lunedì 27 giugno 2011

Il "Camillino"


Oggi voglio soddisfare la richiesta di una mia affezionata lettrice ed amica, che commentando qualche post fa, mi chiedeva se conoscevo una ricetta per fare il gelato col biscotto fuori.

Siccome per i miei lettori farei questo ed altro e per gli amici/amiche anche molto di più, appena possibile mi sono messo "di buzzo buono" a cercare una soluzione soddisfacente... mi auguro di esserci riuscito e comunque almeno a me il risultato soddisfa in pieno!

Per metterla in pratica poi ho voluto ricreare uno dei gelati che hanno in qualche modo segnato la mia infanzia (sempre della nota industria gelatiera toscana che ho rammentato in quest'altra occasione) che credo di ricordare si chiamasse "Camillino", sebbene sul nome non sia sicuro di ricordare esattamente per due ragioni:

1- ho scoperto che più recentemente il Camillino corrispondeva ad un gelato un po' più complesso di quello che ricordavo io risalente almeno a 30-35 anni fa, quindi potrei anche ricordare male...

2- il circolo dove mio padre mi portava da piccolo nelle sere estive, era frequentato anche da un omino che tutti chiamavano Camillino che, ricordo bene, mangiava sempre questo gelato... e quì si rinforza il dubbio: il gelato tutti lo chiamavano così perché lo mangiava il tale Camillino o tutti chiamavano Camillino quell'omino perché aveva un ossessione per quel gelato??

O forse più semplicemente, per una singolare coincidenza, il gelato e l'omino avevano entrambi lo stesso nome e l'omino ne mangiava perciò con una certa soddisfazione narcisistica.....


Il gelato in sé, lo ricordo bene, era fatto così: due biscotti al malto racchiudevano un gelato fiordilatte e la misura, ridotta rispetto a quello bicolore, sembrava proprio a misura di bambino.

L'ho ritenuto perciò abbastanza semplice da rifare in casa, oltretutto con la piccola gelatiera che ho io, mettersi a fare anche il gelato al cacao per creare una variante di gelato biscotto bicolore mi stava un po' fatica... ;-PPP

Se poi volete anche la ricetta di un gelato al cacao da poter abbinare al fiordilatte per fare il biscotto bigusto, basta lasciar detto nei commenti quà sotto e vedrò di accontentarvi più in là... ;-)

Il gelato fatto con gelatiera casalinga è, secondo me, un po' più difficile da gestire per queste applicazioni; se lo avete vi consiglio di aggiungere anche il cosiddetto "neutro" (o addensante) per avere un gelato più stabile e cremoso, io avevo solo del glucosio che ho messo con funzione anticristallizzante.


Ingredienti x 8 gelati (10x6 cm)

Per il biscotto al malto
Farina 00 240 gr
Burro 120 gr
Zucchero a velo 100 gr
Uovo 1 (grande)
Malto d'orzo 1 cucchiaino (15 gr)
Lievito per dolci (facoltativo) 4 gr

Per il gelato fiordilatte
Latte 500 ml
Zucchero 150
Panna 200
Glucosio 50 gr

Procedimento
Preparare la pasta frolla montando brevemente il burro assieme allo zucchero a velo con una frusta.

Mescolare il malto con l'uovo intero (tenuto a temperatura ambiente), battendolo con una forchettina ed amalgamarlo poi alla montata.

Setacciare assieme la farina e l'eventuale lievito ed aggiungerli infine al composto incorporando con una spatola.

Una volta amalgamato metterlo in frigo avvolto in pellicola per un paio d'ore a riposare e raffreddare.

Terminato il periodo di riposo, riammorbidire l'impasto battendolo col mattarello e distenderlo in un rettangolo dallo spessore uniforme di 4 mm, stendendolo col matterello tra 2 fogli di carta forno.

Con un coltello a lama lunga ricavare tante mattonelline rettangolari di uguale misura rifilando i margini irregolari che potranno poi essere reimpastati e ridistesi nuovamente dopo un eventuale nuovo passaggio in frigo dell'impasto (se si fosse troppo ammorbidito).

