lunedì 11 ottobre 2010

L'Albero della Vita - Omaggio a Gustav Klimt


Oggi il post riguarda una torta con una decorazione molto particolare...

La decorazione della torta infatti si ispira liberamente alla tavola centrale del cosiddetto "Fregio Stoclet" di Gustav Klimt e rappresenterebbe l'albero della vita.


Nel mosaico originale intero, eseguito nel 1911, l'albero è molto più esteso orizzontalmente e ai lati sinistro e destro si possono distinguere delle figure umane rappresentanti rispettivamente "L'attesa" (o danzatrice) e "L'abbraccio", questa quà sotto è una copia alla quale mancano altre due tavole ai margini dove l'albero estendeva la sua chioma "spiralata" più un ultima tavola di contenuto astratto apparentemente separata dal contesto.


Quello che è l'elemento ricorrente ed evidente dell'opera è il motivo spiralato delle diramazioni dell'albero ed a quello faccio riferimento come ispirazione per la mia decorazione.

Le interpretazioni di quest'opera di Klimt sono tutt'oggi poco chiare, l'autore stesso non ha lasciato indicazioni al riguardo; io non essendo né uno storico né tantomeno un critico dell'arte mi guardo bene dall'azzardare ipotesi, mi limito quindi come tutti a subire in silenzio il forte potere evocativo dei simboli contenuti in quest'opera d'arte.

A Klimt il fregio fu commissionato come decorazione per la sala da pranzo da un ricco signore belga, quindi lontano dalla sua Vienna nella quale l'autore doveva fronteggiare un ambiente accademico ostile e conservatore, atteggiamento tipico di una società, in questo caso quella imperiale asburgica, che in quel momento era in rapido declino.

Inutile dire che oggi Gustav Klimt è uno degli artisti più valorizzati del suo paese, ormai tutti (o quasi) anche da noi conoscono opere come "Il Bacio", "Danae" oppure "Giuditta I" e "Giuditta II" tanto per citarne alcune.


La ricetta è quasi una non ricetta nel senso che come torta in sé è piuttosto elementare, mi serviva insomma una base classica e veloce sulla quale stendere una tela per disegnare col cioccolato.

Ho scelto quindi il classico pan di spagna a montata media e la glassatura con creme ganache di due colori in contrasto.

Il pan di spagna mi andava bene anche per un discorso di leggerezza dell'impasto rispetto alla pesantezza della copertura di cioccolato.

Inoltre, considerato che per coprire e decorare una torta tipicamente si trovano glassature al cioccolato che prevedono che venga mescolato con altro zucchero in sciroppo o col burro (o con entrambi), per non appesantire/addolcire ulteriormente l'insieme ho preferito miscelare il cioccolato solo con acqua, giocando con l'equilibrio tra i due ingredienti in modo da avere una glassa inizialmente fluida e facilmente tagliabile una volta rappresa, anche dopo un eventuale passaggio in frigo.

Per cercare di riprendere il colore di sfondo del mosaico ho scurito appena il cioccolato bianco aggiungendo un po' di cioccolato al latte alla volta e controllando ad occhio la sfumatura.

Per la ganache scura usata per disegnare invece ho scelto di mantenerla un po' più sostenuta per diverse ragioni e ho scurito (forse troppo) del cioccolato al latte miscelandoci del fondente.

Purtroppo le ricette sono ricavate empiricamente in quanto colori e consistenze le ho trovate a sensazione e non con la bilancia... spero di aver ricavato con buona approssimazione le quantità che ho scritto più sotto.


N.B.: al momento della rifinitura volevo mettere dei confettini colorati (mompariglia) per rappresentare fiori ed altri piccoli particolari colorati, ma non riuscivo più a ricordare dove li avevo nascosti...

Voi capite che se non li nascondo i confettini colorati me li vede il mio piccolo chef e me li spolvera all'istante... insomma alla fine li ho nascosti così bene che non li trovo più neanch'io! Giuro!!

E così è rimasta una decorazione puramente bicolore e con qualche figura simbolica in meno.

Ho optato per sostituire i suddetti facendo qualche semplice macchiolina quà e là con la glassa bianca anche se non è proprio la stessa cosa.

Se intendete usare queste creme per glassare e decorare le vostre torte vi do qualche piccolo suggerimento.

Fare una quantità abbondante di glassa ed una volta mescolata battere la ciotola sul tavolo per eliminare le bolle d'aria.

