mercoledì 17 novembre 2010

Penne Gorgonzola e Cacao


Per ogni cosa c'è sempre una prima volta... ;-)

Come ben sa chi mi segue da molto tempo io pubblico difficilmente ricette di primi piatti o pasta asciutta in genere.

E questo non perché la pasta non mi piaccia o non la sappia fare ma il fatto è che quello che mi appassiona veramente cucinare sono i dolci!

Forse però c'è anche dietro un discorso di esperienza familiare... un imprinting indelebile.

Nella famiglia nella quale sono cresciuto la pasta è sempre stata considerata un alimento di secondo piano forse per ragioni culturali.

Per mia madre che è fiorentina ed è cresciuta in una famiglia piuttosto agiata, la base di ogni pasto è sempre stata la carne, che coi contorni faceva da companatico al pane che era dunque la principale fonte di carboidrati e tale schema ci veniva riproposto tale e quale visto che era lei a cucinare.

L'eccezione era il pranzo della domenica nel quale il ragù quasi sempre condiva però una pasta all'uovo.

Per mio padre che invece è veneto, la pasta è un alimento ancora più esotico, abituato come era a casa sua alle polente in tutte le salse e ai "risi e bisi"

Tutt'oggi quando capito a mangiare da loro mi accorgo che con la pasta hanno ancora un rapporto conflittuale irrisolto: ne fanno porzioni scarse, la scuociono, i condimenti sono poco vari ed anche un po' tirati via.

Il dolcino a fine pasto però non manca mai e questa probabilmente è un'altra cosa che ho ereditato! ;-))


Il mese scorso su invito della Voiello avevo partecipato alla serata del loro calendario eventi che faceva tappa a Firenze.

La serata prevedeva una breve quanto interessante lezione sull'olio extravergine d'oliva col maestro d'olio Fausto Borrella e successivamente la cena a tema preparata dagli chef Voiello.

Di quella serata non avevo mai trovato il modo di parlare sinora perché le foto che avevo fatte non erano minimamente proponibili... a mia difesa posso dire che c'era davvero poca luce e con la mia compatta si andava poco lontano.

In realtà poi vi parteciparono molti blogger fiorentini e non, che hanno fatto dei reportage eccellenti coi quali mi sarei vergognato di confrontarmici ;-)))

Se per pura curiosità volete approfondire andate a leggere: quì c'è l'ottimo report di Corrado, quì quello di Giulia, quì quello di Francesca.

La cena e la lezione le ho seguite con la piacevolissima compagnia di Anna Rita alias "Marble" nota blogger, fiorentina come me e Francesca alias "Acquolina" che per l'occasione era venuta da Ravenna col marito!
Peccato non aver potuto interagire maggiormente con gli altri, fra tutti ringrazio Fabien per essere venuto a salutarci di sua sponte.


Però, (meno male che c'è un però!) il calendario eventi della Voiello prevede un ultimo incontro per il 2/12 a Roma al quale è collegato un contest (con scadenza 22/11) a tema ricette di piatti di pasta, al quale possono partecipare tutti, anche voi inserendo la ricetta cliccando quì:

Alla fine verranno scelte le 3 ricette giudicate più intriganti ed i relativi autori invitati a realizzarle in compagnia degli chef Voiello in occasione del suddetto incontro.

All'incontro romano pre-natalizio ancora non so se parteciperò di persona per varie ragioni, intanto però per ringraziare più compiutamente Voiello per la piacevole serata trascorsa all'incontro fiorentino, accetto l'invito per il contest e da neofita dei primi piatti vi propongo una ricetta di mia ideazione.


Penne Rigate Gorgonzola e Cacao

Ingredienti per due persone

Penne piccole rigate N°155 Voiello 200 gr
Gorgonzola (dolce) 50 gr circa
Porri 1 piccolo
Burro 20 gr circa
Latte 2-3 cucchiai
Cacao amaro q.b.
Prezzemolo

Procedimento
Lavare il porro pulirlo ed affettarne minutamente la parte bianca.

Sciogliere il burro in una padella e metterci il porro a rosolare a fuoco lento finché è appassito.

Aggiungere il gorgonzola tagliato a tocchetti e farlo sciogliere sempre a fuoco lento aggiungendo il latte per stemperare bene.

Appena sciolto il gorgonzola togliere dal fuoco.

Lessare la pasta in abbondante acqua salata, scolare al dente e saltare nel sughetto.

Aggiungere poco prezzemolo tritato e porzionare nei piatti.

Spolverizzare col cacao.

N.B.: come si può vedere dalla foto ho avuto la mano un po' pesante nel dosare il cacao, io consiglio di metterne qualcosina meno di quello che appare dalla foto, indicativamente direi 1 cucchiaino per due porzioni.

