lunedì 7 febbraio 2011

Barchette al Caffè e Nocciola


Da tempo avevo in programma di eseguire questa ricetta per completare la mia partecipazione al contest di Saretta del blog "L'appetito vien leggendo", in collaborazione con Lucy di "Ti cucino così" a tema Finger-food.


E' nata così l'idea di questa barchette dolci anche se inizialmente avevo pensato a qualcosa di salato, ma una certa volubilità è sempre stata il mio forte... ;-)))

L'idea di partenza è stata l'abbinamento caffè-nocciola, la scelta della forma del piccolo stampo a barchetta ha poi determinato che la decorazione fosse una "vela" di cioccolato nelle quali incastonare la mezza nocciola per rivelare il contenuto della crema.

La crema è infatti una "ganache" abbastanza classica alla nocciola, in alternativa si può usare della copertura Gianduia.

Per quanto riguarda la frolla a me piace anche come ricetta "stand-alone" per dei biscottini profumati al caffè...


Per 8-10 barchette

Ingredienti
Per la frolla al caffè
Farina 00 100 gr
Burro 50 gr
Tuorli 1
Zucchero 40 gr
Acqua 20 gr
Caffè liofilizzato 1 cucchiaino colmo
(in alternativa 20 gr di caffè molto ristretto)

Per la ganache alla nocciola
Cioccolato fondente 60-70% 100 gr
Panna fresca 170 gr
Farina di nocciole 70 gr

Per la decorazione
Cioccolato fondente 100 gr
Nocciole tostate e spellate 4-5 (tagliate a metà)

Procedimento
Preparare la pasta frolla al caffè.

Bollire l'acqua, sciogliervi il caffè istantaneo, lasciarlo raffreddare (in alternativa al liofilizzato fate un caffè molto ristretto e lasciatelo ugualmente raffreddare).

Setacciare la farina assieme allo zucchero in una ciotola, aggiungere il burro freddo a dadini e intriderlo usando una spatola o lavorando rapidamente coi polpastrelli.

Sciogliere i tuorli nel caffè ed aggiungerli al resto lavorando l'impasto meno possibile evitando di riscaldarlo.

Fare una palla e metterla avvolta di pellicola in frigo mezz'ora almeno.


Trascorso il riposo distriuirla in parti uguali negli stampini a forma di barchetta, pareggiando al bordo e bucherellandone il fondo con una forchetta.

Cuocere a 170° per 15' circa, togliere dal forno, lasciar raffreddare 10' circa, togliere dagli stampini con delicatezza e lasciar raffreddare su una griglia.


Preparare la ganache.

Tritare finemente il cioccolato in una ciotolina, bollire la panna, gettarla d'un colpo sul cioccolato e mescolare finchè è ben sciolto ed omogeneo.

Far raffreddare mescolando di tanto in tanto, aggiungere la farina di nocciole setacciata e mescolare amalgamando bene.

Mettere in frigo un ora circa finché è abbastanza rappreso.

Montare la ganache con le fruste ad immersione, evitando di protrarre l'operazione troppo a lungo e trasferire poi in un sac-a-poche con bocchetta stellata col quale riempire poi le barchette di frolla.

Preparare la decorazione.

Sciogliere il cioccolato e temperarlo, stenderlo in uno strato sottile su una striscia di carta forno e prima che sia rappreso applicarci le nocciole tagliate a metà ben distanziate tra loro.

Con un coltello lungo e a lama sottile, ricavare tanti triangoli di uguali dimensioni, quante sono le nocciole.

Lasciar rapprendere totalmente e dopo 30' circa distaccare delicatamente dalla carta forno, facendo attenzione a non sporcare la parte lucida coi polpastrelli ed applicare una "vela" per ciascuna "barchetta"

Conservare in frigo.


Non avendo sufficienti stampi a barchetta, qualcuno l'ho fatto di forma circolare attingendo ad altri stampini della stessa serie.

Ecco i due modelli in navigazione solitaria...




-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-

Novità sul fronte dei corsi: domenica 20 Febbraio sarò a Granarolo Emilia a pochi km da Bologna.

Per quanto riguarda il Give-Away... WOW ragazzi state andando fortissimo!!
Ed ancora non sapete che premi vi aspettano!!!
Abbiate ancora un po' di pazienza che tra un po' lo saprete... ;-DDD

44 commenti:

  1. che spettacolooooooooo!! segno subito la ricetta, troppo golose queste barchette, complimenti, sei troppo bravo!

