lunedì 4 ottobre 2010

Torta del Gattopardo


Quando ho visto che Ginestra promuoveva una raccolta di ricette con la mandorla, mi è venuto in mente all'istante che la ricetta doveva essere questa.

Perché? Nel ricettario dal quale l'ho presa e nel quale è chiamata proprio "Torta del Gattopardo", prevede tra i suoi ingredienti le mandorle appunto ed il Passito di Pantelleria... ;-)

Una rapida ricerca in rete però non ha prodotto riscontri tali da confermare se nella gloriosa tradizione pasticcera siciliana la torta con quel nome sia fatta proprio così; eventualmente se tra i cari lettori siciliani, qualcuno conosce una versione diversa suggerisca pure che aggiustiamo il tiro ;-)


Questa è una torta all'apparenza semplice vista la rapidità di esecuzione della farcia.

La difficoltà invece sta nell'esecuzione dell'involucro esterno di frolla che dovrà essere molto sottile.

Il risultato è però quanto mai apprezzabile, praticamente si ottiene una torta soffice e profumata alla mandorla e vino Passito, con un sottile rivestimento di friabile frolla all'aroma di limone... come dire... due torte in una!

Per ottenere uno strato uniforme di pasta frolla conviene stenderla col mattarello tra due fogli di carta forno.

Per un applicazione precisa poi, il trucco che viene usato normalmente è quello di avvolgere il disco con delicatezza attorno al mattarello infarinato per poi svolgerlo sulla torta.

Per la cottura invece calcolate che con queste dosi una torta fatta così ha bisogno di 40-45' per cuocere bene un ripieno che è molto fluido evitando però di bruciare la sottile frolla all'esterno, regolatevi quindi su quella che per il vostro forno è una temperatura moderata.


Ingredienti

Per la fasta frolla
Farina 250 gr
Burro 120 gr
Zucchero 70gr
Tuorlo 1
Scorza di mezzo limone
Sale un pizzico

Per la farcia
Uova 5
Zucchero 150 gr
Mandorle 200 gr (pelate e tostate)
Passito di Pantelleria 1/2 bicchiere
Aroma di vaniglia (facoltativo)


Procedimento
Preparare la frolla con un piccolo anticipo seguendo il procedimento classico: fate la fontana di farina e zucchero, mettete al cento il burro tagliato a dadini e la scorza grattugiata del limone, mescolarlo alla farina con una spatola o sbriciolando con la punta delle dita.

Quando si è ottenuto un composto di briciole aggiungere il tuorlo ed amalgamarcelo.

Formare una palla, avvolgerla nella pellicola e metterla per un ora in frigo a riposare.

Successivamente stendere 2/3 della pasta in una tortiera a cerniera imburrata di 26 cm di diametro, foderando il fondo ed il perimetro laterale per 4 cm circa.

Stendere il 1/3 residuo di pasta in un disco del diametro della tortiera e tenerlo da parte.


Preparare la farcia: montare i tuorli con lo zucchero, aggiungere poi le mandorle tostate tritate finemente, il Passito e l'eventuale aroma di vaniglia .

Montare gli albumi ed unirli con delicatezza al resto senza smontarli facendo i classici tagli con una spatola.

Distribuire la farcia nello stampo foderato di pasta frolla e coprirlo col disco tenuto da parte.

Possibilmente sigillare i bordi e bucherellare il disco di copertura con uno stuzzicadenti formando sei raggi.

Mettere in forno già caldo a 170° circa per 40-45'.

Fare la prova stecchino che dovrà presentarsi asciutto e tirare quindi il dolce fuori dal forno.

Sganciare l'anello dello stampo e lasciar raffreddare il dolce un ora circa.

Spolverizzare di abbondante zucchero a velo e spostare sul vassoio di portata.

Ecco come si presenta internamente al taglio:



Con questa ricetta partecipo (e con molto entusiasmo!) alla raccolta "Con le mandorle" del blog "La Ginestra e il mare".

41 commenti:

  1. Mi sono persa già solo nella descrizione che ne hai fatto, figuriamoci a mangiarne una fetta davvero! Poca pasta e tanto tanto ripieno (pure di mandorle ^__^)...adoro le torte così.
    Ciao, buona giornata

    RispondiElimina
  2. non conosco l'originale ma da buona sicula e amante delle mandorle e del passito secondo me merita solo un grande applauso!!!bravisismo Nanni e buon lunedi

    RispondiElimina
  3. adoro le torte con le mandorle. tutte.
    questa molto molto bellina.
    da provare (o mamma mia come si allunga la lista!!!!)

    RispondiElimina
  4. Praticamente devo comprare un hard disk a aprte solo per salvare le ricette proposte da te!!!!
    E mettiamo in lista, va...

    RispondiElimina
  5. mi sa che abbiamo un libro in comune!!
    ;-)

    RispondiElimina
  6. Bellissima Nanni, bellissima.
    Non trovo altro da dire, davvero, a parte che la voglio fare e che non la conoscevo

    RispondiElimina
  7. @Federica: buongiorno!
    Concordo è una torta 'adorabile' eheheheheh
    Buona settimana!

