lunedì 16 maggio 2011

Finger-Food Light Mela & Ricotta


In realtà questo post era in bozza per uscire in pubblicazione venerdì scorso, senonché il blog mi è rimasto accessibile in sola lettura per alcuni giorni senza che ne avessi avuto preavviso alcuno.

So che in molti (credo praticamente tutti) hanno avuto qualche problema con blogger la settimana scorsa, c'è chi ha addirittura perso delle bozze di post, io credo per esempio di aver perso qualche commento che mi era stato fatto venerdì mattina al post precedente...

La sensazione è stata un po' come quella di quando sei in vacanza ed appena tornato dalla spiaggia non ti fanno rientrare nel tuo appartamento perchè stanno facendo le pulizie... e quindi con molta tranquillità (metaforicamente) io me ne sono tornato in spiaggia fino a stamani... ;-)))

Quindi, un fine settimana lontano dal blog e dai fornelli ma paradossalmente molto più vicino a molti dei blogger che frequento abitualmente in questo spazio virtuale... ieri infatti sono andato a Bologna al raduno blogger che le "Sorelle in Pentola"hanno organizzato per festeggiare il loro primo anno di blog.

E' stata una bellissima giornata (nonostante putroppo non lo fosse climaticamente parlando) nella quale ho potuto rincontrare alcune mie "vecchie" conoscenze come Sara, Elena e Simona ed ho potuto conoscere finalmente dal vivo altre blogger come Tery, Katia, Silvia, Carola, Patricia ed infine Chiara ed Angela stesse che ci hanno ospitati.

Purtroppo non ho fatto foto perché le condizioni di luce dell'ambiente, molto bello e suggestivo, erano insufficienti per la mia compattina e la mia attitudine alla fotografia, se volete qualche immagine in più potete andare a vedere quì il resoconto fresco fresco di chi ci ha ospitati.


Chiusa la parentesi "sociale" passiamo alla ricetta che ho elaborato per il post di oggi.

Dopo l'abbuffata di caloricissima pasta brioche in varie foggie del post precedente, per compensare vi propongo una ricetta un po' più leggera ma comunque gustosa.

L'idea mi è venuta quando ho visto questi biscotti da Francesca, ho preso quindi lo spunto per una pasta da biscotti senza uova e senza burro, l'ho adattata alle mie esigenze aggiungendo un po' di ammoniaca per dolci per renderla più friabile ed eliminando cacao e cioccolato; poi ci ho costruito sopra un dessert con mela e ricotta.


Ingredienti

Per la pasta
Farina 00 100 gr
Zucchero di canna 50 gr
Olio EVO 20 gr
Ricotta 50 gr
Ammoniaca per dolci la punta di un cucchiaino
Sale un pizzico

Per la crema
Ricotta 150 gr
Mela 1 media
Succo di limone 1 cucchiaio
Zucchero 1 cucchiaio
Gelatina in fogli 10 gr

Per la decorazione
Mela 1 grande
Passito 1 dl
Zucchero 1 cucchiaio

Procedimento
Preparare la pasta mescolando olio, zucchero e ricotta.

Aggiungervi infine i rimanenti ingredienti ed impastare poco, quanto basta per ottenere una pasta liscia ed omogenea.

Lasciar riposare in frigo per un ora circa.

Stenderla poi col mattarello in uno strato sottile 2-3 mm tra due fogli di carta forno.

Rifilare con una lama un rettangolo di pasta di 20x10 cm circa, bucherellarlo con la forchetta e spostandolo con la carta forno su una placca cuocerlo a 160 per 15-20' circa.

Non cuocerla troppo o la base risulterà poi dura al taglio.

Preparare la crema frullando la mela, la ricotta, lo zucchero ed il succo di limone, fino a ricavare un composto fine ed un po' liquido che si scurirà leggermente nonostante il limone per effetto della frullatura che introducendo aria nel frullato ossida la mela.

Ammollare la gelatina 10' in acqua, scaldare il frullato a fuoco lento ed aggiungervi la gelatina strizzata.

Girare finché si scioglie tutta, togliere dal fuoco e lasciar raffreddare bene prima di mettere in frigo per 6 ore almeno o fino all'indomani.

Riprendere la crema nel frattempo solidificata, distribuirla col sac-a-poche sulla mattonella biscottata e con una spatola dritta livellarla in uno strato uniforme.

Per la decorazione pelare la mela intera e con uno scavino di 10 mm di diametro ricavare tante palline da mettere a macerare per 30' direttamente nel passito nel quale è stato sciolto lo zucchero.

