giovedì 8 settembre 2011

Tartufo Cioccolato Bianco & Arancio


Il dolce in questione nasce per fornire ai miei lettori una versione "bianca" del tartufo al cioccolato fondente, che a conti fatti è stata la ricetta che ad oggi ha vantato il maggior numero di riproduzioni fra tutte quelle che ho pubblicato!
Anche se nel procedimento stavolta troverete qualche passaggio in più, come l'altra anche questa torta ha il pregio di avere una ricetta di rapida esecuzione! ;-)))

Dunque, come sempre c'è la base simile a quella del genere cheese-cake, il ripieno invece è a base di cioccolato bianco con una decisa aromatizzazione all'arancio.

Come finitura e decorazione ho preferito invece riprendere il tema amaro e croccante della base (sebbene con un impasto diverso e più adatto alla formatura degli "Streusel"), per riequilibrare la maggiore dolcezza del ripieno e contrastarne anche la cedevolezza con la croccantezza.

A dire il vero ho pensato anche a diverse altre possibili variazioni/aromatizzazioni, piuttosto classiche, fermo restando il "concept" di questo dolce, ma per il momento sono solo idee annotate su qualche foglio e ne riparleremo solo se valuterò che ne sia il caso e tempo permettendo...
Tutto sommato a mio giudizio, anche su questa versione stessa si potrebbe ancora lavorare, ad esempio per quanto riguarda la "texture"... per non parlare di tutte le altre ricette di altro genere che ho al vaglio! ;-)))

-o-

Per 12 porzioni

Ingredienti
Per la base
Biscotti tipo gallette integrali 135 gr
Farina di mandorle 45 gr
Burro 75 gr
Cacao amaro 25 gr
Zucchero a velo 20 gr

Per la farcia
Cioccolato bianco 425 gr
Acqua 100 gr
Panna 550 gr
Arancio candito 120 gr
Grand Marnier 25 gr

Per gli streusel
Farina di riso 35
Cacao amaro 15 gr
Farina di mandorle 50 gr
Zucchero a velo 50 gr
Burro 50 gr


Procedimento
Base

Ridurre i biscotti in briciole passandoli al cutter, aggiungervi la farina di mandorle e finire di tritare l'insieme.

In una ciotola setacciare cacao e zucchero a velo, miscelarvi infine anche il trito di biscotti e mandorle.

Tagliare il burro a dadini ed intriderlo con le polveri miscelate lavorando di polpastrelli fino ad ottenere un composto uniforme di briciole.

Coprire una teglia con carta forno sulla quale appoggiare un anello da cottura di 25 cm (io ho usato il solito mio regolabile), versarvi il composto di briciole all'interno e distribuirlo pressandolo in uno spessore uniforme.

Cuocere in forno già caldo a 180° per 10' al massimo, dopodiché togliere la teglia e lasciarla raffreddare completamente senza toccare assolutamente il cerchio.


Farcia

Tritare finemente il cioccolato bianco, metterlo in una ciotola con l'acqua e metterlo nel microonde.

Quando l'acqua spicca il bollore togliere la ciotola e girare rapidamente per sciogliere ed amalgamare la ganache, lasciar raffreddare un po' ed incorporare poco alla volta il Grand Marnier mescolando.

Tritare l'arancio candito col tritatutto finché diventa una pasta abbastanza fine, incorporarlo un cucchiaio alla volta al cioccolato bianco stemperandolo con una frusta.

Quando l'arancio è ben amalgamato alla ganache e non ha quindi grumi, si monta la panna ben fredda, si cola quindi la ganache (lasciata raffreddare!) nella panna incorporandola usando la frusta.


Streusel

In una ciotola miscelare le farine col cacao e lo zucchero ed infine aggiungere il burro a dadini ed intriderlo lavorandolo con la punta delle dita.

Ricavare un composto di grosse briciole omogenee e cuocerle sparpagliate su una teglia coperta di carta forno per 10' a 160°, poi togliere dal forno e lasciar raffreddare bene.


Assemblaggio della torta

Spostare la torta col suo anello e la carta forno sul vassoio di portata.

Versare la farcia all'interno dell'anello e con una spatola corta distribuirla ad un altezza regolare, riempiendo bene anche lungo tutta la circonferenza.

Con delicatezza sfilare il foglio di carta forno da sotto la torta, coprire invece il cerchio con pellicola e se andate di fretta mettere in congelatore per 2 ore circa altrimenti le solite 6 ore in frigo.


