lunedì 25 giugno 2012

Sorbetto "Mojito"... nei Frutti Ghiacciati


L'idea di questo sorbetto mi era venuta quando da Teresa (bravissima blogger nonché carissima amica) avevo letto una ricetta del Mojito, il celeberrimo cocktail cubano che ha conosciuto quì da noi una versione un po' adattata.

Un annetto fa avevo fatto il tentativo di renderlo un sorbetto partendo da una base diversa che dette un esito poco convincente e così avevo lasciato tutto da una parte rimandando a data da stabilire.

Poi quest'anno girando in bicicletta tra gli stand del festival del gelato che si è svolto a Maggio a Firenze ho visto che un "sorbetto al mojito" era proposto da una gelateria artigianale tra quelle che esponevano e mi sono detto: "Eh no via, non posso aspettare ancora, l'idea a me è venuta più di un anno fa, che faccio dormo ancora?!?"

Così mi sono rimesso al lavoro praticamente buttando la ricetta dell'anno scorso e ripartendo da capo.

Stavolta questo primo tentativo è andato un po' meglio e dopo aver raccolto qualche parere positivo, ho ritenuto che meritasse la pubblicazione.

La ricetta l'ho pensata affinché il sorbetto possa conservarsi a lungo in congelatore dentro i frutti svuotati e servito all'occorrenza come fine pasto rinfrescante, certo la si può migliorare ancora cercando di farlo un po' meno dolce e magari usando qualche stabilizzante, posso assicurarvi comunque che già così i miei ospiti hanno gradito! ;-D

Un'altra cosa che ho voluto mantenere (come faccio spesso) è la scelta di ingredienti facilmente reperibili per invogliare chi mi legge a rieseguire la ricetta a casa sua senza dover impazzire a cercare zuccheri ed altri ingredienti particolari.

La soluzione comoda anche quì è rappresentata dallo sciroppo di zucchero di canna già pronto che avevo già citato in questo post, tra le altre cose pare infatti che il procedimento generi una parziale inversione degli zuccheri sufficiente ad influire sull'abbassamento del punto di congelamento.

La ricetta è di facile esecuzione a patto di avere la gelatiera, va bene anche una di quelle a raffreddamento passivo ovvero col cestello tenuto prima in congelatore.

Per la lentezza del raffreddamento mi sento di sconsigliare invece il classico procedimento manuale con vaschetta piana nel congelatore e mescolamenti intervallati, perché se il sorbetto ci mette molto tempo a raffreddarsi, si formeranno poi facilmente dei fastidiosi macrocristalli di ghiaccio.

Riassumo per praticità alcuni accorgimenti chiave da seguire per ottenere un buon risultato:

-raffreddare bene la miscela prima di metterla nella gelatiera (ovvero tenerla in frigo finché non raggiunge i 2-4°)

-aggiungere l'alcool solo quasi alla fine della lavorazione del sorbetto, ovvero quando la massa sia già piuttosto solida ovvero spatolabile

-metterla nelle cavità dei mezzi lime ben freddi (praticamente congelati) per garantire un mantenimento della temperatura corretta ed una conservazione perfetta.


Ingredienti
Succo di lime (o al limite limone) 160 gr
Sciroppo di zucchero di canna 400 gr
Acqua 100 gr
Rum 25 gr
Menta 10 foglie

Procedimento
Lavare bene i lime, tagliarne la calotta sopra, vuotarne l'interno con uno scavino facendo attenzione a non romperli ed estrarre tutta la polpa possibile, spremerla poi bene in un colino per ottenerne il succo.


Ripulire bene anche l'interno dai filamenti più secchi in maniera da ottenere cavità vuote ed ampie, tagliare anche un po' del fondo dei frutti cavi affinché possano essere appoggiati stabilmente in piano e metterli dunque nel congelatore.

Miscelare il succo filtrato con l'acqua, lo sciroppo di zucchero e le foglie di menta tritate finemente, mettere in frigo a raffreddare per alcune ore (anche una notte intera).

Versare la miscela fredda nella gelatiera e far girare fino a 3/4 circa del procedimento, dopodiché aggiungere a filo il rum e finire di amalgamare.

Riempire le cavità dei frutti vuoti con un cucchiaino, metterli in un contenitore (ben freddo anch'esso), tapparlo e conservare in congelatore.

Tirare fuori dal congelatore 10' circa prima di servire.

-o-

Se si ritiene il vuotamento dei frutti troppo elaborato e si preferisce una presentazione alternativa, il sorbetto può essere conservato in una vaschetta, porzionato a palline e servito in una coppa precedentemente ben ghiacciata, guarnito con un ciuffetto di foglie di menta...


Buona settimana a tutti! :-D

23 commenti:

  1. Ed infatti (più o meno ;-) posso replicare pure io!!!!
    Un'idea stratosferica è dire poco...

    RispondiElimina
  2. Bellisssssimo! Servito nei lime è troppo carino.
    Questo si che è stile!

    RispondiElimina
  3. Ma ricordo male o tu ed un certo Zio dovevate regalarmi una gelatiera...io aspetto, casomai l'esito fosse negativo...nel frattempo scelgo la vernice adatta :P ahahahahahah
    PS
    Ottima come sempre la linea seguita...e non solo per la scelta del gusto quanto per la filosofia di non cedere all'acquisto dello zucchero invertito fornendo una alternativa...senza nemmeno prevedere farina di semi di carruba...insomma se la statua non la fanno a te...al momento non saprei a chi devono dedicarla! :P eheheheheh

    RispondiElimina
  4. Presentati cosi fanno gola!