Stenderla ancora calda con una spatola dritta eseguendo pochi movimenti precisi prima che rapprenda.

Per un effetto maggiormente coprente potete dare due mani di glassa, passando la prima più sottile e lasciandola rapprendere prima di passare la seconda.


Ingredienti

Per il Pan Di Spagna (tortiera rettangolare di 30x22 cm)
Uova 5 (300 gr se usate quelle grandi)
Zucchero 200 gr (ovvero 2/3 del peso delle uova)
Farina 200 gr (come sopra)
Aroma di vaniglia

Per la ganache chiara
Cioccolato bianco 350 gr
Cioccolato al latte 20 gr circa
Acqua 100 gr

Per la ganache scura
Cioccolato al latte 150 gr
Cioccolato fondente 50 gr
Acqua 30 gr

Procedimento
Premessa: tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente.

Preparare il pan di spagna: mettere le uova intere con lo zucchero e l'aroma di vaniglia in una ciotola a bagnomaria (temperatura dell'acqua 45° circa)

Montare con lo sbattitore elettrico per alcuni minuti (10 circa) finché il composto è ben gonfio e "scrive".

Togliere dal bagnomaria ed aggiungere la farina setacciandone un cucchiaio alla volta ed amalgamandola con delicatezza con una spatola.

Distribuire il composto nella teglia imburrata e mettere in forno già caldo a 170° circa.

Cuocere per 25' circa o fino a doratura.

Togliere dal forno e raffreddare su una griglia.

Preparare la ganache chiara sciogliendo il cioccolato tritato ed acqua insieme a bagnomaria o nel microonde.

Mescolare di tanto in tanto cercando di non incorporare aria nella crema.

Appena è ben sciolta e fluida versare sulla torta e spatolare come descritto sopra, curando di coprire bene anche il bordo laterale della torta.

Preparare la ganache scura con lo stesso procedimento di quella chiara, metterla nel sac-a-poche e decorare a piacimento.

Con questo post partecipo al contest l'Arte in Cucina del blog Sorelle in Pentola.

43 commenti:

  1. Lo so che sono ripetitiva ma davvero "senza parole"!!! Klimt credo sarebbe ben onorato del tuo omaggio. Strepitoso come sempre. Ciao, buona giornata

    RispondiElimina
  2. E' meravigliosa...a parte che io adoro Klimt....ma questo non conta,la tua torta è uno spettacolo!
    buona giornata

    RispondiElimina
  3. No, vabbè, ma tu sei una via di mezzo tra un genio e un artista.
    Finalmente una signora torta senza quell'immangiabile pasta di zucchero (non si offendano i sostenitori).
    Se dovessi sognare una torta per il mio compleanno non riuscirei ad immaginarla così bella.
    Bravo, bravo, bravo

    RispondiElimina
  4. Troppo BELLA!!!! Sei davvero un artista, complimenti ;)
    Buon inizio settimana!!

    RispondiElimina
  5. Che dire se non incredibile??

    RispondiElimina
  6. Ho un debole per Klimt, oltre che per il cioccolato.
    Potrei non rimanere a bocca aperta davanti a questa creazione???

    RispondiElimina
  7. Favolosa!!! Trovo che i quadri di Klimt siano molto sugestivi, poetici ed evocativi...ottima scelta Nanni.

    RispondiElimina
  8. nn avevo dubbi che avresti realizzato un capolavoro nanni!!!il tuo omaggio a klimt è davvero un sogno di golosità pura!!bacioni maestro,imma

    RispondiElimina
  9. Fantastica la tua interpretazione!

    RispondiElimina
  10. Assolutamente meravigliosa! ci vuole fantasia già nello scegliere, figuriamoci nel preparare! Sei bravissimo e se il contest implica una vittoria la meriti tu.
    Buona settimana

    RispondiElimina
  11. Solo una cosa: ME-RA-VI-GLIO-SA!
    Sei troppo bravoooooooooo!
    Klimt dovrebbe essere onorato della cosa, è bellissima!!

    RispondiElimina
  12. .... sono senza parole... complimenti

    RispondiElimina
  13. @Federica: che velocità!
    ...io invece spero non venga il suo fantasma a tirarmi i piedi nottetempo eheheheheh
    Buona giornata a te!

    @iaia: ma grazie! Non si può non adorare un artista come Klimt ;-)))
    Buona giornata a te!

