giovedì 13 ottobre 2011

Savoiardi! ...ed ultime novità


Rieccomi quà finalmente, purtroppo anche avendo il post pronto per metà non mi è stato possibile pubblicarlo prima perché in questi giorni mi è capitato un po' di tutto...
Fortunatamente adesso è quasi tutto risolto, ma ho paura che questo sia solo l'inizio!

Credo infatti che per un bel pezzo dovrete abituarvi ad una mia presenza oltremodo ridotta ed incostante, tante sono le cose che occupano il mio tempo libero e che su questo mio hobby hanno la priorità.

Io come sempre porto avanti la mia passione per la pasticceria, continuo a sperimentare le mie ricette e faccio pure qualche foto, ma solo il pensiero di perdere due ore di sonno prezioso per spiegare nel miglior modo possibile una ricetta della quale in molti casi non saprò mai se verrà realmente eseguita da qualcuno, da chi, con quali risultati e con quale soddisfazione mi toglie molte velleità, ritengo infatti che soprattutto chi mi fa una richiesta specifica sulla quale metto tempo e risorse, per correttezza dovrebbe poi mettermi a parte di risultati ed impressioni... e chiudo quì il discorso.

Fortunatamente in questa mia settimana di assenza, qualche salvifico feed-back in controtendenza c'è stato eccome e così non vi mollo definitivamente come era stato a lungo mio pensiero ricorrente, ma porterò avanti la mia opera di condivisione in maniera molto meno "lineare".


Intanto è ricominciata la stagione fredda tanto attesa per ritornare a parlare del "cibo degli dei"... a chi attendeva notizie sui miei corsi di cioccolateria e pasticceria comunico che ho deciso che non intendo stabilire date di mia iniziativa, manterrò fede ovviamente agli impegni presi per le date stabilite già da tempo privatamente con i gruppi che mi hanno contattato e mi terrò a disposizione di altri gruppi già organizzati che vorranno contattarmi in futuro.

Ed anche sui corsi ho le mie buone ragioni... tanto per dire, io ho una memoria da elefante e se dovevo dar retta a tutti quelli che a parole spergiuravano che il corso lo avrebbero fatto (e sono legione), stavo fresco... infatti che bisogno hai di dirmi: "No, davvero farai i corsi?!?! Grande!!! O Nanni, mi raccomando, avvertimi che io lo faccio sicuro, eh? Sono in prima fila!! Porto anche tre amiche!!!"....se poi di fatto non è una reale intenzione ma diciamo... forse arriva a mezza?
Guarda che poi quando ci incontriamo di persona quello può essere un precedente imbarazzante per entrambi, eh!

Un altra ragione, ben più seria ed importante della precedente, è che non sono affatto un buon organizzatore ed il lavoro di promozione e segreteria mi rimane ostico e pesante, pagherei purché lo faccia qualcun altro più portato di me per queste cose, ragioni per le quali d'ora in poi ben vengano i gruppi di appassionati ben organizzati ed attrezzati od in alternativa un po' più di riposo e tempo libero per me.


Ora, tolti un po' di sassolini dalle scarpe, passiamo alla ricetta di oggi:
quello che colpisce a colpo d'occhio di questi savoiardi è che rispetto a quelli che si comprano (ed ai quali ormai siamo abituati come fossero l'unico riferimento) questi sono piatti alla base ed al morso hanno una consistenza leggermente più compatta.

Per ottenere la classica forma tonda sopra e sotto è solo questione di procurarsi l'apposito stampo multi-impronta che per chi non lo conoscesse è fatto tipo tante file di "barchette" liscie, ma è un eventualità da prendere in considerazione solo se volete fare una figura molto professionale confezionando qualche "Charlotte", per i classici Tiramisu o Zuppa Inglese della domenica invece, dove il biscotto viene inzuppato e poi scompare annegato nella crema non ha secondo me molto senso.