Togliere poi dal freddo, cospargere uniformemente con gli streusel cercando di piazzarli anche lungo il bordo ma in modo che quando si toglierà l'anello non cadano a lato, dopodiché allentare l'anello.

Se necessario col lato dritto di una spatola corta (il cosiddetto "tarocco") lisciare il bordo esterno.

Tenere la torta in frigo fino al momento di servirla, soprattutto se deve perdere totalmente l'effetto del congelamento e diventare ottimale al taglio e........... al morso! ;-DDD


Buona giornata! :-D

36 commenti:

  1. Nanni, come al solito meraviglie! Ma che intendi per gallette integrali?
    Ciao! Eleonora

    RispondiElimina
  2. Sono la prima, sono la prima, sono la prima! Ottimo dolce come sempre! :) Mi piace la versione "torta" del tartufo e ancora di più l'aroma di arancia! Sarebbe un'ottima realizzazione per un tuo prossimo corso.. un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. ops.. non sono più la prima.. :)

    RispondiElimina
  4. @Eleonora: ciao carissima, grazie!
    Intendo biscotti dolci molto secchi... tanto per citarne un marchio che mi piace tipo i Pain Croute della Lazzaroni.
    A presto!

    @Commis: eheheh, l'idea del corso avanzato sul cioccolato ancora ti stuzzica, eh? ;-)
    Ma si può fare anche qualcosa di meglio di un tartufo di ganache! :-D
    Grazie ed un abbraccio a te!

    RispondiElimina
  5. che dire e' strepitosa, ma sai che mi e' sfuggito il tuo tartufo al cioccolato, ora vado a vedere, sicuramente avro' l' occasione per provarli. grazie nanni

    RispondiElimina
  6. Sono in estasi davanti a questo dolce, complimenti anche per il blog!!

    RispondiElimina
  7. Non puoi postare questa meraviglia proprio oggi che ho deciso di mettermi a stecchetto!!! Uffi!!! è fantasticaaaaa!!! Bacioniiii

    RispondiElimina
  8. bellissima Nanni!
    Deve essere anche buonissima, ma se non metto l'arancio candito che a me non piace, dici che posso sostituirlo aumentando un po' il grand marnier e aggiungendo gocce di cioccolato?

    RispondiElimina
  9. Senza parole...sembra fatta su mai rischiesta!Bravissimo!Un abbraccio!

    RispondiElimina
  10. Una vera favola! Mi ha fatto salire un'acquolina assurda!
    E sono proprio curiosa di vedere gli altri tuoi working-progress ;-)! Baci e buona giornata!

    RispondiElimina
  11. mammamia che golosità che trovo ogni volta che entro nel tuo super-blog!!! Uffa mi spiace solo che blogger mi faccia dei brutti scherzi: non so quante volte mi sono aggiunta tra i tuoi fans, ma non mi fa mai vedere gli aggiornamentini!!! :((
    Ciaooooooo

    RispondiElimina
  12. Maròòò che meraviglia Nanni! Da oscar! Un bacio

    RispondiElimina
  13. @Antonella: ma grazie a te!
    Mi auguro ti piaceranno :-D
    Buona giornata

    @Mariangela: grazie dei complimenti!
    A presto allora!

    @Titti: eh, ormai è andata così... ;-)))
    Grazie e bacioni a te!!

    @saraq: certo, fino ad un aumento contenuto la quantità che aggiungi di liquore si può toglierla di acqua dalla ganache.
    Poi puoi metterci le goccie di cioccolato (fondente ovviamente) oppure a me viene in mente anche la granella di mandorle tostate... ;-)))
    Grazie ed a presto!

    @Ka': grazie! Sono contento di aver azzeccato il genere ;-)
    Ciao!

    @Saretta: sarà anche che siamo vicini all'ora di pranzo?? ;-))
    Le altre "declinazioni" che ho in mente sono comunque abbastanza classiche...
    Baci e buona giornata anche a te!

    @Luna: ciao! Grazie mille, troppo buona!
    Sugli strumenti per i follower purtroppo non so aiutarti, anche perché io per primo non li uso.
    Buona giornata ed a presto!

    @Martina: ciao carissima, grazie!
    Sono contento ti piaccia! :-D
    A presto ed un bacio a te!

    RispondiElimina
  14. Che dire...ci salterei dentro!!!!

    RispondiElimina
  15. Senza parole!! e visto che il tartufo al ciocc fondente è piaciuto a tutti...non mi resta che copiare anche questo e replicare! Grande Nanniiiiiiiii

    RispondiElimina
  16. Certo che mi stuzzica ancora il corso avanzato sul cioccolato! :) avevi dubbi???