Spostare le mattonelline su una teglia coperta di carta forno, appena distanziate e bucarle poi tutte con uno spaghetto o con una forchetta (io ho un po' esagerato coi buchi, in realtà ne bastano molti meno!!).



Cuocere in forno a 170° per 10' circa, controllando a vista la cottura, infine togliere dal forno e lasciar raffreddare.


Preparare il gelato fiordilatte, sciogliendo zucchero, glucosio ed un pizzico di sale nel latte, scaldandolo quanto basta.

Lasciar raffreddare bene e trasferire poi in frigorifero a raffreddare ulteriormente per 1 ora almeno.

Incorporare quindi la panna ben fredda semimontata e versare il composto nella gelatiera.
Una volta mantecato è pronto per poter assemblare i gelati: in quest'ultima fase è importante lavorare con rapidità, soprattutto se fa molto caldo... ;-)

Trasferire il gelato in un sac-a-poche con bocchetta tonda tenuto in precedenza nel congelatore e distribuirlo sui metà biscotti (capovolti) tenuti anch'essi nel congelatore fino al momento della ricopertura.

Accoppiarli con le relative metà di biscotto, pareggiare passando con una spatola il perimetro dei gelati e rimetterli in congelatore per 2 ore circa, dopodiché sono pronti per essere mangiati.

Se invece preferite conservarli a lungo nel congelatore, è preferibile chiuderli singolarmente nei sacchettini per congelare, al riparo da odori derivati ed umidità.

Buon inizio settimana a tutti!! :-D

51 commenti:

  1. il camillino.... lacrimuccia di commozione

    RispondiElimina
  2. il camillino.... nanni mi riporti indietro nel tempo..... ma se vengo a firenze e dintorni, me ne prepari uno con le tue manine d'oro?
    :)))))
    baci!

    RispondiElimina
  3. Quanti ne ho mangiati!!! A quel tempo non mi piaceva il Cucciolone per la parte allo zabaione che invece oggi è quella che preferisco!
    Baci, buona settimana

    RispondiElimina
  4. bene...sappi che stamattina olte a ringraziare te , va ringraziatissima la tua amica che con la sua richiesta ha fatto un regalo a tutti.... buon inizio settimana a voi!!! Ciao Flavia

    RispondiElimina
  5. Non ci si può distrarre un attimo con te! :-)) Veder rifatto quel gelato...un salto all'indietro anche per me! Bravissimo!!!

    RispondiElimina
  6. ma questo è meraviglioso!!!! Lo voglio fare presto anche io!!

    RispondiElimina
  7. Favolosi anch'io li ho fatti un po diversi e con un'altra ricetta , provo anche questo!

    RispondiElimina
  8. quanti ricordi hai risvegliato!
    che belli i tuoi biscottoni
    xxx Sara

    RispondiElimina
  9. per me era il Cucciolooooone!!!
    Che spettacolo!!!

    Bravo Nanni!!!

    Senti... ma tu possiedi il Kitchen Aid? In caso affermativo ti faccio una domandina via mail... :o)

    RispondiElimina
  10. Nanni.... grazie!!!!!
    E' da un sacco che avrei voluto fare il gelato con il biscotto in casa, ma non sapevo dove trovare la ricetta!
    Quindi grazie a te e alla lettrice che ha fatto la richiesta!
    Non vedo l'ora di farlo per il mio ragazzo! :D

    RispondiElimina
  11. Che voglia che mi è venuta...
    Mai sentito il Camillino, forse sono troppo giovane, ho iniziato con i cuccioloni. Poi maxibon. Ora ho smesso. ;-)

    Si può fare qualcosa di simile senza gelatiera?

    RispondiElimina
  12. mio figlio ne andrebbe matto.che bellezza!

    RispondiElimina
  13. li rifaccio subito mi hai conquistato..
    ps strano pensavo di essermi già iscritta da te bacio simmy

    RispondiElimina
  14. Io son "vecchietta" e certo che me lo ricordo il Camillino!! Era della Eldorado, forse ora non esiste più questa marca..
    Grazie di averlo riproposto, non lo ricordavo nemmeno più, son passati secoli da quando lo mangiavo!! Anni 60 per la precisione!
    Ciao Nanni e buona settimana!