30 commenti:

  1. hihihihi sembra quasi volessi spolverare una torta :)) La pasta col cacao mi manca, sono andata direttamente di cioccolato extra-fondente. Curiosa di provare l'abbinamento col gorgonzola (quello dolce vero?). Buona giornata, a presto

    RispondiElimina
  2. Eh, infatti ho la mano tarata in modalità torta!! ahahahahah
    Si, dolce e hai fatto bene a chiedermelo, così l'ho aggiunto ;-)

    Buona giornata a te!

    RispondiElimina
  3. Grande, Nanni.
    In bocca al lupo per il contest!
    Ovviamente tifo per te, così poi passerai a trovarmi!
    ;-)

    RispondiElimina
  4. Crepi il lupo!! (va detto sempre!)

    A proposito, lo sai che oggi è il "Gatto Nero Day" ovvero la giornata contro le superstizioni? ;-)))

    Grazie e a presto!

    RispondiElimina
  5. La cosa forse ti stupirà ma ho mangiato pasta fino a quando sono stato a scuola in quanto tornavo per pranzo...poi dall'università a seguire...cenando solamente a casa, mia madre era ed è solita privilegiare un secondo con contorno...il tutto con la dovuta eccezione delle Domeniche. Insomma un partenopeo atipico...ragion per cui i "primi" che pur adoro sono comunque un piatto che anche io cucino saltuariamente e quando lo faccio con grande attenzione.
    Certo l'aggiunta del cacao per me è sempre una benidizione...ma il mio essere troglodita dentro me lo rende un pò ostico sulla pasta...facciamo così...io per me procedo con mezzo cucchiaino per 4 persone...che dici?! :P ehehehehhehe
    PS
    La strada dell'evoluzione è lenta...e con me (mi sa) lo è ancora di più! :DDDD
    PS2
    Per il gatto nero...quindi oggi scatta il "grattazio day" anche!! :PP ehehehehe

    RispondiElimina
  6. Ciao Nanninanni e grazie per la tua ricetta! Due precisazioni però:
    - l'evento si terrà in data 2 dicembre, non il 19 dicembre
    - per avere la possibilità di essere protagonisti dell'incontro Voiello dedicato alle festività natalizie bisogna inserire su PiacereVero.it la propria ricetta utilizzando questo link http://www.piacerevero.it/node/add/ricetta

    Grazie!

    RispondiElimina
  7. Grazie a voi per la precisazione, ho appena corretto il testo del post.
    A presto!

    RispondiElimina
  8. ciao nanni sai mi sono iscritta anch'io all'incontro voiello a roma chissa se mi chiameranno mi farebbe tanto piacere conoscerti e cmq questo piatto è decisamente particolare e gustoso e su la predelizione dei dolci be lo sai che la penso esattamente come te!!un bacione imma

    RispondiElimina
  9. Ah bè ma questa è una pasta davvero eccezionale a cui non avevo davvero mai pensato! Mi sa che ho trovato il pranzo di oggi ;))

    RispondiElimina
  10. @Gambetto: comincia con la piccola dose ma tieni poi il sacchetto del cacao a portata di mano... non si sa mai!
    Ehm... non indaghiamo oltre sull'oggetto della "grattazio"!!
    Ciao!

    @Imma: uh! Sarebbe magnifico incontrarsi in un occasione del genere! Per ora avrei qualche difficoltà per il 2 (è feriale poi!), vediamo come va avanti il discorso... mi tengo aggiornato ;-)
    Un bacione a te!

    @Eleonora: ma bene!
    Buon appetito allora! :-)

    RispondiElimina
  11. Bellissimo il racconto con la pasta che funge da cammeo nella cucina dei tuoi genitori! Tu invece con questa ricetta l'hai riscattata alla grande, facendola entrare di diritto tra le portate più nobili del pasto, con un abbinamento insolito e intrigante.

    Mario mi ha fatto morire dal ridere con il suo intervento e il grattatio day finale mi ha fatto chissà come venire in mente i rastrelli... :-D

    RispondiElimina
  12. Appena ho letto pasta gorgonzola e cacao nella blogroll ho pensato: Nanni con il cacao ci fa proprio di tutto!!! :))
    Mi piace questo piatto, mi sa che lo rifarò molto molto presto!!!

    In bocca al lupo per il concorso!

    RispondiElimina
  13. e si che ho appena detto che io il gorgonzola lo mettere ovunque... ma all'abbinamento gorgo-caca davvero non ero arrivata... mi associo a gambetto... l'evoluzione è lenta... e mi sa che da un punto di vista darwiniano io sono un ramo morto... ma mi applicherò e proverò il tuo abbinamento...

    RispondiElimina
  14. Sorrido. Se già di tradizione la pasta per il tuo parentame stretto è un piatto esotico, chissà di fronte a questo! Mancherebbe sicuramente la favella...
    Vedo che il vortice di cacao si sta espandendo e sta contaminando anche il salato. Personalmente sposo tanto questo piatto e l'uso del cacao nelle preparazioni non dolci. Arrotonda tutti i gusti che è un piacere!