    @Scarlett: grazie! :-)
    Buona giornata!

    @Gaia C: allora non sono l'unico ad avere una lista interminabile eheheheh
    Ciao!

    @Stefania: addirittura un Hard disk! Mmh... forse dovrei fare post più corti... eheheheheheheh
    Ciao!

    @Gaia: anche più di uno scommetto ;-D
    Ciao!

    @Lydia: immaginavo che avrebbe fatto centro nei tuoi gusti ;-)
    A presto!

    RispondiElimina
  8. Che perfetta realizzazione, io sono allergica alle mandorle, ma le metto anche sulla pasta perchè piacciono molto ai miei uomini di casa, devo provare assolutamente questa ricettina, poi sarà davvero un peccato non poter assaggiare.

    RispondiElimina
  9. Quanto mi piacciono le torte "chiuse" con un cuore nascosto, stile apple pie di Nonna Papera!
    Stupenda, e questo ripieno di mandole e passito dev'essere davvero buonissimo!
    Ormai sei il mio pasticcere preferito!! :))
    Speriamo che prima o poi potrò assaggiare qualcosa!

    RispondiElimina
  10. nanni ogni tua torta è pura poesia di gusto per me e poi il nome ha un fascino incredibile!!!bacioni imma

    RispondiElimina
  11. Ciao, non ci conosciamo ma io seguo sempre il tuo blog (e ricopio anche fedelmente le ricette !), i complimenti sono scontati, volevo chiederti invece se posso omettere il passito. Grazie della tua disponibilità, se volessi andare a dare un'occhiata anche al mio di blog te ne sarei molto grata (CUOCAAMODOMIO)

    RispondiElimina
  12. E questa la scopiazzo presto!!! : )
    Buon inizio settimana..

    RispondiElimina
  13. Buona..! Non dico altro perché sono troppo concentrata ad assaporarla mentalmente...Ciao, Simonetta

    RispondiElimina
  14. Gran bella torta, per me (e da quello che intuisco per molti altri) del tutto inedita quindi come dire vale doppio!
    Leggendo la ricetta non vedevo l'ora che arrivasse la seconda foto...per capire quanto fosse realmente difficile...e quindi ne ho avuto la conferma se mai ce ne fosse stato bisogno.
    Grazie come sempre per tutti i consigli e dettagli al contorno mi chiedevo solo una cosa...come gusto rimane molto dolce?
    Pensavo ad una mia ipotetica versione 'aggiungendo' poca scorza di limone anche alla farcia o mandorle amare...probabilmente una certa "vaccata" la mia...ma con te posso permettermi di esprimermi ad alta voce e con totale trasparenza ;)
    La mia paura è che possa risultare con note troppo dolci, solo questo!
    PS
    Sentiti in colpa per contribuire al disboscamento sul pianeta...visto che le tue ricette le stampo sempre!!! :P ahhahahahaha

    RispondiElimina
  15. Ciao Nanni!
    Con le tue torte fai sempre centro!
    Questa poi, dal nome così importante, e con un ripieno così delizioso e profumato di mandorle e passito... è una bontà!!
    Ciao e buona settimana!

    RispondiElimina
  16. @blunotte: i tuoi uomini te ne saranno grati ;-)
    Intatno ti ringrazio io per la visita... ;-)
    Ciao!

    @Tery: uh, piacerebbe anche a me fare uno scambio di assaggi! :-P
    Chissà in futuro... ;-D
    Grazie della tua visita
    Ciao!

    @Imma: grazie!! Il riferimento letterario piace anche a me :-)
    Bacioni a te e buona settimana!

    @Paola: se non metti il passito metti l'equivalente di latte.
    Grazie per il tuo interesse al mio blog e a presto!

    @Flavia: ciao carissima, ho visto il tuo post :-DDD
    Passo domani con calma a commentare ;-)
    Buona settimana a te!

    @Simonetta: assaporare mentalmente è una pratica nella quale indulgo spesso anch'io, però finisco con l'abbuffarmi ;-D
    Ciao!

    @Gambetto: ok per il limone ma temo che la mandorla amara copra l'aroma del passito, poi la torta in sé, per il mio gusto almeno, non è dolcissima, le mandorle 'dolci' sono tostate poi.
    A presto!

    P.S.: confido allora che tu usi carta riciclata per evitarmi i sensi di colpa!! Ahahahahahahah


    @Renza: grazie carissima!!
    Il nome crea molta aspettativa in effetti :-))
    Buona settimana a te!

    RispondiElimina
  17. le tue torte mi lasciano sempre conquistata! quanto mi piacciono le mandorle! non conoscevo questo dolce ma è spaziale :-D troppo buono!
    Ciao da Francesca

    RispondiElimina
  18. Caspita! Dopo la prima fetta ti metti a parlare in siculo!!
    Miiiiiiiiiii!! Buonissima jèè!