Per quanto riguarda la consistenza noterete che anche questi assorbono eccome senza appesantire l'insieme e che la leggerezza di quelli comprati è forse un tentativo riuscito del produttore di vendervi anche l'aria dentro ai biscotti... ;-)))

A breve ovviamente li sottoporrò alla prova di rito del tiramisu...


Ingredienti
Uova 2
Tuorli 2
Zucchero semolato 120 gr (100+20)
Zucchero a velo 100 gr (vanigliato home made)
Farina 00 200 gr
Lievito per dolci 1/2 bustina
Amido di frumento 150 gr
Sale un pizzico

Procedimento
Setacciare assieme farina, amido e lievito.

Tenere da parte

Tenere le uova ed i tuorli un paio d'ore a temperatura ambiente e con un frullino elettrico montarli poi in una ciotola con 100 gr di zucchero semolato, lo zucchero a velo ed il sale.

L'impasto deve gonfiare similmente a quando si fa il pan di spagna dopodiché con una spatola incorporare gradulamente le polveri, meglio ancora se setacciandole nuovamente nell'aggiunta.

Mescolare uniformemente e trasferire poi il composto in un sac-a-poche con bocchetta liscia tonda di 15 mm.

Formare dei bastoncini di 8-10 cm ben distanziati su una teglia coperta di carta forno,

(Nota: si, ce n'è uno storto... anzi più d'uno! ;-PPP)

cospargerli con lo zucchero rimanente ed infornare a 190° per 8' circa o comunque quando presentano segni di screpolatura.

Togliere dal forno, attendere 5' e poi distaccare i biscotti con delicatezza,


poggiandoli su una griglia a completare il raffreddamento.

Alla prossima! ;-)

44 commenti:

  1. posso ridere vero nanni? e lo sai che non sto ridendo di te, ma perchè riconosco più che bene la situazione :)
    Un baciotto
    b

    RispondiElimina
  2. ho letto con interesse dei tuoi "sassolini" e convengo che questo nostro spazio serve anche a questo^-^
    i biscotti sono una meraviglia e aspetto la messa in opera!
    baci

    RispondiElimina
  3. @Babs: tu quì da me puoi tutto, lo sai... ;-)
    Baci a te ed a presto!

    @annaferna: eh! prima di tutto il blog è un diario, tra una ricetta e l'altra vi beccate anche qualche confessione... ;-)
    Baci a te!

    RispondiElimina
  4. Ciao Nanni, mi dispiace per i sassolini che ti sei dovuto togliere, ma non te la prendere...Tante volte la gente non riflette e, lo so, ci si rimane male, ma in giro non c'è tanta serietà....
    Passando ai Savoiardi...Sono davvero belli...Io li ho fatti un bel po' di tempo fa e ogni volta mi ripropongo sdi rifarli...Quelli che faccio io sono quelli di Salvatore de Riso e vengono soffici praticamente come quelli che si comprano...Provali...Magari uno di questi giorni mi decido veramente a farli e li posto, così se un giorno avrai voglia potrai fare il confronto...Baci, Martina

    RispondiElimina
  5. sono stupendi! e oggi hai avuto la prova che qualcuno prende le tue ricette che sono ssmpre ottime! quindi ti aspetterò con calma e in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  6. Nanni ma lo sai che tra il dire e il fare...E il mondo è così pieno di personaggi incostanti e io ti consiglierei di mettereli sempre in conto...Vabbè detto questo non posso che approvare in pieno i savoiardi home made che sono troppo buoni e che nel tiramisù faranno un figurone...Io da quando li ho scoperti non li ho più mollati! E come dici tu altrochè se questi assorbono :)! Un bacio e buona giornata(spero ;))!