    @Lydia: carissima, troppo buona... grazie davvero! Ed io sarei più che onorato di farti una torta di compleanno :-D
    Ciao!

    @Laura: grazie dei complimenti!
    Buona settimana!

    @Eleonora: grazie!
    Buona giornata e a presto!

    @Stefania: concordo, sono entrambi irrinunciabili ;-)
    Mi piace il tuo nuovo contest, ho già messo il banner ;-)
    Ciao!

    @Elena: grazie! Avevo anche altre idee, ma questa ha trovato subito la via... ;-)
    Ciao!

    @Imma: grazie carissima, i tuoi commenti mi lusingano assai!! Bacioni a te e a presto!

    @Stella: grazie!
    Si perché di interpretazione si tratta ;-)
    Buona giornata!

    @Sonia: ti ringrazio del pensiero, ma sarà dura... vedessi che cose eccezionali che concorrono!
    Ciao!

    @Tery: grazie carissima! Ormai è un po' tardi per chiederglielo... ahahahahahah
    Scherzo lo sai, grazie per il tuo commento e a presto!

    @n.: ma grazie! Ti auguro una buona settimana :-)

    RispondiElimina
  14. Ma è spettacolare questa torta!!!
    Sei davvero un'artista Nanni!!!
    Ciao e buona settimana!

    RispondiElimina
  15. E' bellissima e molto somigliante! e poi la golosità è un ingrediente fisso delle tue creazioni, complimenti!
    Francesca

    RispondiElimina
  16. Aspettavo da tempo questo post e come il solito non ti sei smentito...Sei un'artista del cioccolato!!!Bravissimo...
    Buona giornata...
    sara

    RispondiElimina
  17. è un omaggio meraviglioso, molto bella!!! complimenti...un abbraccio

    RispondiElimina
  18. @Renza: grazie!! Buona settimana a te!

    @Francesca: grazie per i complimenti carissima! A presto!

    @Sara: lo so, lo so che lo aspettavi... ;-)))
    Sai che quasi quasi una volta scaduto il termine mi vien voglia di pubblicare anche le altre idee che mi erano venute... ;-)
    Grazie e a presto!

    @Luciana: ma grazie!!! un abbraccio a te!
    Ciao!

    RispondiElimina
  19. acciderbolina che opera d'arte che hai fatto anche te.... mica solo il buon vecchio Gustav!
    ;-)

    RispondiElimina
  20. E' davvero un'opera d'arte!

    Pochi giorni fa sono stata alla mostra di Van Gogh e Gauguin ed ho ancora i loro colori negli occhi e nel cuore...Se ti capita una gita a Roma non fartela scappare!

    RispondiElimina
  21. Be', davvero bravo! (ma questa non è una novità, ormai)

    ;-)

    RispondiElimina
  22. le tue torte sono sempre in genere dei piccoli capolavori, ma questa in particolar modo lo è veramente. Con tutto quel cioccolato deve essere anche deliziosa. Ciao, buona settimana

    RispondiElimina
  23. io sono come sempre AMMIRATISSIMA... ogni volta è uno wow..woW..wOW...WOW!
    Oltre alla decorazione, scusa il termine riduttivo... mi da l'idea d'un sapore buonissimo!

    RispondiElimina
  24. Ha un solo difetto....non e´gluten free...!! Ma meglio..non so se sarei capace di magiare questo capolavoro...! Bravo Nanni !!

    RispondiElimina
  25. Nanni sono senza parole!... che spettacolo di torta!
    a presto
    Silvia

    RispondiElimina
  26. @Gaia: è lui che ha cominciato! ;-)
    Grazie e a presto!

    @Virò: grazie! Le mie gite a Roma purtroppo sono molto rare :-(
    Grazie per l'informazione :-)
    Ciao!

    @ZioPiero: grazie per l'apprezzamento!
    A presto!

    @Simona&Claudia: grazie carissime! Tutto sommato era semplice ma buona.
    Buona settimana a voi!

    @Ginestra: per il sapore se ti piace il cioccolato bianco/al latte... quì non manca! ;-)
    Grazie mille!!!
    Buona giornata!

    @Simonetta: grazie!! Difetti ce n'è anche più di uno... vedrò di studiare anche qualcosa di GF ;-)
    Ciao!

    @Silvia: ma grazie!!
    Sempre troppo gentile...
    Buona settimana :-)

    @Gloria: grazie mille!!
    A presto!

