lunedì 5 settembre 2011

Ventagli di Sfoglia


Girando per supermercati, come faccio spesso mi metto a curiosare negli scaffali dei dolciumi già pronti.

Guardo se c'è qualche novità che può incuriosirmi (e non mancano mai vista la varietà di preparazioni "stagionali" che ruotano a turno sui suddetti scaffali) e leggo con una certa soddisfazione le etichette degli ingredienti, tanto per avere la pronta conferma che i dolci di ogni forma e tipo faccio bene a continuare a farmeli da solo a casa con ingredienti di qualità!

Qualche tempo fa tra le altre cose sono comparsi dei dolcetti di sfoglia zuccherata di diversa forma, di alcuni ho facilmente riconosciuto il procedimento, ma nel caso di alcuni fantomatici "ventagli" di sfoglia me ne ero uscito dal super come con un grosso punto interrogativo disegnato sopra la testa... per carità, non che la cosa mi abbia tolto il sonno, però di tanto in tanto ci ripensavo...:
"Mmmh... sembrano tanti archi impilati ma di lunghezza crescente..... ma come c...aspita faranno a dare 'sta formatura?!? Forse con le macchine, certo... ma sicuramente il modo di farle manualmente c'è!"

Poi finalmente ho avuto un intuizione e alla prima occasione nella quale ho avuto tempo per sfogliare, si è rivelata essere quella giusta!! :-DDD

L'occasione era buona anche per mettere alla prova una ricetta di pasta sfoglia "speciale", un po' diversa da quella classica... quella che per intendersi ha lo stesso peso di farina e di burro.

Infatti una volta cotta si è rivelata essere ovviamente un po' più "biscottosa" a causa della minore quantità di grassi, ma particolarmente... "aromatica"!
Sarà stato merito dell'aceto?? ;-)

Provatela e poi magari mi date il vostro parere! ;-)))

Le quantità per i ventaglini sono indicative, posso dirvi che da 270 gr di pasta sfoglia (con pochissimo albume e qualche manciatina di zucchero) si ricavano mediamente 13-14 pezzi.


Ingredienti
Pasta sfoglia
Zucchero
Albume

Per la pasta sfoglia "speciale":
Farina 00 forte 500 gr (io ho usato la Manitoba Loconte)
Acqua 175 gr
Panna liquida 120 gr
Burro 50 gr
Aceto (di vino bianco) 1 cucchiaio
Sale un pizzico

Burro per la sfogliatura 300 gr


Procedimento
Se si dispone di pasta sfoglia già pronta, saltare direttamente alla parte riguardante la formatura.
Ma... se invece volete anche provare a fare questa pasta sfoglia un po' particolare, eccovi il procedimento! ;-)


Pasta sfoglia "speciale"

Preparare il "pastello" con i primi 6 ingredienti (escluso quindi solo il burro per i giri), senza impastare troppo a lungo ma soltanto fino ad avere un impasto liscio.

Coprire con pellicola e lasciar riposare un ora in frigo.
Poco prima del termine preparare il burro per i giri avvolgendolo tra due veli di pellicola e battendolo con un matterello per schiacciarlo e farlo diventare malleabile.

Prendere il pastello, stenderlo e posizionarvi al centro il panetto di burro procedendo col metodo che preferite e dare i conseguenti "giri" alla pasta.

Dare le classiche 2 girate per 3 volte intervallando ogni 2 girate con almeno un ora di riposo nel frigo.

Una volta ultimata, ecco come si deve presentare il profilo della pasta al taglio: si devono vedere tanti sottili strati ordinatamente sovrapposti.


Preferibilmente far riposare la pasta nel frigo ed utilizzarla poi il giorno successivo.


Formatura dei ventagli

Stendere la pasta sfoglia in un rettangolo dello spessore di 4 mm circa.

Spennellare con poco albume


e spolverizzare con abbondante zucchero semolato.