Rovesciare poi il tutto in una padella e cuocere le pallette nel vino finché l'alcool è evaporato evitando di ammorbidirle troppo.

Togliere dal fuoco, lasciar raffreddare bene ed infine posare le pallette sulla mattonella equidistanti tra loro.

Volendo si può presentare il dessert anche come mattonella intera e porzionarla a striscie in tavola...


altrimenti poggiarla su un tagliere e con un coltello ritagliarla prima in striscie e poi a quadrati.


26 commenti:

  1. wow, questo dolce è fantastico! devo provarlo! Buona settimana, Dessi

    RispondiElimina
  2. bravo, io ho provato le stesse sensazioni venerdi e poi avendo perso tanti commenti mi dispiace molto!ottima presentazione di questa ricetta!

    RispondiElimina
  3. io sono sicura di aver perso dei commenti! li ho letti ... e adesso non ci sono più:( è come se qualcuno mi avesse rubato qualcosa ... pazienza!
    oggi è lunedì.. si ricomincia, e la tua ricetta è perfetta per ricominciare alla grande :)

    RispondiElimina
  4. Nanni!!! Sto "sciopero" di blogger è stata una tragediaaaaa! Per fortuna tutto è ritornato alla normalità ;)
    Questi finger sono deliziosiii! Mi piace un sacco l'accostamento con la mela! ottimi e belli!
    Bravo! Bacioni, Titti

    RispondiElimina
  5. mmmm.. il profumo delle mele cotte nel passito arriva sin qui!
    molto bello da presentare anche intero.
    xxx sara

    RispondiElimina
  6. Anchde da post post cancellato, commenti spariti...ma insomma, ci siamo ripresi.
    E passare di qui e' sempre una sorpresa piacevolissima ;-)

    RispondiElimina
  7. CHissà che bella domenica che avete passato.... e complimenti ricetta super!!!
    A me il post Blogger l'ah proprio inghiottito!!! VAbbeh..l'ho riscritto!!

    RispondiElimina
  8. @Dessi: mi auguro ti piaccia!
    Grazie mille e buona settimana a te!

    @Lucy: sapevo di non essere l'unico... che peccato però... :-(
    Grazie mille e a presto!

    @IFioriDiLoto: ma si, ricominciamo senza crucciarsi troppo.. ;-)))
    Grazie e buona settimana!

    @Titti: più che uno sciopero è stato uno sgombero coatto!! Ma noi ci rifaremo!!! ;-)))
    Grazie mille e bacioni a te!

    @Saraq: ma grazie! Per presentarlo intero forse però lo realizzerei un po' più alto...
    Buona giornata!

    @Stefania: tutti temevano il terremoto a Roma e invece c'è stato nella rete!
    Grazie carissima, il tuo commento è ancor più piacevole! ;-)

    @Elifla: io conservo sempre una copia della ricetta in una chiavetta ed infatti mi ha cancellato solo qualche commento! ;-))
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  9. Nanni sono contentissima di averti conosciuto!
    E' stata una giornata davvero splendida, un'ottima occasione per conoscersi!
    Queste dessert mi ispirava ieri.... e mi ispira ancora di più oggi! L'orario poi non aiuta :)

    RispondiElimina
  10. buona questa ricetta e anche bella da vedere sia in versione finger food che in versione "completa" ^_^

    RispondiElimina
  11. @Tery: anch'io ne sono contentissimo! Era l'ora, no?!
    E mi auguro anche possano esserci presto altre rimpatriate così!
    Grazie mille e a presto!

    P.S.: tu ricordi vero quello che penso di questo dessert... ;-)))

    @labandadeibroccoli: grazie mille!
    A presto

    RispondiElimina
  12. L'ammoniaca è un'alternativa al lievito, vero?

    Qual è la differenza tra i due e, già che sono in vena di rompere con le mie curiosità, con il cremor tartaro?

    RispondiElimina
  13. Certo che sei un mito Nanni...da piccoli spunti riesci sempre a creare dei capolavori! Quando vengo qua rimango sempre senza parole.

    Direi che ieri ci siamo proprio divertiti...mi tocchera' correre per una settimana per smaltire la montagna di roba che ho mangiato ^____^

    RispondiElimina
  14. Che bella la mattonella!!!sembra una scatola di cioccolattini!