    RispondiElimina
  19. @Francesca: grazie! Anche a me piacciono un sacco! :-)
    Ciao!

    @Tiz: ma come, l'hai già assaggiata?!

    Bedda matri!! ;-D

    RispondiElimina
  20. Eh no qui è d'obbligo copiare la ricetta, mio marito adora le mandorle ma io ho preparato una cosa un po' più calorica...bravissimo deve esssere deliziosa!!!

    RispondiElimina
  21. Le tue torte sono sempre una deliziosa tentazione ;-)
    Alternative al Passito di Pantelleria? non ce l'ho e non so bene dove potrei procurarmelo :-/

    RispondiElimina
  22. Ho comprato la carta riciclata e non dire che non ti vengo incontro!! :PPP ahhahahaha

    RispondiElimina
  23. @Simona&CLaudia: le mandorle comunque tu le giri sono caloriche ;-)
    Ciao e a presto!

    @Elena: in alternativa un altro vino passito dolce ;-)
    Ciao

    @Gambetto: meno male, da stanotte posso ricominciare a dormire tranquillo... ahahahahahah

    RispondiElimina
  24. wow... nanni... dev'essere di un buono!
    prima o poi vengo a far razzia da te!

    RispondiElimina
  25. Ottimo, ora so come utilizzare la pasta frolla avanzata l'altro giorno... proverò a fare la versione muffin di questa torta!

    RispondiElimina
  26. @Babs: per questa arriveresti un po' tardi, ce la siamo già finita! ;-))
    Per te qualcosa in serbo c'è sempre!
    Grazie e a presto!

    @Nico: bene! Le monoporzioni mi sembrano una pttima idea!
    Ciao!

    RispondiElimina
  27. anche tu con le mandorle amareeeeeeeee ... quindi devo prorio procurarmele... che bello questo dolce, sempre impeccabile nelle descrizioni e nelle preparazioni. Buonissima giornata (spero il periodo no sia un po' meno no, non ci conosciamo ma il tuo blog è così bello e sa così tanto di te che mi sembra di conoscerti ;)) ciao

    RispondiElimina
  28. Grazie!
    Per i complimenti e per l'incoraggiamento :-D
    Buon tutto!

    P.S.: non ci sono mandorle amare nella ricetta... ;-)

    RispondiElimina
  29. ehm ... hai ragione... ho letto amare automaticamente... forse perchè arrivavo dal post dello zio piero e dalle tortine di gambetto :( ho le traveggole culinarie :(

    RispondiElimina
  30. e da dove comincio? GRAZIEEEEE
    Mi sento onorata! Sai la stima che ho per te, e ti dico anche che stima è riduttivo! Questa torta è semplicemente un colpo di fulmine, odore di mandorle e passito riempiono già le mie narici... ti dico solo che "riuscirò" a rifarla... dovessi farne una a settimana per anni ma ci riuscirò!
    Un contributo meraviglioso!
    ti abbraccio

    RispondiElimina
  31. n.: a me piacciono molto le mandorle amare... ma ho difficoltà a reperirle.
    Grazie ancora per i tuoi messaggi! :-)
    A presto!

    @Ginestra: la ricetta l'ho scelta pensando a te e a come ti racconti nel blog e... credo di aver scelto giusto!

    Hai fatto i babà... questa la rifai ad occhi chiusi ;-))

    P.S.: spero di riuscire a farti avere un altro contributo ;-D
    Ciao!

    RispondiElimina
  32. Nanni propongo un grande scambio...mandorle amare per cocciniglia...che dici?? :PP hahahahahaha

    RispondiElimina
  33. Ok!
    Sabato mattina le prendo...in privato mi fai sapere dove spedirle.
    PS
    Non è che ci arrestano per commercio di "droghe" da dolci??:P ahahahahaahha

    RispondiElimina
  34. Che meraviglia!Che delizia!!!Una torta superba!!!Veramente buonissima, complimenti!!!

    RispondiElimina
  35. @Gambetto: se ci beccano tu di' che era per uso personale ahahahahahah ;-)

    @UnaZebra: ma quanti complimenti!! Grazie!!! :-DDD

    RispondiElimina
  36. Ciao è la prima volta che ti lascio un commento, ma ammetto di aver già sbirciato il tuo blog in passato...solo che non riuscivo più a trovarti!!!
    Devo dire che questa è una signora torta!!
    Favolosa, poi vederla tagliata..... mmmmmmmmmm, bravissimo!


    P.s: mi sono segnata fra i sostenitori, così non ti perdo più!

    RispondiElimina
  37. Grazie Yaya, mi fa piacere riaverti quì :-DDD
    A presto!

    RispondiElimina
  38. mammachebella
    la storia della Sicilia e dei suoi dolci, qualcosa di unico

    quanto passito c'hai bevuto sopra?

    RispondiElimina

Lettori fissi

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001