    RispondiElimina
  15. mai provato un primo piatto con il cacao, secondo me devono essere eccezionali

    RispondiElimina
  16. Non ho mai provato il cacao su un primo, ma a giudicare dalla foto non lo vedo affatto male ;)
    Da amante del gorgonzola non posso che provarlo.

    RispondiElimina
  17. @Mapi: l'ho detto meglio non indagare con che e cosa si gratta!! ahahahahah
    Grazie e buona giornata!

    @Tery: come no, io il cacao lo uso anche come talco! ;-) Ahahahahahahah
    Mi auguro proprio che incontri i tuoi gusti!
    P.S.:crepi il lupo!

    @n.: beh, secondo me funziona!
    Magari per cominciare prova con una bruschetta spalmata di gorgonzola e spolverata di cacao ;-)
    Ciao!

    @Tiz: eh, quasi quasi li invito e faccio loro lo scherzo... eheheheheheh ;-)
    Ero convinto che l'abbinamento ti fosse congeniale.
    Il vortice di cacao vedrai è lungi dall'estinguersi... ;-)
    Ciao!

    @Sweet: come dico all'inizio del post, c'è sempre una prima volta ;-)
    Ciao

    @Elena: guarda ti dico solo che alla mia signora, che è di gusti molto difficili, è piaciuta!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  18. Che ricetta intrigante! il gorgonzola mi piace e con il cacao lo devo provare assolutamente! Grazie per il link!
    La serata Voiello è stata davvero carina, peccato che Roma sia un po' troppo in là, ma non si sa mai...
    Francesca

    RispondiElimina
  19. Nanni!!!!! non ci credo!! sei riuscito a mettere il cioccolato anche sulla pasta!!!! : ) : ) se non ci fossi bisognerebbe inventarti! ; )
    Baci

    RispondiElimina
  20. @Francesca: guarda, ho usato giusto quel cacao che detti anche a te!

    Per Roma oltretutto il 2/12 è un giorno feriale e ancora non si conosce la location... vedremo!
    Grazie a te e a presto!

    @Flavia: ma scherzi, io il cioccolato lo uso anche come colluttorio!!! Ahahahahahah
    Grazie e baci a te!!

    RispondiElimina
  21. Detesto il gorgonzola ma l'idea del cacao sul salato, come sempre, mi intriga.

    Magari sostituisco l'odiato muffoso con della ricotta o del taleggio ma mi sa che ci provo...

    P.s. Anch'io ho il papà veneto e l'abitudine alla polenta ed al risotto al posto della pasta per me profuma di radici...

    RispondiElimina
  22. Ciao! Un piatto insolito negli abbinamenti: un porro delicato, un formaggio gustoseo e dell'insolito caco...certo una ricetta che incuriosisce.
    baci baci

    RispondiElimina
  23. @Virò: o magari prova con un misto dei due... ;-)

    Grazie e buon fine settimana!

    @Manuela&Silvia: l'intento è anche quello di incuriosire, ma anche di invogliare a provare abbinamenti desueti. Baci doppi anche a voi!

    RispondiElimina
  24. ma daiiii!!!!!
    io sono "venuta sù" a voiello, il gorgonzola è la mia passione, il cacao...bè, che vita sarebbe senza cacao?
    che fò, li provo? magari quando non c'è mio marito, che lui le novità...gli mettono paura!!!!!
    ciao nanni!!!!

    RispondiElimina
  25. Mah... io le proverei ;-)))
    Buon fine settimana!!!

    RispondiElimina
  26. dai non ci credo, c'eri anche tu a firenze??? dovevano metterci le spille col nome del blog, non quello vero! Comunque davvero belle queste penne al cioccolato.. noi abbiamo fatto uno sformato per le voiello, se ti va vieni a vedere sul nostro blog!

    RispondiElimina
  27. Ciao Marzia, si c'ero anch'io!

    Casomai allora teniamoci aggiornati sulle partecipazioni ad altri eventi... ;-)

    Per esempio, voi ci andate a Roma il 2/12?

    RispondiElimina
  28. Sempre una bella sorpresa quando si passa da qui. A me gli accostamenti insoliti piacciono molto e di certo non mi tirerei indietro di fronte questo piatto!
    Fabio

    RispondiElimina
  29. Grazie Fabio! Di fronte ad un piatto di pasta caldo e profumato la tentazione è sempre forte! ;-)
    A presto!

    RispondiElimina

Se ti va puoi lasciare un commento.

Prima di pormi domande tecniche assicurati che:
- quello che chiedi non sia già scritto nel post e non lo hai letto per la fretta
- vuoi realmente riprodurre la ricetta e non domandi tanto per fare, perché io non rispondo così tanto per fare.

I commenti pretenziosi e/o anonimi verranno automaticamente cestinati.

Grazie

Lettori fissi

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001