    RispondiElimina
  15. Cavoli ti sono venuti proprio bene!!

    RispondiElimina
  16. Ogni volta che passo a trovarti è uno spettacolo! Mi sembra d'essere tornata indietro nel tempo... io l'adoravo questo gelato! che te lo dico a fà... mi segno la ricetta!

    RispondiElimina
  17. Nanni ma lo sai che abbiamo fatto lo stesso gelato biscotto..?! solo a differenza tu hai creato anche il biscotto tu cosa che io invece no ma posso sempre rimediare a questo utilizzando la tua ricetta x biscotti ... complimenti ..
    ti lascio il mio link del bisco-gelato dagli un occhiata se hai voglia.. http://provarepergustare.blogspot.com/2010/05/bisco-gelato.html
    baci da lia

    RispondiElimina
  18. Io adoro il gelato con il biscotto, e' il mio preferito e ho sempre voluto solo quello si da quando ero piccola.

    Non ho la gelatiera ma l'idea di poterlo rifare in casa mi puace troppo...credo che comprero' il gelato fior di latte e ci farciro' i biscotti....sono bellissimi cosi' tutti sforacchiati, a me piacciono proprio cosi'.

    RispondiElimina
  19. nooooooooooooooooo!!! Ma questi camillini sono fantasticiiiii!!!:D Sono perfetti, e tu, come sempre, sei stato bravissimo, anzi, di piùùùù!!! :D Segno,segno.... anche se il malto, qui, non saprei dove trovarlo!!!

    RispondiElimina
  20. buonissimo! che bella idea fare il biscotto, dev'essere super!
    io aggiungo della farina di carrube per evitare grossi cristalli di ghiaccio nel gelato. Ciao!

    RispondiElimina
  21. siiiii...il camillino!!! si chiamava proprio cosi...anche se io dicevo "cammelllino" non so perchè :)...quanti ricordi!!! era il gelato di mia madre...non ha mai cambiato finchè era in produzione poi sono uscite le versioni più sofisticate ma la bontà di quel gelato non sono mai riusciti ad eguagliarla...era proprio la semplicità e quel biscotto cosi morbido e saporito il suo forte...spero di riuscire a riprodurlo farei la felicità di mia madre!!! grazie Nanni a volte sembra che leggi nel pensiero. wow non ci posso credere...il camillino :)))

    RispondiElimina
  22. @ValeTork: sob... sniff... commuoviamoci in coro ;-)
    Grazie e buona giornata!

    @Babs: ma anche due carissima! Grazie e baci a te!

    @Federica: uh, sapessi con quanti gusti ho fatto pace crescendo!
    Buona settimana a te!

    @Flavia: è il bello della condivisione! Grazie a te e buona giornata!

    @Francesca: ma grazie! Le cose che hanno il sapore dell'infanzia sono sempre le più gradite... :-)
    Ciao!

    @Monica: provalo, questo biscotto è a prova di congelatore! ;-)))
    Ciao

    @Mary: ok, poi fammi sapere come ti sembrano :-)
    Ciao!

    @Saraq: grazie, ero certo che certi ricordi fossero patrimonio comune :-)
    Ciao

    @Crysania: certo che ho il KA, potevi anche chiedermelo direttamente per email... ;-)
    Grazie mille e a presto!

    @Tery: questa mi sembra regga molto bene il congelatore, fammi sapere poi cosa ne pensa l'uomo... ;-)
    Buona giornata!

    @Nico: per fare il gelato senza gelatiera versi la miscela in una vaschetta ed usi il congelatore per raffreddarla.
    Ogni 2 ore circa lo rompi e lo riamalgami usando un cucchiaio, dopo un paio di volte dovresti avere qualcosa di simile al gelato.

    @Lucy: anche il mio!! Grazie e a presto

    @Simona: mi auguro ti piacciano! Bacio a voi!

    @Renza: ero convinto fosse Sammontana, ma sicuramente ricordi meglio tu.
    Eldorado infatti non se ne vedono più in giro da un pezzo!
    Grazie mille e buona settimana a te!