    RispondiElimina
  7. Meglio toglierli i sassolini, sono indigesti. Purtroppo a volte (spesso!) si parla senza riflettere e forse anche per fare un po’...scena!
    I savoiardi li ho in lista da una vita ma la mia grande “simpatia” per il sac à poche fa sì che qualcos’altro passi sempre avanti. Chissà se l’autunno porta consiglio!!! Un bacio, a presto

    RispondiElimina
  8. fai bene a toglierti i sassolini dalle scarpe. C'è tanto falso buonismo in giro e ci vuole qualcuno che dica quel che sente..poi tu l'hai fatto con eleganza ;) I savoiardi..cavolina io nn li compro praticamente mai anche perchè il tiramisù nn lo faccio (odio il mascarpone..trauma infantile). Però per fare una bella charlotte in effetti..e poi il mio cognatino li adora! Ma per farli dritti nn si potrebbero tracciare sulla carta forno delle linee guida? che ne pensi?

    RispondiElimina
  9. Nanni hai ragione e hai fatto bene a levarti i sassolini dalla scarpa!
    Io spero sempre, però, che tu arrivi qui a Milano con i tuoi corsi! :)
    Intanto mi hai fatto taaaanto sorridere anche con la vendita dell'aria che è una cosa che sostengo da tempo!!! Ma perchè le aziende cercano di venderci aria ovunque? Gelato, savoiardi...maddaaaiiii!!

    RispondiElimina
  10. adoro i savoiardi perche' adoro il tiramisu'...non li ho mai preparati ma credo che porvero', di sicuro il mio dolce preferito avra' un sapore piu' casalingo e dolce

    RispondiElimina
  11. mi dispiace leggere queste cose, ma non ci abbandonare! magari scrivi solo quando ti va, devo farti vedere i boeri che farò appena trovo la materia prima (le ciliegie sotto spirito), comunque ti capisco, tu ci metti tantissimo impegno nei corsi, l'ho visto!
    i savoiardi sono perfetti, mi scrivo la ricetta. Ciao!!!
    Francesca

    RispondiElimina
  12. ci stavi provando vero..?! mannaggia non devi stare così a lungo dal tuo diario di bordo ben vengano i sassolini da togliere ma la tua passione non deve demordere mai anzi chi vuole con passione e realtà ti segua ...
    sembra di sentirmi un peso sul petto non so il perchè :-(
    p.s. ma te e lo zio piero avete la telepatia..?? avete postato quasi la stessa cosa siete formidabili..
    un abbraccio immenso Nanni
    lia

    RispondiElimina
  13. "Dark side of the moon"
    Certe valutazioni, più che sassolini mi sembrano considerazioni oggettive che non diventano mai spiacevoli, ne possono essere considerate tali, se non nel momento in cui vengono tenute celate. La trasparenza che usi nel condividere una passione caratterizza giustamente tutti gli aspetti e quindi che ben venga questo sfogo.
    Poichè tu sei maggiormente esposto, per via dei corsi ed anche della tua disponibilità mi sembra realistico tracciare la linea di demarcazione che separa gli urletti di approvazione da chi invece supporta in modo più concreto il tuo percorso.
    Detto ciò, ovvio che prendo anche ricetta, come se non avessi fino ad ora saccheggiato abbastanza! :P ahahahahaha
    Un abbraccio :)

    PS
    Io adoro quell'album...:))

    RispondiElimina
  14. Io le tue ricette le ammiro da lontano, non le ho mai provato, ma le ammiro sempre tantissimo! Non so quanto questo ti possa bastare, ma una goccia fa pur sempre parte di un oceano, no?

    RispondiElimina
  15. Si vede che questo è periodo di sassolini...ehehehe. Me ne sono tolta anch'io parecchi ultimamente...sarà che la pioggia di ormoni mi ha dato una carica mai vista...sarà... comunque i tuoi dolci sono uno SPETTACOLO! Questi savoiardi poi sono ancora più belli di quelli che si comprano! Complimenti sei un mito! Kisssssssssss

    RispondiElimina
  16. io ho iniziato solo 3 mesi fa con il blog, ma ogni persona che ho conosciuto mi ha parlato benissimo di te, quindi non essere così negativo che alla fine ti amano tutti :)

    RispondiElimina
  17. sono perfetti sei un grande.