Arrotolare partendo dal lato corto fino ad avere un cilindro di pasta avvolta, spennellarlo anche esternamente con l'albume e rotolarlo sempre in abbondante zucchero.

Vi ricorda qualcosa? Mmmh... forse... queste ?? ;-)))


Avvolgere in pellicola e mettere nel congelatore per 30' circa.

Trascorso il tempo, riprendere il rotolo e con una lama liscia e lunga inciderlo per il verso della lunghezza con un taglio che affondi fino a metà del rotolo in tutta la sua lunghezza.

Tagliare poi il cilindro in tante fette uguali alte 1 cm circa e posizionarle su una teglia coperta di carta forno, ben distanziate tra loro e col taglio leggermente aperto.



Cuocere in forno già caldo a 180° per 15-20' circa o comunque fino a doratura.

Val la pena guardare nel forno di tanto in tanto per notare l'effetto della sfogliatura...: le spirali tagliate come per magia pian piano gonfieranno e si apriranno a forma di ventaglio!


Mmmmmhhh, e che buone!!!


Una buona giornata a tutti! :-)

26 commenti:

  1. belli, grazie per averci fatto vedere quest'altro modo per farli,

    RispondiElimina
  2. In effetti mi chiedevo come fare per dare quella forma alla sfoglia, grazie Nanni e voglio provare anche la pasta ; ))
    Buona giornata!!

    RispondiElimina
  3. Ah che per una volta ti avrei potuto quasi dare un suggerimento! E' l'analogo sistema che si usa per le sfogliatelle, solo che lì il rotolo è fatto con più sfoglie sovrapposte anzichè una sola! Buona settimana, un bacio

    RispondiElimina
  4. seeeee....ma dai?? non lo avrei mai detto che quella forma potesse venir fuori da dei cerchi! :D
    forte! la proverò sicuro!

    RispondiElimina
  5. ti giuro che io non ci sarei mai arrivata....devo provare anche questa sfoglia.... grazie per la dritta...buona giornata, Flavia

    RispondiElimina
  6. Troppo belli! Cosi deliziosamente friabili... ci hai fatto venir voglia di farli subito!

    RispondiElimina
  7. Ma che belli!! Non sapevo si facessero così!!! Hai ragione: sembra quasi una magia!! E che meraviglia di sfogliatura!

    RispondiElimina
  8. Ma dai!!! E io che pensavo che bisognasse tagliare in 4 quel rotolone di sfoglia! Ma è una genialata! Complimenti!

    RispondiElimina
  9. certo che sei proprio un mago dei dolci, io non ci avrei mai pensato!

    a me i ventaglietti piacciono tanto, ma la sfoglia è veramente la bestia nera del senza glutine, non sfoglia mai :-(

    RispondiElimina
  10. sono tra i miei dolci preferiti! ora dirai che è una gara dura, mi piacciono tutti, ma questi davvero di più! e il trucchetto è fantastico , devo provarlo al più presto!!! ciao :-)

    RispondiElimina
  11. il tuo blog è preziosissimo. Più ti leggo e più mi vien voglia di imparare.

    RispondiElimina
  12. davvero cuoriosa questa pasta sfoglia con il vino bianco. Ancora non mi sono mai cimentata nella sua preparazione ma devo dire che questa tua versione mi tenta non poco!

    RispondiElimina
  13. wow che meravgilia! ma usi tt farina farina? ti trovi bene? io da consiglio di Paoletta facevo metà e metà

    RispondiElimina
  14. @Mary: prego! ;-)
    Ciao!

    @titty: vedo che non ero il solo! ;-)
    Buona giornata a te!!

    @Federica: ah si? Mi pareva che le tue sfogliatelle abruzzesi somigliassero di più alle "fiorentine" che ho pubblicato tempo fa.
    Grazie mille e un bacio a te!

    @Cranberry: eh si, eh!! Ho fatto proprio così!
    Grazie e buona giornata!