    RispondiElimina
  2. Ma te le sogni la notte quete ricette??? La barchetta e' un'idea deliziosa, spero di riuscire a copiarla in modo decente :-)

    RispondiElimina
  3. deliziose.... veramente! giorno nanni :)

    RispondiElimina
  4. buondì nanni...
    queste barchette sono davvero molto carine al quando deliziose...sono da vetrina...complimenti di vero cuore..
    baci da lia

    RispondiElimina
  5. nanni caro sembro ripetermi ma ogni volta sono stupita dalle tue creazioni degne della migliore pasticceria, sei unmito!!riesci ad unire bellezza e golosità in ogni tua proposta!!
    bacioni e mi raccomando ti aspetto anche nel mio contest,ci conto:D!!
    Imma

    RispondiElimina
  6. Che golose barchettine!!! Sono stupende Nanni!!!
    Ciao e buona settimana!

    RispondiElimina
  7. Ne sai una più del diavolo nani caro...adesso anche la frolla al caffè ci fai...e ora come faccio? devo assolutamente provarla...io vivrei di caffè!
    E quanto sono eleganti questi dolcetti, veramente molto scenografici, complimenti sei proprio bravo!
    Considerarmi pure tra gli aspiranti cioccolatieri del 20...vedrai che disastri riuscirò a fare in quella cucina ;)

    RispondiElimina
  8. ormai sono senza parole.
    posso mica continuare a ripeterti quanto siano favolosi i tuoi dolcini...o si?

    RispondiElimina
  9. OMG!!! Anche la frolla al caffè!!! Non è che una di questa barchette può veleggiare da queste parti :))))) Ma le vele le hai ritagliate prima che il cioccolato fosse completamente solidificato vero? Comunque mi lasci sempre senza parole! Un abbraccio, buona settimana

    RispondiElimina
  10. queste barchette me le sogno già! assolutamente goduriose!senza parole!grazie di aver partecipato con questa squisitezza!

    RispondiElimina
  11. che carine!!!! queste forse ce la posso fare anch'io a farle..una domanda: la farina di nocciole si combra già cosi o si passano al mixer le nocciole?

    RispondiElimina
  12. ...ma quanto sei bravo!!??da provare anche queste...diventeremo sempre più CIOCCOLATODIPENDENTI!!!!ciao!

    RispondiElimina
  13. @Raffy: grazie! Mi auguro ti piacciano quando le fai! A presto!

    @Stefania: hai indovinato! ;-)) (anche se spesso dal sonno mi trovo a fare sogni diurni...)
    Grazie mille carissima, sempre troppo buona! :-)

    @Babs: Buongiorno carissima! Grazie, sono lusingato :-D
    ciao!

    @Lia: sono da Vetrina... del Nanni! Ahahahahah
    Grazie mille e buona giornata!

    @Imma: grazie, sei sempre carinissima!
    Grazie per l'invito, intanto metto il banner ;-)
    Bacioni a te!

    @Renza: ehi, ciao! Grazie mille, mi fa piacere che le trovi golose!
    Buona settimana a te!

    @Elena: allora è un altra cosa che abbiamo in comune, io vivo per il caffè!!
    Già segnata per il 20, non vedo l'ora!!!
    Ciao!
    P.S.: macché disastri, sei bravissima!!

    @Crysania: grazie, sai che qualsiasi tuo commento mi fa sempre tanto piacere :-DDD
    A presto!

    @Federica: esatto, quando è ancora mobido.
    Un abbraccio e buona settimana a te!

    @lucy: mi sono accorto di non averti citato come coautrice del contest, me ne scuso e l'aggiungo subito! ;-)
    Grazie mille a te e Sara e a presto!

    @Cleare: entrambe, nel secondo caso attenta a non farne uscire l'olio...
    Graie e a presto!

    @Amichecuoche: cioccolatodipendenti si nasce e mi sa che anche voi siete sotto questa buona stella!! ;-PPP
    Grazie mille e a presto!

    P.S.:
    Avete già provato a fare qualcosa...?

    RispondiElimina
  14. Ciao
    simpaticissime queste barchette ..... il tocco della nocciola poi è fantastico dà un tocco di finezza alla vela

    grazie per essere passato e per i consigli che mi hai dato
    buona settimana

    un abbraccio
    Manu

    ps: devo ricordarmi di dare i numeri per i fagioli :-)!!!!