    RispondiElimina
  18. io ME LI SEGNO, non so quando li farò (tanto per darti un'indicazione circa il tuo discorso lì sopra, che condivido in pieno), ma li farò; sarai anche avvisato ;)). Era tempo che cercavo la ricetta dei savoiardi; dopo alcuni tentativi non riusciti mi ero quasi messa il cuore in pace... ed ecco i tuoi.
    Grazie, quindi, ed un annraccio.

    RispondiElimina
  19. Posso solo che comprendere e condividere quanto hai scritto.
    Sono considerazioni che spesso faccio anche io...ma poi continuando comunque a cucinare e a fotografare...alla fine scrivere e pubblicare mi è diventato quasi automatico. In fondo, dico sempre, che se non fose per il blog non avrei mai conosciuto gente come te, o Gambetto (a proposito, condivido al 100% anche il suo commento) o Araba o tanti altri con i quali si è instaurata un'amicizia che va al di là del virtuale o dell'urletto gratuito e spropositato.

    Stamme 'bbuone Giua' e passa da Roma, iaaa! (questa immaginatela detta da Gamby!)
    ;)

    RispondiElimina
  20. @ZioPiero
    Solo tu potevi uscirtene così! :P ahahahaahahahah

    "Bella pe'te ZioPiè!"
    PS
    Io non sono bravo come te per il napoletano però ci provo eh! :)

    RispondiElimina
  21. @Martina: a casa ho un libro di De Riso che mi hanno regalato, intanto li cerco lì e do un un occhiata... ;-)
    Grazie e a presto!

    @Vale: lo so che vengono a prendere in tanti, ma pochi tornano a dire grazie.
    Grazie di cuore, il tuo feed-back è capitato al momento giusto... ;-)
    Ciao!

    @saretta: eh eh, lo so, di quello che ho scritto nel post ne avevamo già parlato di persona diverso tempo fa ti ricordi?
    Ora però ho anche altre priorità
    Un bacio a te e... certo che è una buona giornata, ci mancherebbe! ehehehehh ;-)))

    @Federica: se si decidesse a cominciare per bene quest'autunno! ;-)))
    Comunque guarda, quest'impasto è abbastanza sostenuto, quindi ben gestibile col sac-a-poche...
    Un bacio a te e buona giornata!

    @Cleare: ahahah, certo che si possono fare le linee ma basta molto meno, come una mano ferma, nessuna fretta e.. qualcuno che tiene fermo il foglio quando stacchi la punta! eheheheheh ;-PPP
    Ciao!

    @Tery: se qualche gruppo organizzato che ha una struttura adatta mi inviterà da codeste parti verrò certamente... lo scorso anno ci ho provato, mi sei testimone.
    L'aria è un grosso business... quella fritta poi! ;-)
    Un abbraccio

    @Controtutti: io sono anni che non ne preparo uno! Anche il mio sarà il primo con i savoiardi home-made.
    Ciao

    @Francesca: no, non ho intenzione di darmi alla macchia... tu poi hai anche il mio numero di telefono... ahahahahah ;-)
    Grazie mille come sempre e a presto!

    @Lia: la passione, quella c'è sempre, il tempo un po' meno ma non vorrei esserti causa di dispiacere.
    Ti ringrazio infinitamente per il sostegno e l'amicizia, se sono ancora quì a scrivere è anche merito tuo :-D
    Buona giornata!

    @Gambetto: "the lunatic is on the grass..." eheheheheheh ;-)))
    A parte il discorso sui riscontri, è più che mai vero che le mie priorità stanno cambiando ed il tempo rimane sempre quello.
    Un abbraccio a te! :-)

    P.S.: acnh'io lo adoro :-D

    @Eleonora: beh... se come in questo caso vengo anche a saperlo mi fa piacere eccome! ;-)
    Grazie e buona giornata!

    @Kiara: grazie per i complimenti! Sarà quel che sarà... e comunque grazie mille!! :-DDD
    Felicitazioni e bacioni a te e... alla "fagiolina"!! ;-)))

    @Monica: ma no, infatti so bene che la mia reputazione sono capace di rovinarmela da solo, soltanto che ho un po' meno tempo di prima e devo impiegarlo in maniera meno dispersiva di prima.
    Grazie mille e buon biscottamento!

