venerdì 23 settembre 2011

Panini Paradiso Austriaci


Prima di salutarvi per il fine settimana vi lascio con questi panini integrali che pare siano di origine austriaca...

La ricetta l'ho presa da un interessante libriccino sui pani di montagna del quale sto provando un po' di ricette con farine integrali, ma siccome per rendere la ricetta "panificabile" ho dovuto apportarle diverse modifiche alla fine non è che mi abbia soddisfatto pienamente... e comunque lo era quanto basta per deciderne per la pubblicazione.
Mi rincresce soltanto il non averli abbelliti con una manciata di fiocchi d'avena sulla superficie che avrebbe contribuito non poco alla loro fotogenia... ;-)

L'idea mi piaceva perché mi sembrava una via di mezzo fra il Pan Brioche Semi-Integrale che ho pubblicato recentemente ed il mitico Pane Panda della cui clonazione vado tuttora fiero... ;-)))
Per quanto riguarda l'uso del lievito di birra con la farina integrale valgono sempre le considerazioni fatte quì e non sto perciò a trascriverle nuovamente.

La formatura è volutamente schiacciata, non è necessario quindi dare i classici gradi di serratura che normalmente indirizzano lo sviluppo in verticale del formato.

Per quanto riguarda l'idratazione dell'impasto potrebbe apparirvi piuttosto alta in quanto sia la crusca presente nella farina integrale che il germe di grano che i fiocchi di avena assorbono una buona quantità di acqua ma non esattamente quantificabile, regolatevi quindi aggiungendone poco alla volta in fase di impasto.


Ingredienti (per 12 pagnottine)
Farina integrale 500 gr
Acqua 360-400 gr (secondo assorbimento degli ingredienti)
Fiocchi di frumento 50gr
Semi di girasole 50 gr
Semi di lino 50 gr
Germe di grano 50 gr
Lievito di birra 10 gr
Miele 30 gr
Olio Evo 2 cucchiai
Sale

Procedimento
Stemperare lievito e miele nella metà dell'acqua.

Unire la farina, i fiocchi, i semi ed i germogli, aggiungendo via via che l'impasto rassoda, la restante acqua e ad impasto formato, il sale.

Impastare bene ed infine incorporare anche l'olio.

Formare una palla ungerla d'olio e se si ha fretta metterla in una ciotola anch'essa unta d'olio e coperta, fino al raddoppio; oppure come ho fatto io che fretta non ne avevo, appena coperta la ciotola, riporla nel cassetto basso del frigo per 12-18h a maturare tirandola fuori il giorno successivo con un ora di anticipo.

Sgonfiare la pasta, rimpastandola brevemente ed infine spezzare in 12 pezzetti da 75 gr cadauno.

Stendere ogni pezzetto in un rettangolo sottile e formare a saccottino richiudendo semplicemente due volte a fazzoletto e chiudendo poi lateralmente.
Metterli ben distanziati sulla placca forno unta, ungerli con una pennellata di olio EVO e lasciarli a lievitare per 45' circa coperti con pellicola.


Al termine pennellare di nuovo e cuocere a 190° per 20' circa, togliere dal forno e lasciar raffreddare su una griglia.

Consumare nel giro di un giorno o due al massimo, data la scarsità di grassi nell'impasto e l'uso del lievito di birra tendono infatti a raffermare abbastanza rapidamente.


Non mi resta che augurarvi buona giornata e buon fine settimana! :-D

21 commenti:

  1. Adoro tutti i tipi di pane simil-integrale con qualche tipo di semino! :)
    E questi mi piacciono particolarmente! Buon we Nanni! :)

    RispondiElimina
  2. Ottima variazione sul tema. Personalmente sai che panifico con grande frequenza ed al momento le uniche concessioni alle quali mi sono dato sono singole sostituzioni di ingredienti (tipo di farina, tipo di aromatizzazione, lievitazioni differenti...). Questa la segno per cercare di dare una svolta al mio monoteismo da pani lievitati.
    Considera che mi piace molto lo spunto soprattutto in funzione della colazione...
    Io di mattina se posso solo pane...ma deve essere pane! :)

    RispondiElimina
  3. @Commis: guarda, questi sono giusto per cominciare... ;-)))
    Grazie e buon fine settimana a te!