    RispondiElimina
  17. ....direi che ...è un sogno di dolce!!!

    RispondiElimina
  18. Grazie carissimo e... al prossimo corso!!!

    RispondiElimina
  19. Un dolce del genere per me è..irresistibile!!
    Grazie, ricetta salvata!! :))

    RispondiElimina
  20. mamma mia come mi tenti...in questo periiodo che mangerei dolci sempre!!!

    RispondiElimina
  21. Ogni volta riesci a stupirmi...ma come fai a proporre sempre ricette così originali, particolari, elaborate e assolutamente irresistibili?
    Nanni sei un mito!

    RispondiElimina
  22. Caspita,che bello il tuo blog, sei veramente bravo. Complimenti!
    Saluti, Simone

    RispondiElimina
  23. Chi ti ferma piùùùùùù!Salutoni e bravo!

    RispondiElimina
  24. e non ci si può credere... una torta così goduriosa che fine farà fare alla mia dieta?

    troppo splendida!

    RispondiElimina
  25. @Stefania: sarà il caso rifarlo un po' più grande?? ;-))
    Grazie carissima!

    @Titty: poi mi farai sapere se ti piace anche questo! ,-)
    Grazie mille e a presto!

    @Commis: e se fosse integrato in un corso sulle torte al cioccolato...?
    Credo di conoscere già la risposta! ;-)
    Ciao!

    @Eleonora: grazie a te ed a presto!

    @Assunta: ma grazie a te! Ricordati di salvarti anche la versione fondente che ne val la pena! ;-)
    Buona giornata!

    @Lucy: per me quel periodo non è mai finito!! ;-)))
    Un abbraccio

    @Elena: grazie carissima, in realtà cerco di rimanere sempre sul classico che è poi lo stile vicino ai miei gusti... :-D
    Grazie ancora ed a presto!

    @Simone:grazie mille dei complimenti, spero tu torni spesso a trovarmi! :-)
    Salutoni

    @amichecuoche: ahahahah, grazie mille e a presto!

    @Gaia: beh, in ogni dieta di solito c'è un giorno libero alla settimana... ;-)
    No scherzo, le calorie in ballo quì sono svariate... e non vorrei essere io la causa del vanificarsi di tanti sforzi... ecco, fa finta di non averla veduta... ahahahah ;-PPP
    Un abbraccio e a presto!

    RispondiElimina
  26. @EliFla: sono d'accordo, dopo averne mangiate un paio di fette si sogna davvero bene! ahahahahah ;-)))
    Grazie mille e a presto!

    RispondiElimina
  27. Mamma mia che deliziaaaaa.........e dei ventagli qui sotto ne vogliamo parlare?? Adoro i gusti semplici...

    RispondiElimina
  28. Parliamone allora! ;-))
    Grazie mille e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  29. La risposta è ovviamente sìììììì! :) sono già pronta per partire per qualsiasi città tu scelga come sede del corso! :)

    RispondiElimina
  30. WOW!!!
    ...più che probabile che sarà quì dalle mie parti ;-)
    Ciao!

    RispondiElimina
  31. spettacolare ... davvero spettacolare questa tua versione
    sei un maestro per questo e non se pò competere ^__^
    baci e abbracci da lia

    RispondiElimina
  32. Grazie Lia, sempre troppo gentile!
    Un abbraccio e buon fine settimana :-)

    RispondiElimina
  33. Non possiamo che ringraziare per la meravigliosa ricetta!

    RispondiElimina
  34. Tu si che sai addolcire le giornate.. :))

    RispondiElimina
  35. Fantastica!!! So di non essere originale, ma sei veramente bravissimo. C'è la speranza di vederti per uno dei tuoi corsi a Biella? Sarebbe un sogno!!!!

    RispondiElimina
  36. @lerocherhotel: ed io ringrazio voi per il commento! A presto

    @Napochef.61: ma grazie! Buona giornata!

    @Paola: grazie dei complimenti!
    Purtroppo credo che per diversi motivi quest'anno viaggerò meno per i corsi, ma... se tante volte passi in Toscana... ;-)
    Grazie e buona giornata!

    RispondiElimina

Se ti va puoi lasciare un commento.

Prima di pormi domande tecniche assicurati che:
- quello che chiedi non sia già scritto nel post e non lo hai letto per la fretta
- vuoi realmente riprodurre la ricetta e non domandi tanto per fare, perché io non rispondo così tanto per fare.

I commenti pretenziosi e/o anonimi verranno automaticamente cestinati.

Grazie

Lettori fissi

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001