mercoledì 2 marzo 2011

Fagottini di frolla per il Santa Lucia


Questa ricetta proviene da uno dei mitici ricettari Bertolini che transitavano a casa di mia madre e dei quali mia madre stessa e le mie sorelle a grande richiesta rifacevano più o meno sempre le solite 3-4 torte.

Quando una decina di anni fa cominciai a pasticciare un po' coi dolci, questo fu forse il primo dolce in assoluto che mi divertii a fare.

Non fosse altro per spirito di rivalsa nei confronti di una famiglia dalla quale volevo emanciparmi e rendermi indipendente, scelsi quindi di mettermi alla prova con una ricetta per noi inedita e dall'apparenza complessa.

Comunque, a parte la difficoltà di stendere la frolla e maneggiarla la ricetta è piuttosto semplice e si presta bene, facendo qualche variante a seconda del caso, come ricetta di recupero per le piccole rimanenze di frutta secca che prese da sole non farebbero una ricetta intera ma messe insieme danno un ripieno particolarmente ricco per gusto e varietà.

Con questa ricetta intendo partecipare alla raccolta di ricette promossa da Caris di Cooking Planner nell'intento di focalizzare l'attenzione sulla chiusura del Santa Lucia di Roma, ospedale all'avanguardia nel trattamento e riabilitazione di malattie dell'apparato motorio.




Andate a leggere in merito il post di Caris dove vengono spiegate le ragioni di tale provvedimento o altrimenti potete vedervi quì la puntata registrata di "Presa Diretta" di due giorni fa nella quale tra le altre cose si parla anche di questo.

Ingredienti (per 16 fagottini)

Per la pasta
Farina 00 300 gr
Zucchero 75 gr
Burro 150 gr
Uova 2 (+1 tuorlo x la spennellatura finale)
Lievito per dolci mezza bustina (8 gr)

Per il ripieno
Fichi secchi 150 gr (io metà fichi e metà albicocche)
Noci (gherigli) 50 gr
Mandorle (spellate e tostate) 50 gr
Uvetta 50 gr
Pistacchi (sgusciati) 50 gr
Uova 1
Cioccolato fondente 50 gr
Marmellata (io ciliegie) 100 gr


Procedimento
Mettere uvetta e fichi secchi a bagno nell'acqua calda per ammorbidirli.

Preparare la pasta: fare una fontana con farina, zucchero e lievito miscelati, aggiungere al centro il burro a cubetti, intriderlo di farina lavorando con la punta delle dita ed infine aggiungere l'uovo leggermente sbattuto; lavorare il meno possibile l'impasto e formarci una palla da mettere poi a riposare un oretta in frigo.

Nel frattempo tritare assieme nel mixer tutti gli ingredienti del ripieno ad esclusione dell'uovo che andrà mescolato alla fine con un cucchiaio.

Stendere la pasta col mattarello in un rettangolo di spessore sottile, aiutandosi possibilmente con due fogli di carta forno appena infarinati.

Con una rotellina dentata ricavare tanti quadrati di 10-12 cm circa di lato


al centro dei quali posare poi un cucchiaio di ripieno (perdonate le foto oscene ma servono per avere un idea del procedimento).



Chiudere i 4 lati del fagottino al centro sigillando la pasta possibilmente lasciando intatte le "crestine" dei bordi.


Porre su una placca coperta di carta forno, spennellare con rosso d'uovo ed infornare a 160-170° per 20' circa o fino a doratura.

Sfornare, lasciar raffreddare 10' circa sulla placca e spostare poi su una griglia.


-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-


Per quanto riguarda i miei corsi invece mi sono preso qualche settimana di riposo, approfittando di qualche contrattempo, non grave fortunatamente, ma che mi ha tolto la piena libertà di viaggiare in queste settimane.

Pertanto per ora ho fissato soltanto una data comoda: il 27 marzo a Firenze, o meglio a Montespertoli all'agriturismo Bellavista, la mia location prediletta.

Dopodiché presumibilmente arriveranno le pioggie e le temperature primaverili a rendere tutto più difficile e quindi sarò probabilmente costretto a sospendere per riprendere poi al prossimo autunno, nonostante che una Pasqua altissima quest'anno, con le uova di cioccolato e tutto il resto, ci attenda più avanti...

Chi realmente vuole prenotarsi si affretti a scrivermi privatamente, il corso è infatti già prenotato per metà...

Detto questo non mi rimane che augurarvi buona giornata!

26 commenti:

  1. Belli questi fagottini, penso sia un'ottima idea anche per Caris!

    baci

    RispondiElimina
  2. direi un'ottimissima idea! Mi sembrano davvero molto golosi! Grazie nanni. Per quanto riguarda l'ospedale, ieri sera ho ricevuto un messaggio di una persona dell'associazione che parlava di situazione molto grave. Oggi niente terapia e protesta del personale davanti alla regione. Vedremo!
    grazie ancora

    RispondiElimina
  3. nanni nanni nanni.... sei sempre una sorpresa. e sempre dolcissima.
    grazie.
    ps: ci vediamo a firenze il 12? fammi sapere via mail appena puoi.
    baci!
    b

    RispondiElimina
  4. Ottima ricetta e ottima causa il contest di Caris, Buona Giornata Nanni!!!!

    RispondiElimina
  5. Un dolce dall'aspetto tradizionale che non fa di certo venire meno la voglia di addentarlo.

    RispondiElimina
  6. @Gaia: grazie! Mi auguro davvero la sua iniziativa possa avere l'eco ed il successo che auspica.

    @Caris: tieni duro, siamo con te!

    @Babs: grazie carissima, ti chiamo direttamente che facciamo prima ;-)

    @Giovanna: ma grazie! Buona giornata a te!!