    RispondiElimina
  15. complimenti, Nanni! Questa ricetta è assolutamente da provare per fare un figurone!!! Originale e golosissima! Poi io amo le nocciole e l'idea di abbinarle al caffè mi manda in estasi (pensa che ho acquistato una spuma alla nocciola da mettere nel caffè).
    Un bacio e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  16. Ma come mi farei un giro con quelle barchette!!! Anzi... dentro quelle barchette!
    Hai una fantasia pazzesc... bravissimo!

    RispondiElimina
  17. ..belle queste tue barchette..io con le decorazioni di cioccolato nn ho molta dimestichezza, spero che sbirciando nei vostri blog prima o poi riuscirò!!! baci Nahomi

    RispondiElimina
  18. @Manu: ma grazie a te per i link! :-)
    Un abbraccio

    P.S.: sei in tempo fino al 21/03!!

    @Dada: grazie! Allora ho la conferma che l'abbinamento funziona!!
    Un bacio e buona settimana (tutta!)

    @Tery: grazie! Pronta a salpare???
    Opss... ce le siamo già mangiate tutte!!! ;-PPP
    Ciao!

    RispondiElimina
  19. @Nahomi: grazie! E comunque sono buone anche se le rifai senza vela di cioccolato! ;-) Ciao!

    RispondiElimina
  20. io oggi ho (ri)-cominciato la dieta..dopo 3 settimane di anarchia..'un si fa così, un si fa....:(((((. Poi, considera che ho un'insana passione per le nocciole io! Ecco.

    RispondiElimina
  21. nanni tu esageri. queste barchette nemmeno da doney (se ci fosse ancora)!

    granarolo? wow! a quando la prima trasferta fuori dai confini nazionali? :-)

    e comunque sbircio anche le tue allieve dei vari corsi, sei veramente un gran maestro, sono tutte bravissime!

    RispondiElimina
  22. :O
    io non ho parole....
    quella nocciola.... eheh *_*

    RispondiElimina
  23. Finalmente riesco a passare Nanni. Che giornate sto passando! Vabbè ma non ci pensiamo e consoliamoci con queste deliziose barchette che a me ricordano anche dei piccoli squaletti!Sarà per quella simpatica pinnetta-vela?!?Per quanto riguarda i sapori posso solo dire che hai centrato in pienissimo i miei gusti. Il caffè è ormai noto che per me è peggio di una droga e le nocciole sai bene che dalle mie parti non mancano e dovresti ricordare come ero attirata dal tuo sacchetto di nocciole Fontana ;-). La forma poi è da urlo! Complimenti Nanni e vista la giornata distruttiva, che ancora poi non è terminata, io adesso uno di questi deliziosi dolcini, me lo papperei proprio più che volentieri. Grazie mille per aver partecipato al contest. Un bacione

    ps. vedo che i tuoi corsi vanno sempre meglio. Sono felicissima.

    RispondiElimina
  24. Ma se facessi da gorgo con la mia bocca spalancata vicino al piatto che come un grande mulinello si macina tutte le barchette?! ehhehehehehe E dai!! per una volta fatemi fare anche a me la voce fuori campo di Piero Angela che spiega che "brutta fine" delle barchette così carine dando poi un pratico esempio della cosa!! :D ahahhhahhahaha
    Credimi è solo per scopi scientifico divulgativi...non altro :PP
    PS
    Ottimo lo spunto per la frolla al caffè e come sempre grande realizzazione la tua :))))

    RispondiElimina
  25. @Caris: oh come ti capisco! (per le nocciole intendo... ;-))
    Eh eh, 3 settimane anarchiche però sono un po' tante... e non siamo neanche sotto le feste!
    Dici che dovrei pubblicare qualche ricetta "light"?
    Ciao!

    @Gaia: sono già stato a Roma, Granarolo è come fosse dietro casa!
    Ciao!
    P.S.:E tu ne sai qualcosa di com'è un allieva bravissima! ;-)


    @Erica:grazie! Una nocciola ha sempre il suo perché... ;-)))
    A presto!

    @Sara: mi ricordo dei tuoi gusti che spesso infatti coincidono coi miei!
    Grazie a te e Lucia per la bella iniziativa, per me è stato molto divertente! :-)
    Un bacione a te e buona giornata!

    @Dorotea: grazie dei complimenti!
    Ciao!

    @Gambetto: così è pseudo-scientifico/ drammatico però, quasi da "Voyager":

    "In primo piano: le testimonianze sul piatto dei misteri... c'è chi giura di aver visto delle golose barchette... poi una voragine e sono sparite misteriosamente... la prova che una sottile linea collega questo piatto a Stonehenge, le piramidi, i templari ed i cerchi nel grano..." AHAHAHAHAHAHAHAH :-PPP

    RispondiElimina
  26. Quando si passa da te, c'è la certezza di trovare sempre qualcosa di strepitoso! Complimenti!