    @Flavia: io ci ho rimuginato su un po' e... mi è andata bene al primo esperimento! ;-)
    Ciao

    @lerocherhotel: grazie! Buon divertimento allora! ;-)))

    @Martina: ma grazie!
    Guarda, non so se ne esistano anche altri modi ma questo funziona eccome!! ;-)
    Ciao!

    @Stefania: era una soluzione alla quale avevo pensato anch'io istintivamente, ma poi ho riflettuto che proprio per la sfogliatura, la pasta sarebbe cresciuta solo longitudinalmente alterando marcatamente le proporzioni di partenza.

    Grazie dei complimenti e buona settimana! :-)

    @Gaia: eh, lo so! Chi riuscisse a trovare una soluzione onorevole alla sfoglia GF farebbe un autentico miracolo!
    Grazie carissima e buona giornata!

    @Deborah: grazie mille!
    Buona giornata!

    @Francesca: anche per me la gara è dura assai!!
    Adoro i dolci, specialmente tutti! eheheheheh ;-))
    A presto!

    @Apiedinudisuldivano: sono felicissimo che quello che pubblico ti stimoli e ti incuriosisca! :-D
    Grazie mille e buona giornata!

    @amichecuoche: ed io ti esorto a provare la sfogliatura (con questa o altre ricette), che ne vale davvero la pena!!
    Ciao!

    P.S.: "aceto" di vino bianco... ;-)

    @Vale: ma quella che dici tu è la sfoglia classica, questa è "speciale"... eheheheh ;-)))
    Ciao!

    RispondiElimina
  15. Sei troppo avanti! io non ci sarei mai arrivata! avrei dato un'altyra forma e via.. tanto quello che conta è la sostanza!

    RispondiElimina
  16. Sei geniale!!! ...basta: ho detto tutto!!! un abbraccio

    RispondiElimina
  17. lo dico io che il diavolo vicino a te non ci fà niente... non può competere con te ^___*
    i iei due cuccioli gli piacciano moltissimo questi ventagli....quindi....
    aggiungo alla lista del fare...
    un abbraccio caro Nanni
    lia

    RispondiElimina
  18. grazie delle ottime spiegazioni, anche perchè a me piacciono moltissimo!

    RispondiElimina
  19. Da piccola i ventagli di sfoglia erano uno dei miei dolcetti preferiti...mia nonna me li comprava sempre e io cominciavo e non riuscivo a smettere di mangiarli :)

    Mi intriga questa sfoglia alleggerita...visto che non sono molto fan della sfoglia proprio a causa della montagna di burro che ci sta dentro magari rimango folgorata da questa versione.

    RispondiElimina
  20. @Commis: io invece ricercavo proprio la forma... ;-)))
    Ciao!

    @Monica: se hai della pasta sfoglia da parte li fai in un attimo!
    Grazie e buona giornata

    @Francesca: eh dai, non esageriamo!
    Grazie ed un abbraccio a te!

    @Lia: un abbraccio a te!
    P.S.: il diavolo fa le pentole... ma non i coperchi! ;-)))

    @Lucy: a saper fare delle belle foto potevo spiegarlo meglio!
    Grazie a te e a presto!

    @Elena: Se la provi fammi sapere........ se poi riesci a smettere di mangiarli!! ahahahah ;-P
    Grazie e buona giornata!

    RispondiElimina
  21. Bravo, preciso e puntuale come al solito. Bravo maestro

    RispondiElimina
  22. Grazie carissimo, sempre troppo gentile! :-D
    Ciao!

    RispondiElimina
  23. Mitico!!
    Adesso non ho più scuse, DEVO mettermi a sfogliare.
    Quando lo faccio ti mando qualche foto e mi dici cosa ne pensi magari!!
    Grazie e buona giornata!!

    RispondiElimina
  24. Ok! Attendo con curiosità tue nuove! ;-)
    Buona serata e a presto!

    RispondiElimina

Lettori fissi

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001