    RispondiElimina
  7. proprio una bella ricetta che sa di casa...mi ricorda l'infanzia e i furti di pasta frolla cruda mentre la mamma faceva le torte...nel mio ricettario Bertolini non c'è, quindi sono costretta a copiarla...grazie mille
    Mirka

    RispondiElimina
  8. @Annalu&Fabio: appetitosi vero? ;-)
    Sul ricettario li chiamava "Fagottini Siciliani", probabilmente c'è un riferimento a qualche tradizione regionale.
    Grazie mille e buona giornata!!

    RispondiElimina
  9. @mirka: pensa che io di ricettari Bertolini ne ho ereditati 4!
    Tutti di annate diverse, ci sono i doppioni ma anche gli inediti interessanti... ed hai ragione, hanno il sapore delle buone cose di casa che anch'io ricollego all'infanzia!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  10. complimenti sia per la selezione della ricetta che per la minuziosità delle spiegazioni una rarita sui blog

    RispondiElimina
  11. Anche mia mamma aveva dei ricettari bertolini, chissà dove sono finiti! E stupendi i fagottini...speriamo aiutino Caris con la loro dolcezza!

    RispondiElimina
  12. Ma tu lo sai che ho cominciato anche io da li! :D ahahahahahahahaha
    Per dirla tutta anche da quelli della Paneangeli :P
    Tornando invece ai fagottini devi sapere che dopo aver letto il post mi si è stampato un bel sorriso sul viso.
    La ricetta infatti nella sua linearità di esecuzione rimanda al nostro quotidiano, ai nostri impegni di tutti i giorni e quindi inevitabilmente agli eventuali dolci che più facilmente possiamo approcciare durante la settimana. Di solito sono le preparazioni più solide e rassicuranti perchè attingono da tecniche già consolidate. Arrivare all'iniziativa di Caris è stato quindi un salto immediato perchè per le medesime ragioni vi si partecipa. Il contributo della ricetta realmente lo si avverte come un gesto di quotidiano supporto ed affetto a chi per contingenze deve fare i conti con delle assurdità inaccettabili.

    RispondiElimina
  13. @Guenther: i particolari sono un po' il mio pallino... ;-) Grazie e a presto!

    @Stefania: li ho presi tutti io!!! Ahahahah ;-))
    Che possano esserle d'aiuto me lo auguro davvero!
    Ciao!

    @Gambetto: ed i ritagli del retro delle bustine di lievito dove li mettiamo?? Ahahahahahahahah ;DDD

    Come gesto è il minimo che si può fare se come cittadini ci si riconosce parte di una comunità di persone, anche solo per risvegliare un certo coinvolgimento e senso di appartenenza in chi lo ha perso negli ultimi anni...
    Buona giornata carissimo!

    RispondiElimina
  14. io tenevo tutte le ricette sul retro del lievito! ne ho ancora.
    buonissimi i tuoi fagottini!!! ciao!

    RispondiElimina
  15. Davvero delicati e golosi questi fagottini Bertolini! Complimenti :-D

    RispondiElimina
  16. Nanni tu riusciresti a rendere meravigliose anche l ricette delle bustine paneangeli ;)
    Questi fagottini sono meraviglios...fanno tanto profumo di casa. Mi hanno fatto tornare indietro nel tempo a quando entrando in casa di mia nonna venivo solleticata dal profumo di dolce che usciva dal forno...e che la mia nonna ci preparava sempre quando andavamo a trovarla ^_^

    RispondiElimina
  17. nanni ma averti come vicino no e??!!!mannaggia sono sicura che la tua porta busserebbe in continuazione visto il profumino della tua cucina sempre in fermento e ricca di golosità!!questi fagottini sono un idea strepitosa!!!bacioni,Imma

    RispondiElimina
  18. @Francesca: non ero l'unico allora! ;-) Grazie e a presto!

    @Le ricette...: sono anche veloci da fare! Grazie mille!!

    @Elena: beh, anche per me è stato un viaggio nel tempo... per me sono stati un punto di partenza significativo.
    Grazie e a presto!

    @Imma: credo ci sarebbero degli scambi dolciari reciproci mooolto interessanti! ;-)
    Grazie e bacioni a te!

    RispondiElimina
  19. Mai visti, questi fagottini qua... però m'intrigano...
    Un saluto, e scusa se è frettoloso,

    Sabrine

    RispondiElimina
  20. Ciao Sabrine!! Figurati, io sono il primatista dei frettolosi... e mi fa sempre piacere risentirti!
    Grazie mille e a presto :-)

    RispondiElimina
  21. Fagottini, questi si replicano bene gluten free !!!!
    Nanni...e a luglio il cioccolato come lo vedi?

    RispondiElimina
  22. Quì in Italia lo vedo sciolto! ahahahah ;-)
    Si, si dovrebbero replicare senza grossi problemi.
    Ciao!

    RispondiElimina
  23. carinissimi questi fagottini!

    me lo ricordo anch'io il ricettario bertolini...

    per i corsi, ti ricordo la tua promessa ;-)

    noi non ci dimentichiamo :-))))

    RispondiElimina
  24. Lo so lo so... ne avevo già parlato con la tua omonima "profumata" che ci ospiterebbe, mi auguro di farti sapere presto...
    Grazie e buona domenica!

    RispondiElimina
  25. Si si mi piace!
    Un'ottima idea per i bimbi del Santa Lucia!
    E' bello vedere come noi italiani siamo uniti quando si tratta di aiutare il prossimo.

    RispondiElimina
  26. Contento che ti piaccia!
    Concordo che in Italia fortunatamente sono rimaste delle persone di buona volontà...

    RispondiElimina

Lettori fissi

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001