    RispondiElimina
  27. Ho guardato bene...ma molto bene la foto della torta e devo dire che è un piccolo grande capolavoro detto nel modo più schietto e sincero che riesco, spero sottraendo alle parole tutta la retorica di cui si gonfiano nel web.
    Detto questo ti ringrazio perchè ho capito dal tuo post perchè la mia glassa non era del tutto esente da bolle e quindi ho aggiunto un ulteriore tassello per migliorare la mia già scarsa tecnica.
    Grazie e che aggiungere...se non che sei bravo davvero :)

    RispondiElimina
  28. Che dire, un'opera d'arte ! Un peccato tagliare questa meraviglia ! Buon proseguimento.

    RispondiElimina
  29. @Gambetto: meno male che ci sei tu a tirarmi su, io se la guardo bene bene la trovo strapiena di difetti!!
    L'ho pubblicata comunque perché tutto sommato era accettabile e spero che chi mi legge ed ha una mano migliore possa divertirsi con la tecnica descritta.
    Per togliere le bolle c'è anche chi passa la glassa da un colino a maglie fitte, che però te la raffredda un po'.
    Grazie per i complimenti! :-D
    A presto!

    @Paola: è vero, dopo tutto il lavoro ed una ventina di foto non avevo la forza di affondare la lama per affettarla ;-)
    Grazie e a presto!

    RispondiElimina
  30. non ho parole, sei bravissimo!

    è veramente stupendo!

    RispondiElimina
  31. No vabbè.. col ciocco-Klimt ti sei superato!!!
    TU NON SEI UMANO...
    (è bellissimo complimenti!!!)

    RispondiElimina
  32. @Gaia: grazie! Sono contento che ti piaccia :-D
    A presto!

    @Flavia: carissima, grazie per i complimenti!!!
    Ciao!

    RispondiElimina
  33. Che roba ragazzi, complimenti Nanni!
    Po' sono sempre ammirato da quelli che sanno usare la sac-a-poche.
    Beh ma quest'opera d'arte non l'avrai mica mangiata vero? :D

    RispondiElimina
  34. Ebbene si, alla fine l'ho dovuta mangiare! ...la mia signora poi non mi permetterebbe mai di appendere una torta alla parete del salotto! ahahahahah ;-)))

    Ti ringrazio per i complimenti, in realtà io ancora mi sento parecchio impedito con il sac-a-poche, per ora cerco di fare esercizio.
    Grazie e a presto!

    RispondiElimina
  35. Ciao, guardando la lista delle sorelline in pentola sono arrivata fino qui... incredibile opera artistica eseguita con mano esperta e creatività da vendere. Gustav ringrazia e tutti noi ci lecchiamo i baffi.

    Buon week end

    RispondiElimina
  36. è davvero stupenda. Inoltre adoro la ganache...
    credo tu abbia rappresentato divinamente l'albero della vita. Inoltre hai scelto un'opera con un significato così bello...
    e che dire anche senza confettini è stupenda.
    Mi chiedo come faranno le sorelle in pentola e gli altri della giuria a scegleire con delle opere stupende come queste.

    RispondiElimina
  37. @Letizia: ma sei di Firenze anche tu! E hai fatto tutto questo giro per trovarmi! ;-DDD
    Grazie per il tuo commento e a presto!

    @angie: mi fa piacere che tu abbia notato il significato dell'opera che ho scelto :-)))
    Grazie per il tuo bel commento e a presto!

    RispondiElimina
  38. mammamiaaa...anche GUSTAVO...uno dei miei preferiti! se fai pure la torta Chagall avverti plis, complimenti!

    RispondiElimina
  39. veramente, veramente bellissima!

    RispondiElimina
  40. @Paola: Chagall sarebbe una bella sfida! Grazie dei complimenti!
    Ciao

    @Aldebarina: grazie! ;-)

    RispondiElimina
  41. resto a bocca aperta
    complimenti infiniti

    RispondiElimina
  42. Grazie per i complimenti, che naturalmente giro a Gustav Klimt...
    ;-)

    RispondiElimina

Se ti va puoi lasciare un commento.

Prima di pormi domande tecniche assicurati che:
- quello che chiedi non sia già scritto nel post e non lo hai letto per la fretta
- vuoi realmente riprodurre la ricetta e non domandi tanto per fare, perché io non rispondo così tanto per fare.

I commenti pretenziosi e/o anonimi verranno automaticamente cestinati.

Grazie

Lettori fissi

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001