    @Eleonora: oddio, si vede un po' di sgocciolamento sui bordi inferiori ma nel complesso sono molto soddisfatto!
    Grazie e buona settimana!

    @Ginestra: immaginavo che molti avrebbero avuto in comune con me questo "dolce" ricordo :-)
    Grazie mille e a presto!

    @Lia: ok, passerò a darci un occhiata.
    Questo biscotto provalo quando hai voglia, col gelato funziona a meraviglia.
    Ciao!

    @Elena: mi auguro che la ricetta ti piacerà quando la provi! :-)
    Un abbraccio e buona settimana!

    RispondiElimina
  23. @Luna: il malto puoi trovarlo nei negozi NaturaSi una catena di negozi presene un po' in tutta Italia.
    Grazie mille e a presto!!

    @Francesca: infatti nel "neutro" c'è proprio quella roba lì... ;-)
    Bisogn che mi procuri quella farina o il neutro stesso perché l'estate è appena cominciata!
    Grazie e a presto!

    @Simo: ed infatti io leggo nel pensiero!.......... Ahahahahah ;-PP
    Sono contento di averti dato uno spunto gradito!
    Buona giornata a te a e alla mamma!

    RispondiElimina
  24. ciao,quanti ricordi mi hai fatto venire a galla...quando ero piccola sotto casa c'era un bar di quartiere e prendevamo spesso il camillino o gelato col biscotto ...oppure lo sputnik...non so se si chiama cosi..il gelato al latte ricoperto con uno strato di cioccolato sottile che si rompeva sempre e mi faceva sporcare...quanti ricordi...grazie...:)
    buona settimana

    RispondiElimina
  25. che ricordi mi hai riportato alla mente! Lo ricordo benissimo questo gelato e non sono mai più riuscita a mangiarlo. Almeno non come quello di quando ero bambina. Aveva un sapore molto diverso da quello bicolore di oggi! Grazie!

    RispondiElimina
  26. il camillino!!!! grazie per aver condiviso la ricetta!!!!

    RispondiElimina
  27. ha ha ha manco se ci fossimo messi d'accordo!! io glutenfree però :)) bellissima ricetta
    ciao :))

    RispondiElimina
  28. @Grazia in cucina: grazie a te! Lo sputnik me lo ricordo poco, era forse quello che aveva una forma tipo lo "Shuttle"?
    Buona settimana a te!

    @amichecuoche: io me lo ricordo molto pannoso/cremoso, oggi poi gelati ne compro molto di rado...
    Ciao!

    @lerocherhotel: grazie a voi per il commento! Ciao

    @Sonia: grazie! Strepitosa la tua!
    A presto! ;-)

    RispondiElimina
  29. Ma che belli NAnni!!! A me piacciono tanto i gelati con il biscotto...Anche io ho uan gelatoere casalinga un po' sfigata, ma ci proverò! Qualche anno fa avevo comprato in un negozio una polvere che si chiama biancogel che mi hanno spacciato come base per il gelato, ma l'ho provata una volta è ha un suo sapore molto deciso e che non mi piace per niente. Il neutro chissà dove si può trovare...Quanto al glucosio anche io l'ho usato una volta come anticongelante...Un gelataio che conosco mi ha detto che per il gelato usa il maltosio, se non ricordo male, am anch equello non saprei dove porenderlo...Probabilmente all metro? Boh...
    Comunque supercomplimenti!

    RispondiElimina
  30. Grazie, grazie, grazie!!!

    Sei davvero un mito: erano esattamente quelli che intendevo!

    Domenica provo a farli e poi ti dico (sono solo preoccupata di come dosare 4 gr di lievito!)

    P.s. Attento che se questa era l'inaugurazione della rubrica "I lettori chiedono, Nanni risponde"...non ti salvi più!