    RispondiElimina
  5. Bellissima idea! complimenti!!

    RispondiElimina
  6. Nanniiiiiii!! Eccolo!!!
    Va bè, oggi appena arrivo a casa metto il cestello della gelatiera nel congelatore! hahahahaha
    Neanche a dirlo no?
    Grazie mille per il riferimento e sono proprio contenta di averti ispirato visto il risultato!!
    Una domanda...se al posto dello zucchero di canna liquido usassi il glucosio??

    RispondiElimina
  7. Bravissimo....io adoro il mojto!

    RispondiElimina
  8. @stefania: immagino la difficoltà sarà più che altro per il rum... o distillate clandestinamente?! ;-)

    @Kitty: ma grazie! Il frutto vuotato è senz'altro la confezione più bella! Ciao

    @Gambetto: gelatiera? Ma non era l'impastatrice?! No forse faccio casino... comunque il destino mio (e dell'auto) mi pare ormai segnato! ahahahah
    La ricetta è molto grezza, in teoria stavo studiando anche quella "professionale", ma mi ispira meno...
    A presto!

    @Mary: il package naturale è quello più invitante! Ciao

    @Monique: grazie dei complimenti!
    A presto

    @Tery: io direi piuttosto "meglio tardi che mai", no? ;-DDD
    Cambiare zuccheri è un po' complicato non mi azzardo a fare calcoli così su due piedi, magari ci sarà una versione 2 con un bilanciamento diverso... e spero sia prima che sia passato un altro anno! eheheheh
    Grazie a te e buona settimana!!

    @Perle: grazie! io l'ho scoperto tardi ma è diventato uno dei miei preferiti. Ciao!

    RispondiElimina
  9. beh dopo lamia famosa torta di compleanno al mojito direi che qui ci stanno tutti!

    RispondiElimina
  10. che idea! belli e golosi, con questo caldo li devo fare assolutamente (la gelatiera c'è già!).
    ciao!

    RispondiElimina
  11. Bellissimo: questo lo replico a breve dato che ho la gelatiera che tra poco mi farà una vertenza sindacale per ipersfruttamento!

    Considera che quest'anno abbiamo piantato sul balcone la menta proprio per finire qualche serata con gli amici con il famoso cocktail che rinfresca e mette allegria.

    La ricetta è chiarissima ma 10 foglie di menta non sono poche?

    RispondiElimina
  12. @Lucy: sai che quella tua torta mi era sfuggita?! Mi piace un sacco, l'idea è geniale e ben sviluppata!
    A presto

    @Francesca: siii! E mi auguro abbiano l'effetto rinfrescante auspicato! :-D
    Ciao!

    @Virò: considera che questo è un sorbetto che ne riprende i sapori ma NON è il coktail stesso reso ghiaccio e spatolabile.
    Per il mio gusto la menta è sufficiente, però se ti piace sentirla di più puoi aggiungerne a piacimento.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  13. eccellente presentazione,chiarissimo il procedimento,mirabile la riuscita di questo meraviglioso sorbetto!!chapeau,Nanni!!!;0))

    RispondiElimina
  14. Ancora una volta ti sei esibito in una perfomance mirabile. Un abbraccio Francesco

    RispondiElimina
  15. Mmmmmhh....buono il sorbetto , ma
    quei cappellini sulle 23 sono assolutamente super !
    Irresistibile .
    Ruli

    RispondiElimina
  16. @Elisabetta: ma grazie!! Meno male che mi sono deciso a farlo allora! ;-)
    A presto!

    @Francesco: grazie carissimo! Un abbraccio a te!

    @Ruli: ah, i soggetti naturali sono i modelli più affascinanti! :-D
    Buon tutto!

    RispondiElimina
  17. ma che bel blog che mi ero persa.....

    RispondiElimina
  18. Grazie Monica! Passa quando vuoi, quì è sempre aperto... ;-D
    Ciao!

    RispondiElimina
  19. anvedi che ideona!!! mi sperimenti pure il sorbetto Negroni? :)

    RispondiElimina
  20. un mojito davvero spettacolare ...
    hai aperto un bar Nanni..?? ^__^
    baci
    lia

    RispondiElimina
  21. @Cristina: eh, per il Negroni la vedo dura! ...e poi preferisco l'originale!

    @Lia: eh, c'avrei il mio bel daffare con un bar... ;-D
    Baci a te!

    RispondiElimina
  22. Se c'è in giro un mojito arrivo molto volentieri! Ci potrei provare visto che il marito non si decide a prepararmelo..... nma non garantisco la riuscita! Sei un mito carissimo Nanni!

    RispondiElimina
  23. Se hai la gelatiera si fa da sé, per il cocktail invece è ancora più facile!
    Grazie carissima, a presto!

    RispondiElimina

Se ti va puoi lasciare un commento.

Prima di pormi domande tecniche assicurati che:
- quello che chiedi non sia già scritto nel post e non lo hai letto per la fretta
- vuoi realmente riprodurre la ricetta e non domandi tanto per fare, perché io non rispondo così tanto per fare.

I commenti pretenziosi e/o anonimi verranno automaticamente cestinati.

Grazie

Lettori fissi

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001