    @Mary: ma grazie! Te ne offrirei volentieri!
    Buoan giornata

    RispondiElimina
  22. @Fausta: grazie! Conto sul tuo riscontro (qualunque esso sia, eh!)
    A presto ed un abbraccio a te!

    @ZioPiero: mannaggia, ma il tuo segreto è che tu dormi 4 ore per notte!! ;-PPP
    Quando vengo a Roma state sicuri che avviso prima a te e Gambetto che mia sorella!!!

    @Gambetto: ma io credevo venisse a ripetizione da te! eheheheh ;-PPP

    RispondiElimina
  23. Devo dire che non avevo mai pensato a fare i savoiardi in casa! Pensa che storia, fare il tiramisù completamente da zero! :) Un figurone! Grazie per la ricetta ;)

    RispondiElimina
  24. Nanni,io aspetto sempre le meraviglie che pubblichi..... questi biscotti sono delle nuvole di leggerezza!!! Chi sa se sarò in grado di farli! Ultimamente con i dolci.....

    RispondiElimina
  25. @Nero di Seppia: Grazie a te per il commento! Ciao

    @Marinora: lo so carissima, apposta sono ancora quì! ;-)

    Io credo che te la caverai benissimo :-)
    Ciao!

    RispondiElimina
  26. eh, eh,,,,,!!giuste osservazioni!.
    i savoiardi sono di quei biscotti (anche se non mipiace definirli così) che fatti in casa sono assolutamente diversi da quelli che compri.per fortuna ho l zia che me li fa e per adesso scrocco!

    RispondiElimina
  27. Io li ho fatti una volta i savoiardi ma non mi sono piaciuti molto, a parte la forma ma proprio la consistenza. Nanni se è il tempo che ti manca, ovviamente le priorità sono altre nella vita ma appena hai un minuto cerca di esserci perchè a parte quelli che parlano a vanvera o quelli che non ti fanno partecipe delle loro (tue) ricette...ci sono persone che apprezzano e ammirano moltissimo la tua abilità e serietà nello scrivere e descrivere ricette. Come faccio senza il mio maestro??!!

    RispondiElimina
  28. io direi che questi sono perfetti!! bravo come sempre :) per il resto ..che dire? quando si interagisce con la gente c'è da diventare scemi! bisogna essere davvero allenati e io non lo sono :-)) ma ho notato che nel mondo dei bloggers c'è la stessa ipocrisia e oppurtunismo che si trovano nella vita vera e questo mi delude: che motivo c'è? tanto non ci si vede e non ci si frequenta! molti ti allisciano perchè servi e torni utile e all'atto pratico ti lasciano lì come un salame! Mi dispice questa rabbia sottocutanea che ti porti dietro, ma spero che questo non ti influenzi nella gestione del blog e nella pregiata fattura dei tuoi dolci :))
    Ciao :D

    RispondiElimina
  29. no Nanni non sei causa del mio dispiacere e solo che mi dispiace davvero tanto di tutto ciò... mi fai sentire in imbarazzo per il merito io non ho fatto nulla l'unica cosa che faccio e di seguirti con piacere e di provare le tue creazioni a me interessanti ....
    sei davvero molto caro...
    by da lia

    RispondiElimina
  30. ciao, ho un po' curiosato ... bel blog, ti seguo!
    Passa a trovarmi quando vuoi
    a presto

    RispondiElimina
  31. Leggo sempre il tuo blog perché lo trovo interessante e ben fatto, pur non avendo mai riprodotto niente (vuoi per mancanza di tempo e vuoi per sovrabbondanza di ricette della to-do-list).
    Se dovessi lasciare un commento a tutti i blog che ho tra i miei preferiti e che leggo quotidianamente farei notte e perderei buona parte della mia vita sociale :-D
    Credo inoltre che le delusioni esistano solo perché a monte ci sono delle aspettative, più o meno grosse non importa. Se vivessimo senza aspettative forse sarebbe meglio perché ci permetterebbe di gioire anche del poco.