    @Gambetto: per me il pane invece è praticamente presente ad ogni pasto, il mio monoteismo come vedi riguarda invece la fonte principale di carboidrati! ;-)))
    Se puoi ovviamente cerca di usare il lievito madre.
    Un abbraccio e buon fine settimana! :-D

    RispondiElimina
  4. Mai fatto il pane con farine diverse, a parte quello "giàfattoinbusta"! Questo mi piace parecchio! Nanni bravissimo come sempre!

    RispondiElimina
  5. Io faccio spesso quello ai 7 cereali, quello del mulino spadoni per intendersi, diciamo che questi sono un'alternativa... ;-)
    Grazie e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  6. Wow, che brava che sei stata!!! un bacione

    RispondiElimina
  7. Mangerei solo pane integrale e, non curando il bimbo, questo con il lievito di birra è per me, devo procurarmi i semi e il germe di grano.
    Complimenti per la tua maestria!

    RispondiElimina
  8. @Olga: grazie e a presto! ;-)

    @Dana: grazie mille! Per quegli ingredienti ho visto che ora si trovano anche nei normali supermercati, altrimenti c'è NaturaSi.
    Buon WE!

    RispondiElimina
  9. Ciao Nanni, è un piacere conoscerti, quante splendide ricette ho visto qua da te!!!! Mi iscrivo come tua sostenitrice, così non ti perdo di vista; passa da me, ti aspetto!

    RispondiElimina
  10. ciao nanni!!!! come stai? molto interessante questa ricetta ma sono stata distratta dal coming next....e chi se li toglie dalla testa adesso. Tra l'altro è un pò che voglio farli. vabbè, io aspetto qui eh! Non farmi aspettare troppo eh :D
    Un bacione

    RispondiElimina
  11. Buon fine settimana anche a te!
    Non vedo l'ora di riaccendere il forno con regolarità!!
    ;-)

    RispondiElimina
  12. @speedy70: mi auguro tu trovi sempre cose di tuo gradimento!
    Buon WE!

    @Viola: tutto bene grazie!
    Come avrai notato ancora non sono riuscito a programmare il viaggio in Veneto... ;-))

    Per il "Coming next"?
    .....on Monday! ;-)

    @Gaia: grazie!
    Chissà che meraviglie hai in serbo di sfornare... ;-)
    Ciao!

    RispondiElimina
  13. mmm..mi ricordano le colazioni in Austria da mio fratello! Buonissimi

    RispondiElimina
  14. Ciao Nanni come va? purtroppo in questo periodo sono altilenanet nel blog ma non mi perderei mai le tue ricette :)
    Ho proprio della farina integrale da far fuori...mi e' venuta un'ideuzza...se invece dei seimini mettessi tipo noci tritate? come li vedresti?

    RispondiElimina
  15. Ho un'altra domanda...ma vengono meglio se li si fa lievitare in frigo?

    RispondiElimina
  16. Panifico moltissimo dato che in Arabia il pane è un po' diverso da quello a cui siamo abituati noi, figurati se mi faccio scappare questi!

    RispondiElimina
  17. @Deborah: una bella fortuna se puoi andarlo a trovare spesso! ;-)
    Grazie e buon WE!

    @Elena: grazie, tutto ok!
    Le noci possono andare certo, col miele poi vanno molto d'accordo.
    La maturazione in frigo migliora il sapore di tutti i lievitati.
    Buone corse!! ;-D

    P.S.: mi sto allenando sodo per la Maratona di Firenze... ;-D

    @Stefania: non so se questa ricetta ti darà molta soddisfazione... quì non c'è nessun ingrediente proibito!! Ahahahahah ;-PPP
    Ciao!

    RispondiElimina
  18. Ciao, mi ha indicato il tuo blog una cara amica che evidentemente conosce bene i miei gusti...volevo sinceramente farti i miei complimenti per il blog, che per come la penso io ha veramente tutte le qualità a livello di informazione, grafica e fotografia che mi piace trovare quando girovago nel web. è strano ma anche solo l'equilibrio tra le cose dette sopra non è poi cosa facile da trovare.allora..a presto Ilaria

    RispondiElimina
  19. complimenti... mi sembra di sentirne il profumo da qui
    A.

    RispondiElimina
  20. @Ilaria: il blog riflette in qualche modo la mia passione per la pasticceria, quindi i complimenti mi fanno sempre molto piacere! :-)
    Grazie e buona giornata!

    P.S.: ah! Ringrazia anche la tua cara amica da parte mia per averti data la dritta! ;-)

    @Fragoliva: grazie dei complimenti! Ciao

    @Lia: grazie come sempre! :-)
    Baci a te!

    RispondiElimina

Lettori fissi

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001