    RispondiElimina
  31. grazie x la visita... certamente che lo proverò questo biscotto per il gelato stanne certo..
    baci da lia

    RispondiElimina
  32. Ti evito la "palla" dei miei ricordi perchè realmente ti voglio bene e so che con questo caldo sarebbero troppo pesanti :P ahahaahaha...però perchè mica te la cavi così...giusto per ricordarti che sono sempre un Furio-Curioso che non si accontenta di una caramella gommosa (Delfino curioso...do you remember? :P....) se dici "...Se poi volete anche la ricetta di un gelato al cacao da poter abbinare al fiordilatte per fare il biscotto bigusto, basta lasciar detto nei commenti quà sotto e vedrò di accontentarvi più in là... ;-)..." ma mi dici come si fa a fare finta di niente! :D
    Ecco, sento un vaffa che si alza da quel di Firenze e senza che ci sia il vento a favore si dirige verso sud...per caso sei tu che mi saluti da lontano?! :P ahahahahahahaha
    PS
    Sei un mito! :DDDDD

    RispondiElimina
  33. @Luby: YUM! ;-PPP

    @Martina: per quello che ne so i preparati usati in gelateria per abbassare il punto di congelamento contengono miscele di zuccheri diversi come glucosio, maltosio, maltodestrine ed altri polisaccaridi solubilizzati in acqua, il maltosio da solo non abbassa significativamente la temperatura di congelamento.
    Alla Metro non ci sono mai stato, quindi non saprei dirti... magari prova, tentar non nuoce!
    Grazie mille dei complimenti e a presto!!

    @Virò: prego, prego, prego!! ;-)
    Di lievito metti 1/3 di un cucchiaino che va benissimo.
    Allora mi aspetto altre richieste e... si salvi chi può!!! Ahahahahahah ;-PPP
    Ciao!

    @Lia: allora mi auguro che piaccia altrettanto! ;-)
    Baci a te e a presto!

    @Gaia: benone! A presto :-)

    @Gambetto: figurarsi se lascio una traccia per poi mandarci qualcuno a quel paese... diciamo piuttosto che sono io che me le vado a cercare! eheheheheheh ;-)
    Per farti trepidare un altro po' ti posso aggiungere che quel gelato al cacao da solo non fa faville, ma messo nel biscotto.... ;-PPP

    RispondiElimina
  34. che bella ricetta, peccato per tutte le volte che sono venuta a Firenze non essere riuscita prima ad assaggiarli, ora dovrò rivisitare la tua ricetta nella versione glutenfree. Comunque complimenti

    RispondiElimina
  35. Uauuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu stavo cercando questa ricetta in rete e ne ho trovate diverse ma...se la ricetta è del mio maestro..non ho più dubbi ; )))
    E se è vero che accontenti le tue lettrici allora io vorrei la ricetta della torta con le pere amalfitana!!

    RispondiElimina
  36. @Concetta: grazie dei complimenti! Essendo un biscotto friabile dovrebbe venir molto bene anche in versione GF
    Ciao!

    @Titty: quella torta non l'ho mai fatta né assaggiata... quindi è una sfida ancor più avvincente!!!
    Mi vado a documentare... ;-)
    Grazie e a presto!

    RispondiElimina
  37. uuuh, che ricordi d'infanzia, bellissima questa idea! e se adesso il mio bimbo scopre che glieli posso fare anche in casa... sono fritta!!
    complimenti
    sere

    RispondiElimina
  38. A chi lo dici! Fortuna che ne ho messi da parte un pochini nel congelatore ;-)
    Grazie dei complimenti e buona giornata!

    RispondiElimina
  39. Sai che in realtà non so se mi avesse detto proprio maltosio...Mi sa che non era quello, ma forse destrosio...E' possibile?

    RispondiElimina
  40. Si, è molto più probabile fosse destrosio (che poi è la molecola del glucosio con un ossidrile girato), pare abbia maggior potere di abbassamento del punto di congelamento unito ad un minor potere dolcificante rispetto al saccarosio.

    RispondiElimina
  41. Ciao Nanni, compliemnti: bellissimi!
    Io avevo fatto, tempo fa, dei biscotti gelato... ma in freezer erano diventati duri duri... ben lontani dai morbidi biscotti dei gelati industriali... Questo "regge"? Rimane morbido?
    Ma per il gelato, usando lo zucchero invertito si risolve qualcosa? Dovrebbe evitare la cristallizzazione?!

    RispondiElimina
  42. Grazie dei complimenti!
    Si, secondo me regge egregiamente, casomai lo fai, fammi sapere se ti soddisfa!