    Un saluto,

    Ilaria

    (Ps: il tuo blog rimarrà in ogni caso tra i miei preferiti, ma cerca di non farci nascere le ragnatele! :-D)

    RispondiElimina
  32. @Lucy: avercela una zia così, a me tocca arrangiarmi da solo! ;-)
    Ciao!

    @Titty: hai colto perfettamente il senso del post e sono contento che ti piaccia sempre passare di quì!
    Buona giornata!

    @Sonia: secondo me non c'è rabbia nelle mie parole, casomai volevo essere un po' ironico e non ci sono riuscito.... ;-)
    L'intenzione era quella di chiarire qualche punto.

    @Lia: e questo per me significa molto :-)))
    Grazie ancora e a presto!

    @Manuela: grazie! Buona giornata!

    @Ilaria: e infatti mi hai lasciato un commento che era quasi mezzanotte!! ahahahah ;-PPP

    Sulle "delusioni" però non sono d'accordo e penso di poter parlare anche a nome degli altri blogger: senza aspettative e senza feed-back a noi chi ce lo fa fare di fare tutto questo lavoro?
    Quello che sappiamo fare lo sappiamo da noi, se non avessimo riscontri le ricette e le tecniche ce le terremmo per noi, per pochi parenti ed amici e tu e gli altri non ne avreste più da aggiungere alla "collezione"... ;-)

    Buona giornata

    RispondiElimina
  33. ma come?
    o unn'ero io la tua segretaria?
    pero', va bene così. hai ragione.
    Prenditi il tuo tempo per altre priorità. e ricordati, che novembre è vicino!
    ;-)

    RispondiElimina
  34. Veramente io ti ricordavo come "Socia"... ;-PPP

    E me lo ricordo vai... e anche Ottobre non sarà da meno! ;-)
    Ciao

    RispondiElimina
  35. gran bei savoiardi, sono uno dei biscotti dagli ingredienti più semplici ma tra i più buoni

    RispondiElimina
  36. Fossi capace anche io di togliermi certi sassolini...

    Belli questi savoiardi, sai, sono simili a quelli sardi, io non li amo molto (solo inzuppati nel tiramisù), in compenso li adora mio figlio!

    RispondiElimina
  37. hi hi io per rabbia la presi :))
    ma hai comunque ragione :D
    se ci togliessimo i sassolini più spesso staremmo meglio!

    RispondiElimina
  38. eggià non si corre mica bene con i sassolini nelle scarpe, figuriamoci se si deve preparare una maratona ;-))))

    questi biscotti sono tipo i savoiardi sardi vero? io li trovo molto meglio dei savoiardi "normali" e uso sempre quelli per i dolci

    RispondiElimina
  39. Togliersi i sassolini è terapeutico, sicuramente.
    Il blog deve rimanere un momento di svago, se ci si devono prendere arrabbiature anche qui allora è finita...
    Spero che ne giovi il tuo tempo libero, anche se le tue precisissime spiegazioni e realizzazioni mi mancheranno :-)

    RispondiElimina
  40. Il tono un po' amaro (savoiardi a parte!) del tuo post mi ha colpito: un blog è alla fine sempre una vetrina e chi legge si crea un'idea della disponibilità dell'autore che troppo spesso si dà per scontata...

    Tu poi ti sei messo in gioco più di altri, con i corsi in giro per l'Italia e le ricette "a richiesta".

    Io sono di fondo una persona positiva e quindi il bicchiere lo vedo generalmente mezzo pieno: chi ha avuto la fortuna di conoscerti è rimasto colpito dalla competenza, dalla fantasia e, soprattutto, dalla passione che metti nel trasformare pezzi di anonimo cioccolato in piccole magie, nella capacità di far sentire ogni partecipante speciale, nella voglia di continuare a creare che ha spinto tutti a munirsi di termometro e stampi in policarbonato...

