElimina
  6. e si dai, l'assaggino a casa ci vuole :D
    non puoi immaginare quanto mi costa fatica a volte fare torte per gli altri e non poterne assaggiare nemmeno una briciolina, la capisco la tua signora :)))
    questo cake è favoloso, io poi che adoro il limone nei dolci e non che posso fare? copio, ovvio!
    buona giornata.

    RispondiElimina
  7. Bene bene, allora noi podisti siamo tutti uguali ;-) anche a casa mia la colazione e' il solo pasto dove ci si puo' strafogare di dolci!
    Ed il tuo e' perfetto, adoro il gusto del limone, ed in piu' trovo il burro gia' chiarificato al super!!!
    Grazie come sempre :-)

    RispondiElimina
  8. @Flavia: graziegraziegraziegraziegraziegraziegrazie
    Ciao!

    @Betty: allora capisci sicuramente anche a me quanto fatico per accontentare tutti :-)
    Grazie della visita!
    Buona giornata a te!

    @Stefania: il burro già pronto è un bel vantaggio! Grazie a te del commento :-)
    Ciao

    RispondiElimina
  9. questi nanni sono i sani e golosi dolci da credenza che nn hanno tempo e sono sempre perfetti ed io gia lo adoro!!grazie per la spiegazione del burro chiarificato l'ho sentito spesso nominare ma nn avevo capito il tipo di processo che subiva...ok bando alle ciance copio subito la ricetta:D!!!!bacioni imma

    RispondiElimina
  10. un buon plumcake non è cosa facile a mio aprere..ma questo al limone sarebbe perfetto le mie colazioni..consegni a domicilio?:D

    RispondiElimina
  11. @Imma: Grazie, sei sempre carinissima! Bacioni a te e a presto!

    @Genny: come no, zona Firenze però ;-) Ciao ciao!

    RispondiElimina
  12. Bello è bello, ma dalla foto credo che sia anche buono ;) io invece a colazione preferisco i dolci casalinghi ma le calorie non me le faccio certo mancare!! se uso il burro normale devo sempre fare 100g o devo aumentare un po' visto che ha meno grassi?

    RispondiElimina
  13. A me piacciono tantissimo le torte casalinghe, soprattutto per la colazione! Per merenda invece la ciambella di strudel di ciliegie è il top! :D

    RispondiElimina
  14. la colazione mi piace fatta bene, però poi dovrei anche andare a correre come te, forse è per questo che non dimagrisco... ;-P
    comunque una fetta me la prendo, così bella morbida....

    RispondiElimina
  15. @Elena: vedo che tra podisti ci si intende ;-)
    Il burro intero ha l'85% circa di massa grassa, quello chiarificato quasi il 100, ma io lascerei tranquillamente 100 gr.
    Ciao!

    @Blueberry: sai lo strudel l'ho tagliato e disposto a ciambella perché sennò non mi entrava nel piatto! Buona merenda allora! ;-)

    RispondiElimina
  16. @Francesca: prendi pure... e magari fai due passi a piedi, fa bene anche quello :-)
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  17. beh, l'effetto a ciambella è bellissimo ;D

    RispondiElimina
  18. Ricorda un po' la torta Paris-Brest... la conosci?

    RispondiElimina
  19. Siiii! Quella tagliata a metà con crema dentro vero? Hai ragione!! :D

    RispondiElimina
  20. Perfetto, grazie. Infatti pensavo di portarlo alla stessa dose della farina e torna a pennello con il tuo suggerimento. A presto

    RispondiElimina
  21. adoro il sapore un po' pungente del limone nei dolci.. e questo cake mi ispira davvero tanto!
    se ti va dai un occhio a
    www.modemuffins.blogspot.com

    RispondiElimina
  22. Un po' consumo, ma non quanto un podista, non mi posso permettere di sfornare dolci al tuo ritmo, sei bravissimo!!! Ieri ho fatto il panbrioche e quello che mi è avanzato l'ho dovuto congelare per non correre il rischio di mangiarlo tutto...;-(
    Ciao!!!

    RispondiElimina
  23. Oh bello questi dolci vengono benissimo in versione gluten free...si si e anch'io sono dolce dipendente per la colazione. Baci

    RispondiElimina
  24. lo segno...è davvero invitante!complimenti!

    RispondiElimina
  25. Beh, la signora ha ragione... vorrai mica far sparire le tue creazioni senza farle assaggiare a casa???
    Complimenti, sarà pure un dolce da colazione, ma il profumo di limone rende tutto speciale!

    RispondiElimina
  26. @MMM: felice di averti ispirato!
    Non mancherò :-) Ciao

    @bruchina: Grazie! Io invece li conservo chiusi nei sacchetti, ma li devo nascondere alla vista ;-) Grazie della visita! Ciao

    @Glu.fri: davvero? Bene, spero la ricetta possa esserti utile :-)
    Ciao

    @Federica: Grazie! A presto!

    @Tery: certo che no, però la signora ha gusti molto selettivi... Ciao!

    RispondiElimina
  27. proprio bellino questo cake!
    lo proverò
    p.s. ho provato la tua torta morbida alle pesce, buonissima!

    RispondiElimina
  28. Ma che meraviglia il tuo blog! L'ho scoperto solo oggi (nonostante bazzichi da millenni tra i blog di cucina...) ed è stata la mia bella scoperta del giorno :)
    Sei davvero bravissimo e le tue preparazioni sono quelle più vicine ai miei gusti... ma sai che anch'io mi finisco i dolci mangiandoli solo a colazione? (più ovviamente facendo ingrassare parenti&colleghi) Anche se la strategia funziona a metà, forse dovrei cominciare a correre :P
    Ti invidio un sacco tutta l'attrezzatura da pasticceria, io non posso permettermi di comprare troppe cose altrimenti il fidanzato mi mette fuori casa :D
    Ancora "bravo bravissimo", continuerò a seguirti con piacere e gola!

    RispondiElimina
  29. @Gaia: sono contento di sapere che viene anche con le farine GF ed anche che l'hai fatta e che ti è piaciuta!
    Grazie!!!

    @Silvia: Grazie, grazie davvero! Sono felicissimo che ti piaccia quello che pubblico :-DDD
    L'attrezzatura è frutto di anni di passione e di raccolta; sai, un pezzo alla volta... ;-)
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  30. @nanninanni non sono questi dolci a dare problemi con le nostre farine. sono i lievitati (i pani, ma soprattutto i lievitati dolci) il nostro vero tallone d'achille... il velo e l'incordatura senza il glutine ce li scordiamo... ma ci s'arrangia, ci s'arrangia lo stesso :-)

    RispondiElimina

Se ti va puoi lasciare un commento.

Prima di pormi domande tecniche assicurati che:
- quello che chiedi non sia già scritto nel post e non lo hai letto per la fretta
- vuoi realmente riprodurre la ricetta e non domandi tanto per fare, perché io non rispondo così tanto per fare.

I commenti pretenziosi e/o anonimi verranno automaticamente cestinati.

Grazie

Lettori fissi

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001