    Lo zucchero invertito abbassa la temperatura di congelamento, ma rispetto al glucosio dolcifica parecchio di più, col rischio di ottenere un gelato troppo dolce.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  43. ciao nanni, buonissimo il camillino.. sai stò facendo una raccolta di gelati che diventeranno un pdf, ti dispiace se inserisco anche questo tuo classico???
    spero di no!
    baci

    RispondiElimina
  44. proprio un paio di sere fa, guardavo la tv ed ho visto in pubblicità quei famosi biscotti-gelato.
    Mi è venuto in mente immediatamente il tuo blog, non so perchè, ma mi sono detta che sicuramente qui avrei trovato la ricetta per fare quei biscottini al malto da riempire con il gelato fatto da me! Come facevo a saperlo??? Nanni, sei un mito! Ti copio anche questa..........

    P.S. le tue "fiorentine" sono deliziose!!! le abbiamo divorate (e ne avevo fatto doppia dose!).

    RispondiElimina
  45. @LaNa: ciao! Ok, inseriscila pure nella tua raccolta! :-)
    Buona giornata e baci a te!

    @Jo: quando si dice la telepatia! ;-))
    Sono molto contento che le sfogliatine vi siano piaciute! :-DDD
    Grazie e a presto!

    RispondiElimina
  46. Pensavo di avertelo chiesto invece, mi sono dimenticata....
    Dove lo trovo il malto d'orzo? Premetto che qui non riesco a trovare nemmeno l'ammoniaca alimentare e il cremortartaro.
    Se non lo trovo, posso sostituirlo con qualcos'altro? e il risultato come sarebbe?

    RispondiElimina
  47. Il malto d'orzo ed il cremor tartaro io li trovo nei negozi della catena NaturaSi che è presente un po' in tutta Italia, l'ammoniaca ovvero il bicarbonato d'ammonio invece si trova facilmente nei grossi supermercati.

    Per sostituire il malto puoi usare del miele, senza esagerare però che altrimenti il biscotto viene gommosetto.

    RispondiElimina
  48. Il malto d'orzo io lo trovo alla biobottega! Anche quella c'è un po' dappertutto...
    Nanni, altra domanda... come mai usi sia zucchero che glucosio? Se uno usasse solo glucosio cosa succederebbe? O se uno usasse 50g di glucosio e, che so, 100 di zucchero invertito invece di 150 di zucchero? Cosa succederebbe?
    Grazie, scusami ma vorrei capirci un po' di più per poter padroneggiare un po' l'uso degli zuccheri... grazie!! (anche per il commento sul mio blog che mi ha fatto tanto piacere!! :) )

    RispondiElimina
  49. Il bilanciamento degli ingredienti (e nella fattispecie gli zuccheri) nella ricetta di un gelato è una delle cose più difficili da calcolare ed è materia non facilmente riducibile nello spazio di un commento...

    Devi intanto considerare che anche gli ingredienti stessi contengono zuccheri più o meno complessi (galattosio nel caso del latte, fruttosio nel caso della frutta) e che i diversi saccaridi hanno diversi poteri dolcificanti, anticongelanti nonché diversa solubilità.
    Se metti tutto glucosio in quantità tale da riuscire a dolcificare quanto il saccarosio avrai un gelato durissimo da spatolare, usando lo zucchero invertito invece avrai un gelato spiccatamente dolce.
    La seconda ipotesi, essendo una miscela, mi sembra più plausibile della prima, se l'effetto è quello desiderato (per il fiordilatte?) però non so proprio dirtelo.

    I gelatai infatti spesso usano miscele già pronte composte da monosaccaridi, maltodestrine e polisaccaridi che forniscono quindi un po' delle proprietà di ciascuno zucchero e comunque per ogni gusto devono trovare empiricamente il bilanciamento adatto in quanto, tanto per fare un esempio, la pasta di nocciola ha un contenuto di grassi, di acqua e di zuccheri molto diverso dal limone.

    Il commento nel tuo blog era doveroso, sei stata bravissima!!!
    A presto!

    P.S.: secondo me dovresti pubblicare un po' di più... ;-)

    RispondiElimina

Lettori fissi

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001