    RispondiElimina
  27. Ahahahahaahahhahaha :DDDDDDDDDD

    RispondiElimina
  28. sono bellissimi...
    appena ho visto la foto ho detto (a voce bassa, senno' mi prendono per matta): nooooooo
    il dilemma ora è: da dove si inziano a mangiare?!??!
    ;-)
    baci baci

    RispondiElimina
  29. @Annalù&Fabio: grazie dei complimenti! a presto!

    @Napochef.61: ottima sintesi, mi piace! ;-) Ciao!

    @Gaia: da dove si comincia? ...prendi la vela e la usi come paletta! ;-)
    Baci baci a te!

    RispondiElimina
  30. uhhh sì sì..light, come no! C'ho in mente certe ricette light che non ti dico!

    RispondiElimina
  31. Finalmente un nuovo contest! Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Emile Henry ha organizzato uno straordinario contest “Frutta in pentola”, dove la protagonista indiscussa è proprio la frutta, sia fresca che secca. I premi? Beh ti invito a sbirciare nel blog, ti aspetto http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2011/02/contest-frutta-in-pentola.html

    RispondiElimina
  32. Mi mangerei anche solo la ganache alla nocciola!!
    complimenti veramente.
    Se vuoi visita il mio umilissimo blog,
    www.alcaffedelapaix.blogspot.com
    Ciao
    cinzia

    RispondiElimina
  33. @Caris: :-)))

    @ramona: grazie per l'invito, appena posso vengo a vedere... Ciao

    @Cinzia: prova a rifarla allora, ci vuole pochissimo ;-)
    Grazie mille dell'invito, vengo a vedere...
    Ciao!

    RispondiElimina
  34. Wow complimenti! La presentazione é fantastica e sicuramente sono ua bomba di bontà!!! :)

    RispondiElimina
  35. Grazie Kristel!
    A noi sono piaciute molto... ;-) Ciao!

    RispondiElimina
  36. Uhm... io ci vedo uno squalo con la pinna che si fa strada tra la spuma della onde. Sarò da psicanalisi??
    Però che meraviglia...
    Tipo cartone animato mi metterei lì con la bocca aperta aspettando che lo squaletto la scambi per una sicura tana e... GNAM!
    :>

    RispondiElimina
  37. Questa si che è arte! E' un piacere leggere e guardare il risultato delle tue ricette, complimenti! Proverò a farle anche io le tue barchette....mi sa però che al posto della vela (non riuscirò mai a farla!) opterò per dei remi (con stuzzicadenti magari!) ;-)
    Grazie per essere passato dal mio blog.....
    Alla prossima
    Rosalba

    RispondiElimina
  38. nanni! il libro, l'ho scritto nel post, è "la buona cucina di casa".
    Garanzia..? ..Proprio non l'hai letto il post ;-)

    RispondiElimina
  39. @Tiz: hai una domanda di riserva?!?! ahahahhaha ;-)))
    Grazie del tuo commento e a presto!

    @Rosalba: ma grazie a te per il commento! A presto!!

    @Cinzia: tesoro, certo che l'ho letto il post, lo faccio sempre, poi però nella mia testa vuota c'è rimasto quello che gli pareva... ;-)))

    Perdonami per la cattiva impressione, ti assicuro che il malinteso non si ripeterà... Ciao

    RispondiElimina
  40. Nanni, ma va, quale malinteso! Spesso capita anche a me di leggere i post...un po' alla veloce, penso a tutti!
    cmq è ottima, senza dubbio. Ma forse ho sbagliato qualcosa...forse non dovevo montare le uova con lo zucchero e aggiungere il resto dopo ma solo sbattere leggermente le uova e poi mettere il resto, boh...ci andrebbe una base solida di pasticceria che io non ho !

    RispondiElimina
  41. @Lucia: grazie per i complimenti!
    Ciao

    @Cinzia: come dici tu è che è quel tipo di torta ad essere un po' diversa per la consistenza dell'impasto, questo anche perché tutte quelle mele rilasciano un sacco di liquido in cottura e la pasta rimane più come una crema che come una montata di uova.
    Le uova conviene sempre montarle per una torta, si sbattono leggermente solo per amalgamare bianco e rosso come nelle pastelle da frittura.
    Buona giornata!

    RispondiElimina

Lettori fissi

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001