    Passare di qui significa prendersi una piacevole pausa dal quotidiano, confrontandosi con preparazioni accurate, proposte con garbo, un pizzico di ironia e tanta passione.

    Forse non è così importante ciò che manca ma quel che c'è: il commento mancato o il riscontro parziale sono relativi, l'affetto e la stima di chi ti legge sono assoluti.

    Non cambiare la tua vetrina, priveresti troppe persone di un profumo speciale...

    (P.s. Il biscotto per il gelato non l'ho ancora fatto perchè ho la gelatiera in sciopero, ma appena mi cimenterò sarai il primo a saperlo!)

    RispondiElimina
  41. cristo devi proprio essere arrabbiato per scrivere un post così.
    e non me lo immagino, che tu possa essere arrabbiato, visto che ti conosco persona oserei dire olimpica.
    insomma, mi dispiace assai.

    anche perché io ho rubato a man bassa dal tuo blog, e spero di non averti fatto arrabbiare pur io...

    non so cosa dirti, da un lato... "prenditi i tuoi tempi e fai quello che ti fa stare bene"... dall'altro "nanni non ci lasciare! come faremmo senza di te?" (e non è una frase fatta, è proprio reale, per me sei continua fonte di ispirazione)

    una via di mezzo?

    in tutto ciò, sarebbe bello rivedersi in qualche occasione.

    RispondiElimina
  42. @Günther: concordo... e sono anche tra i più leggeri!
    Ciao

    @Stefania: anch'io li adoro! grazie e a presto!

    @Sonia: ma si, non dico di essere continuamente a borbottare che poi si diventa noiosi, ma le proprie ragioni bisogna farsele ;-)
    Buona settimana

    @Elena: ma questi non sono savoiardi normali... sono super! ;-PPP
    Ciao!
    N.B.:La preparazione prosegue anch'essa discontinuamente... :-(

    @Stefania: e difatti di tanto in tanto ritornerò, ma in maniera discontinua.
    Un abbraccio!

    @Virò: purtroppo i cambiamenti di ritmo sono dovuti a cause di forza maggiore, pubblicherò certamente ancora e mantenendo lo stesso stile, ma solo quando avrò il tempo per farlo.
    Ti ringrazio per la stima e l'affetto che mi corrispondi e che sento di ricambiarti in pieno :-)
    Un abbraccio e buona giornata!

    @Gaia: ma infatti io non sono arrabbiato, una volta tanto mi faccio pubblicamente le mie ragioni ;-D

    So che hai fatto spesso riferimento a questo blog proprio perché mi hai sempre tenuto al corrente e te ne ringrazio di tutto cuore, fossero stati tutti così!
    Il fatto è che adesso devo fare delle scelte sull'utilizzo del mio tempo libero, insomma non lascio niente e nessuno, continuo solo con un profilo più basso...

    In quanto al rivedersi mi piacerebbe, è che io non organizzo più neanche i corsi e a parte quelli non mi invitano più da nessuna parte.

    RispondiElimina
  43. Caro Nanni
    ho privato a fare i savoiardi ed ho usato amido di mais al posto di quello di frumento, perchè avevo quello in casa.
    L'impasto era molto solido, non scorrevole come si vede nelle tue foto. E' colpa dell'amido di mais o la dose 150 gr. è troppa?
    Ho provato a cuocerli, ma mi sembra che manchino della leggerezza tipica..ù
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può darsi che hai usato uova piccole? L'unico contributo di liquido lo apportano appunto le uova.
      Un amido diverso non cambia molto, per la leggerezza c'è pure il baking, più di così non credo si possa ottinere da questa ricetta.
      Ciao!

      Elimina

Se ti va puoi lasciare un commento.

Prima di pormi domande tecniche assicurati che:
- quello che chiedi non sia già scritto nel post e non lo hai letto per la fretta
- vuoi realmente riprodurre la ricetta e non domandi tanto per fare, perché io non rispondo così tanto per fare.

I commenti pretenziosi e/o anonimi verranno automaticamente cestinati.

Grazie

Lettori fissi

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001