    RispondiElimina
  15. Inventiva e bravura :)
    E'sempre un piacere passare di qui per le ricette ma anche per l'approccio ("tornare in spiaggia perchè la stanza non è pronta..." la dice lunga eheheehehehe). In un primo momento dalle foto pensavo ad una sorta di crema-cotogna...insomma tanto lontano non ci sono andato...:P
    A questo punto tornerei volentieri anche io in spiaggia con la versione torta di questo dessert! :p ahahahahah

    RispondiElimina
  16. @Virò: con ammoniaca per dolci si intende il bicarbonato d'ammonio ed è un vero e proprio agente lievitante usato soprattutto per dare maggiore friabilità ai biscotti.
    Ha un odore sgradevole che sparisce però con la cottura. Il cremor tartaro è un agente lievitante se combinato col bicarbonato di sodio in rapporto 1:2, altrimenti viene usato come conservante o acidificante.
    Anche il lievito chimico pronto per i dolci generalmente è una combinazione di un sale acido (spesso un fosfato) con una base, la reazione al calore in ambiente umido sviluppa la CO2 necessaria a generare il volume nell'impasto.
    Ciao! :-)

    @Elena: ma grazie! Guarda, non mi far pensare alla quantità di calorie che ho assimilato anch'io... certo però ne è valsa la pena! A presto carissima!

    @titty: eheheh alla fine il cioccolato c'entra sempre! ;-)))
    Grazie e a presto!

    @Gambetto: ...soprattutto mi pare sia emersa la voglia di spiaggia che abbiamo già ora! ahahahahah ;-PPP
    La torta light in effetti sarebbe stata concepita proprio in vista della "prova costume"... eheheheheheh
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  17. Grazie mille, caro pasticcere/chimico/filosofo, ma quindi, visto che sono tutti agenti lievitanti, per quale preparazione ognuno di loro dà il meglio di sè?

    RispondiElimina
  18. Wow! Di solito mi chiamano molto ma molto peggio! Ahahahah ;-PPP

    L'ammoniaca va bene per impasti da biscotti, insuperabile la friabilità che prendono rispetto all'uso di altri agenti.
    Per lievitare un impasto più molle, ove non sia sufficiente la montata di uova e/o albumi, è consigliabile il lievito chimico composto dai sali miscelati di cui sopra (cremortartaro+bicarbonato).
    Per ragioni salutistiche vengono generalmente sconsigliate le polverine contenenti pirofosfati (E450) sebbene siano quelle che dominano il mercato.

    Grazie a te e a presto!

    RispondiElimina
  19. Ma che meraviglia, veramente un bellissima idea!!! un bacio, Olga

    RispondiElimina
  20. Ma che meraviglia, veramente un bellissima idea!!! un bacio, Olga

    RispondiElimina
  21. certo che tu riesci sempre a migliorare tutto! che idea! leggera e gustosa, sei proprio un artista! peccato non essere venuta domenica ma avevo un'altro impegno, sempre tutto insieme...
    Ciao!
    Francesca

    RispondiElimina
  22. Per fortuna che ero fuori per lavoro quando blogger è impazzito! Con la mia ansia altro che tornarmene al mare...Domenica è stato un piacere grandissimo ritrovarti e spero che di questi incontri ce ne saranno più spesso!
    Questo dolce poi è una vera delizia e mi stuzzica l'idea di bocconcini finger quadrati! Un bacione

    RispondiElimina
  23. @Olga: ma grazie!! Un bacio a te!

    @Francesca: mi auguro ci saranno presto altre occasioni!
    A presto
    P.S.: Grazie ancora per l'ispirazione! ;-)

    @Sara: già, ricordo bene la tua predilezione per il finger-food! ;-)
    Ce ne vorrebbero più spesso giornate così, è vero... e magari incontri dove oltre che mangiare si cucina insieme! :-DDD
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  24. Ciao Nanni, Felice di averti conosciuto, anche se è stato solo una stretta di mano verso la fine! Attendo la prossima:)

    RispondiElimina
  25. Piacere mio Patricia! Un altra volta facciamo anche due chiacchiere, ok?
    Ciao

    RispondiElimina
  26. Ottimo blog! Complimenti! Ricette molto precise!

    http://www.ricette-dolci-ricette.com
    http://www.le-ricette.it

    RispondiElimina

Se ti va puoi lasciare un commento.

Prima di pormi domande tecniche assicurati che:
- quello che chiedi non sia già scritto nel post e non lo hai letto per la fretta
- vuoi realmente riprodurre la ricetta e non domandi tanto per fare, perché io non rispondo così tanto per fare.

I commenti pretenziosi e/o anonimi verranno automaticamente cestinati.

Grazie

Lettori fissi

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001